Torna indietro

A2F: Delser Udine - Basket San Salvatore 67 - 51

Data: 22/10/2012 Fonte: legabasketfemminile.it

 

Delser Udine - Basket San Salvatore 67 - 51

(16-16, 32-23, 51-35)

DELSER UDINE: Madonna T. 8 , Rossi C. 22 , Pozzecco F. , Clemente C. , Lidgren J. 2 , Mio A. , Vicenzotti D. 9 , Ratti A. 11 , Zampieri A. 13 , Trotta M. 2 , All. Stibiel Giuliano

BASKET SAN SALVATORE: Pibiri V. , Yordanova R. 7 , Lussu A. 8 , Angius S. NE , Di Gregorio R. 8 , Astero C. NE , Palmas L. , Tinti E. 4 , D'Arenzo S. 17 , Morselli B. 7 , All. Staico Fabrizio

ARBITRI:Matteo Semenzato, Giacomo Dori
NOTE: Delser Udine tiri liberi 5/8 (62,5%), Basket San Salvatore tiri liberi 16/19 (84,2%),

UDINE PIU FORTE, NIENTE DA FARE PER LE SELARGINE DI STAICO

Affronta una signora squadra che doveva riappacificarsi col suo pubblico dopo l’inaspettato scivolone dell’esordio. Il San Salvatore Selargius dà l’anima per rimanere in gara contro una Delser Udine particolarmente ispirata da una Chiara Rossi in gran spolvero. Nonostante i sedici punti di differenza, le campidanesi palesano quelle caratteristiche che coach Staico raccomanda sempre in ogni allenamento: combattività e tenacia. Ad una Yordanova meno concreta rispetto a otto giorni fa si contrappone una Stefania D’Arenzo che a fine gara risulta la più prolifica della sua squadra con ben 17 punti all’attivo e sette rimbalzi.

La gara delle giallonere comincia col tradizionale quintetto composto da Lussu, Yordanova, D’Arenzo, Tinti e Di Gregorio. La prima fase è interlocutoria con le due sfidanti che danno vita ad un divertente gioco al sorpasso. Il primo quarto termina in parità (16-16) durante il quale le ospiti si affidano prevalentemente al ritmo lasciando da parte i tiri dalla lunga distanza.

Ma nel secondo intertempo l’equilibrio viene improvvisamente spezzato dalla scatenata Rossi che imperversa nelle zone esterne del campo. Le atlete del team friulano trovano inoltre ampi spazi grazie alla fisicità delle guardie che non se lo fanno chiedere due volte di incunearsi sotto la retina. Il vantaggio delle padrone di casa sale a più nove e sarà decisivo ai fini del risultato finale dal momento che riescono a gestire molto bene il ritmo partita.

Dopo il riposo la musica non cambia e nel terzo quarto il divario tra le contendenti sale ulteriormente. Si sente la mancanza dell’ala bulgara Roks Yordanova che si ritrova una mano meno calda dovuta principalmente alla marcatura asfissiante a cui viene sottoposta.
Solo nell’ultimo quarto il parziale si chiude 16 a 16 ma a quel punto la Delser ha vita facile nell’amministrare un vantaggio consistente e la gara scivola via con un risultato finale che si attesta sul 67 – 51.

A fine gara coach Fabrizio Staico non fa drammi, anzi appare piuttosto soddisfatto: “Oggi ci siamo confrontati con una squadra di alto rango e ne abbiamo subito la sua fisicità. Non ho nulla da rimproverare alle mie atlete, la salvezza ce la dobbiamo guadagnare vincendo altre partite, non quella di stasera”.


Segnala un errore | Invia ad un amico

indietro - Stampa

Nome:

Indirizzo e-mail:

Oggetto:


Messaggio:

N.B. E' necessario indicare un indirizzo di email altrimenti il messaggio non sarà recapitato