Match duro tra Estra Rieti e la Globo Giulianova

Tra la Prometeo Estra Rieti e la Globo Giulianova si è giocata ieri sera una partita dura.

Partono bene le due squadre in attacco, mentre in difesa Benedusi riesce a tenere Gallerini, il terminale più pericoloso degli abruzzesi. Ma a portare avanti il bottino dei giulianovesi ci pensa Pastore con 15 punti in 13 minuti. Nella formazione amarantoceleste si fa sentire il peso di Feliciangeli (10 punti in 12 minuti). Gli attacchi di entrambe le squadre vanno alla grande, ma in difesa Rieti è meno lucida del solito e il punteggio lievita tanto da fissarsi già all’intervallo lungo sul 50-47.

Nella seconda parte, però, Rieti ritrova il suo solito stile. All’inizio del terzo periodo con 5 punti di Iannone e 4 di Stanic, la Prometeo Estra si porta in vantaggio di sette lunghezze (57-50 a 6:12), quando due azioni di Papa e l’intervento di Dienier riportano Giulianova fino a – 3, ma una bomba di Granato riallunga le distanze. Giulianova non si perde d’animo e torna a -2 (60-64 a 2:27). Giampaoli piazza una tripla e con Stanic e Rosignoli dà il via all’allungo. Il periodo termina 62-70.

L’ultima frazione comincia con due punti di Giampaoli che conduce Rieti a quello che fin ora è il massimo vantaggio +10 (62-72). Ed è un invito ai compagni: Rosignoli non si fa pregare e realizza quattro punti consecutivi, mentre Giampaoli stesso infila un bomba (+12 67-79 a 8:13). Dopo qualche minuto in cui le due squadre si confrontano mantenendo la distanza, Giulianova lancia l’attacco finale e riesce a ricucire fino a -2 (84-86 a 1:52). Gli ultimi minuti sono concitati: Spizzichini realizza due punti importanti, Gallerini mette un libero, Giulianova tenta l’attacco, Rieti recupera la palla. Time Out. Rieti riparte a +3 e palla in mano quando mancano 9 secondi. Giulianova procede con il fallo sistematico, ma Iannone va in lunetta e realizza i due liberi che di fatto mettono in sicurezza il risultato +5(85-90) quando mancano ancora 8.5 secondi. Giulianova tenta l’azione, ma Rieti recupera palla e lascia scorrere i titoli di coda.

“Nella prima parte non siamo andati bene – analizza coach Luciano Nunzi – non abbiamo capito il ritmo della partita e Giulianova è riuscita a fare tutto quello che sapevano ci avrebbe messo in difficoltà. All’intervallo, negli spogliatoi ne abbiamo parlato e rientrando, quando potevamo, abbiamo abbassato il ritmo. A quel punto siamo riusciti ad attaccare dove volevamo e a mandarla in difesa dove volevamo. Negli ultimi minuti siamo stati pressati a tutto campo ed abbiamo avuto poca lucidità nella gestione dei palloni.

Comunque, questo è un campo non facile. Giulianova è una squadra che gioca a ritmi elevatissimi ed ha quelle caratteristiche di atipicità (loro sono più piccoli dei nostri giocatori) che abbiamo già incontrato altre volte ad inizio campionato e che ci hanno messo in difficoltà. A questo punto, però, mi aspettavo che saremmo stati più pronti ad affrontare situazioni che già conosciamo. Inoltre, da squadra esperta quale siamo, mi aspettavo di capire prima come non subire e come reagire a certe situazioni.

La cosa positiva è che quando riusciamo ad essere lucidi, produciamo la qualità di gioco che sperimentiamo in allenamento. Nel terzo quarto infatti, siamo andati in vantaggio di dieci punti.

E’ stata una vittoria importante, contro una squadra che in casa è riuscita a piegare anche Montegranro e che fino allo scontro con la Luiss era imbattuta. Per quanto ci riguarda dobbiamo trovare un po’ più di continuità”.

Era una partita importante per Rieti, serviva a confermare quel trend di crescita che dopo lo scivolone a Palestrina (dove ricordiamolo mancavano Benedusi e Feliciangeli) aveva intrapreso, prima vincendo a Stella Azzurra e poi con la convincente prestazione casalinga contro Montegranaro.

Tra le note positive della serata, da sottolineare la vicinanza dei tifosi reatini, i quali hanno affrontato con tanto entusiasmo la trasferta che il Palacastrum sembrava animato solo dai cori amarantocelesti.

Bellissime emozioni che questa squadra e questo pubblico promettono di far vivere fino al raggiungimento di obiettivi sempre più ambiziosi.

Giulianova Sacripante 10, Diener 10, Papa 20, Gallerini 13, Pastore 14, Gloria 8, De Angelis 5, Cianella 5, Mennilli, Pediconi. All. Francani

Iannone 13, Stanic 13, Benedusi 9, Spizzichini 9, Rosignoli 17, Giampaoli 8, Granato 11, Feliciangeli 10, Ponziani, Auletta. All. Nunzi Ass. Matteucci e Rossi

Ufficio Stampa NPC Rieti

Commenta
(Visited 62 times, 1 visits today)

About The Author