Bakery Piacenza, soffre a Vicenza. Il coach biancorosso: "Rimbocchiamoci le maniche"

A Vicenza la Bakery Piacenza non ha, di certo, giocato la propria miglior partita stagionale, per varie cause. Su tutte, indubbiamente, la qualità dei padroni di casa, capaci di opporre sempre quintetti talentuosi e fisici contro cui i ragazzi di coach Steffè hanno dovuto prendere le misure. Ne è nata una partita intensa, vissuta su bassi punteggi e grande equilibrio. Venti minuti in testa per parte, mai oltre i nove punti (2-11 per la Bakery) in un senso, otto nell’altro (41-33 per Vicenza). In un finale giocato punto a punto sono stati i piacentini a trovare allo scadere la giocata vincente, con Rezzano che non fallisce l’occasione presentatasi sull’assist di Sanguinetti.

La pallacanestro è fatta di episodi” spiega il coach biancorosso, Furio Steffè, nell’immediato post-partita. “La lettura che ho io è che abbiamo subito molto la loro fisicità, fino ad arrivare al meno otto di metà terzo quarto. Da lì ci siamo rimboccati le maniche ed abbiamo fatto quel qualcosa in più che ci ha permesso di ritornare a contatto. Purtroppo abbiamo commesso molti errori come gli appoggi da sotto, tuttavia ritengo che quando si giocano partite punto a punto come questa ciò che conta sono le decisioni finali che sono state tutte corali, costruite di squadra: tra queste anche il canestro finale, un super episodio costruito al meglio”.

È stata una partita caratterizzata da basse percentuali al tiro ed una forte disparità a rimbalzo, eppure la tua squadra è riuscita a riequilibrare tutto: come?

“Quel subire la fisicità di Vicenza è stato causato dai quintetti messi in campo dai veneti, spesso con quattro persone oltre i due metri. E’ vero, abbiamo subito a rimbalzo ma quelli concessi sono stati principlamente difensivi, a causa delle nostre scarse percentuali al tiro nonostante spesso fossero tiri aperti, con un paio di metri di spazio. Siamo stati invece bravi in difesa costringendo Vicenza alle tante palle perse, dato che ha bilanciato quelle disparità a rimbalzo”.

Quali sono i segnali che cogli da questa partita?

“Il primo segnale è che la nostra è una squadra che non molla e non è presuntuosa. Abbiamo alcuni momenti in cui magari potremmo fare un passaggio in più, però siamo spesso molto generosi, è un aspetto più che positivo. Ciò su cui dobbiamo lavorare è sul contributo a rimbalzo anche con i piccoli e la comunicazione difensiva”.

La Bakery Basket Piacenza ed il Piacenza Calcio insieme nel segno dei colori biancorossi

Calcio e Basket insieme sabato 15 Ottobre: la partnership tutta biancorossa fra il Piacenza Calcio e la Pallacanestro Piacentina permetterà agli abbonati della compagine calcistica di assistere come ospiti al big match di basket fra la Bakery Piacenza e la Co.Mark Bergamo, in programma Sabato 15 Ottobre alle ore 21. Per assistere gratuitamente alla partita e sostenere i colori della nostra città gli abbonati del Piacenza Calcio dovranno semplicemente presentare presso le biglietterie del Palasport di Largo Anguissola il proprio abbonamento.

 

Fonte: Ufficio Stampa Pallacanestro Piacentina

Commenta
(Visited 28 times, 1 visits today)

About The Author