Torna indietro

NBA: Lebron James fenomenale, New York eliminata

Data: 10/05/2012 Fonte:

 

I Miami Heat non falliscono il secondo match point e chiudono la serie sul 4-1 con i New York Knicks, accedendo alla semifinale dei Playoffs Nba 2012 della Eastern Conference, dove ad attendere Wade e compagni ci sono gli Indiana Pacers. Miami dopo il ko di due giorni orsono subito nella Grande Mela, non fa sconti ai Knicksbockers che devono arrendersi 106-94. Nell’altra gara giocata nella notte i Memphis Grizziels battono 92-80 i Los Angeles Clippers e allungano la serie a gara -6.

Lebron James e Dwayne Wade dominano, Anthony è troppo solo – In avvio New York prova a scappare via approfittando della buona vena al tiro da tre punti di Mike Bibby (12), e quella autentica macchina da canestri che risponde al nome di Carmelo Anthony. Peccato che gli altri Knicks (a parte il solito encomiabile Chandler) non rispondano presente all’appello. Gli indizi portano tutti a Mr. 100 milioni di dollari, al secolo Amar’e Stoudemire, avulso e poco incline al sacrificio per una squadra bersagliata da infortuni e sfortuna, a cominciare da quello che ha tenuto fuori dai Playoffs il fenomeno Jeremy Lin, per finire a quelli di Iman Shumpert e al terrificante infortunio al ginocchio occorso a Baron Davis in gara -4. Miami fa sfogare i Knicks e nel terzo quarto con un super Lebron (29 punti, 8 rimbalzi, 7 assist), piazza l’allungo decisivo. Wade (19) e Bosh (19) fanno il resto. Le lunghezze di vantaggio all’inizio del quarto periodo sono 17, per New York nonostante i 35 punti di Melo Anthony, non c’è più nulla da fare.

Gasol trascina Memphis, Chris Paul questa volta non fa il miracolo – I Grizziels ritrovano un Marc Gasol in formato cinque stelle e non falliscono l’obiettivo di portare la serie di nuovo allo Staples Center di Los Angeles, dove i Clippers saranno chiamati a chiudere il conto per evitare di giocare la decisiva gara -7 fuori casa. Il fratellino di Pau fa la differenza con 23 punti e 7 rimbalzi. I Clips dopo essere stati sotto anche di 16 punti, nell’ultima frazione si riportano a -6 grazie alle invenzioni di CP3 e all’energia di Blake Griffin. Memphis sembra rivedere i fantasmi di gara -1, ma nel finale Rudy Gay con 4 punti consecutivi mette le cose a posto consegnando la vittoria ai suoi.

Vincenzo Di Guida


Segnala un errore | Invia ad un amico

indietro - Stampa

Nome:

Indirizzo e-mail:

Oggetto:


Messaggio:

N.B. E' necessario indicare un indirizzo di email altrimenti il messaggio non sarà recapitato