Torna indietro

C Reg Liguria: Spezia Tarros - Tigullio Sport Team 96-78

Data: 16/04/2012 Fonte:

 

TARROS: MISSIONE COMPIUTA
Davanti ad un numeroso pubblico, che non ha mai smesso di incitarli, i bianconeri battono il Tigullio e continuano la corsa play off.

 

Le triple di Ornati, la continuità di Giachi, i numeri di Stefanini, i recuperi sotto canestro di Penè, la mina vagante Papadakis e il gioco corale di un gruppo in cui, ancora una volta, tutti si sono dimostrati preziosi, magistralmente guidato dall’esperienza e dalla capacitò di leggere le partite di coach Bellavista: ognuno di questi elementi, ed ancor più il loto complesso, è stato decisivo per aver ragione di un Tigullio che, nelle tre sfide paly off, ha dimostrato grande determinazione ed è riuscito, a tratti, a tenere testa e persino a creare qualche difficoltà ai bianconeri.
Anche gara 3, nonostante l’ampio margine finale a favore degli spezzini (96-78), non è stata certo una passeggiata, con i primi due tempini giocati punto a punto ed un avvio di quarta frazione che ha visto gli ospiti provare a riportarsi sotto. Come accaduto mercoledì, la svolta del match si ha nel terzo quarto e, stavolta, ha una firma ben precisa, quella delle “bombe” di Andrea Ornati che permettono l’allungo. Un tiro da due e due liberi per fallo tecnico, sempre siglati da Ornati, incrementano il distacco. Così, all’ultima frazione, la Tarros arriva con un vantaggio di 13 punti, dopo che, nei primi due tempi, le squadre si erano continuamente rincorse e superate a vicenda, senza che nessuna riuscisse a prendere il largo, come dimostrano anche i parziali (23-22 e 44-45). A 10’ dalla sirena la partita sembra ormai incanalata nel binario giusto, anche se un buon avvio degli ospiti fa temere il recupero. Per tre minuti la Tarros non riesce a segnare, poi un Giachi in gran spolvero insacca da sotto canestro e i bianconeri si sbloccano, piazzando un break di 13 punti, quello decisivo. Alla sirena il tabellone è vicino alla tripla cifra: si chiude sul 96-78. Un punteggio simile a quello di gara 1 che aveva visto prevalere il Tigullio, indice di una partita, almeno in parte, non giocata “alla maniera” della Tarros, ma che la Tarros è riuscita comunque a fare propria con autorevolezza.
“Loro sono stati bravi a sfruttare ogni nostro errore. Nei primi due quarti la partita non è stata quella che avrei voluto io. Noi abbiamo sbagliato a concentrarsi troppo su Pappalardo, questo ha fatto sì che concedessimo molto ai suoi compagni. Per non fare segnare lui abbiamo lasciato troppi varchi agli altri che sono stati bravi a punirci”- spiega coach Bellavista – “È questo quello che ho detto ai ragazzi durante la pausa lunga e loro mi hanno risposto benissimo, cambiando il volto del match”. Poi, guardando, finalmente con tranquillità, alle tre partite nel complesso, afferma soddisfatto:”Dopo gara 1 eravamo con le spalle al muro, con la consapevolezza di non poter più sbagliare; siamo stati bravi a trasformare questa rabbia in energia positiva. Da domani guardiamo avanti; si riparte da zero”.
Un’energia che oggi è stata trasmessa ai ragazzi anche dagli spalti: ottima la risposta del pubblico, nonostante l’orario non fosse dei migliori, e ottimo il sostegno durante tutto il match, sino alla sirena, quando la tensione si è sciolta in un lungo applauso finale. Ora non resto che aspettare per sapere chi, tra Rapallo e Pontremoli, sarà il prossimo ostacolo da superare per continuare la corsa verso la meta.

 

SPEZIA TARROS - TIGULLIO SPORT TEAM: 96-78 (23-22; 44-45; 73-60)
SPEZIA BASKET CLUB TARROS: Giachi 19, Pipolo 2, Stefanini 13, Steffanini 6, Dal Padulo 4, Ornati 15, Caluri, Papadakis 17, Penè 18, Fazio 2   Coach: Carlo Bellavista
TIGULLIO SPORT TEAM: Delibasic 8, Lagomarsino 8, Jankovic, Vexina, Rossi 2, Tapia 7, Wintour, Kuvekalovic 15, Villani 14, Pappalardo 24.  Coach  Macchiavello
Arbitri: Silvia Gatto e Chirollos Romani di Genova

 

 

Elena Voltolini
Ufficio Stampa Spezia Basket Club Tarros


Segnala un errore | Invia ad un amico

indietro - Stampa

Nome:

Indirizzo e-mail:

Oggetto:


Messaggio:

N.B. E' necessario indicare un indirizzo di email altrimenti il messaggio non sarà recapitato