La Valle D’itria Martina non sa più vincere in casa, sconfitta contro l’Angel Manfredonia per 64-84

Martina Franca – Un tempo il Pala Wojtyla era considerato un fortino inespugnabile per chiunque o comunque per pochi, mentre oggi è terreno di conquista per molti. Si può riassumere così l’ultima parte di stagione vissuta dalla Valle D’itria Basket Martina, letale e convincente in trasferta quanto insicura e arrendevole fra le mura amiche dove arriva il secondo stop consecutivo casalingo contro l’Angel Manfredonia, capace di dominare per 35’ e chiudere la gara sul punteggio inequivocabile di 64-84. Sui 12 punti totali fin qui totalizzati dai blu-arancio di Terruli, solo metà sono stati raccolti sul parquet di casa e altrettanti arrivati da quelli avversari di Bari, Altamura e in ultimo Ostuni. Ostuni che solo una settimana fa sembrava rappresentare la chiave di svolta dell’intera stagione martinese, tra la  partenza di Colnago e l’arrivo di Leonzio, ma che al di là dei freddi numeri rimane per ora un’impresa isolata e fine a se stessa. Il campionato però non si ferma e va avanti, ma con esso diminuiscono le giornate a disposizione della Valle D’itria Basket per ricomporre i cocci e provare a tirarsi fuor dalle sabbie mobili della bassa classifica. La gara: i quintetti iniziali vedono la Valle D’itria Martina di Terruli, incerottata per le precarie condizioni fisiche di Carmon, scendere sul parquet con capitan Lasorte, Larizza, Gray, Argento e Nwokoye, mentre l’Angel Manfredonia di coach Ciociola si schiera con Gramazio, Wright, Antonio Padalino, Nicola Padalino e Johnson. Alla palla a due parte forte la Valle D’itria che con i canestri di Larizza e Gray vola sul 7-2, ma l’Angel pareggia subito i conti sul 7-7 firmato da Gramazio in sospensione. Nwokoye realizza il piazzato del 9-7 che di fatto costituirà l’ultimo vantaggio arancio-blu prima dell’0-8 ospite costruito da Antonio Padalino, Wright e Johnson. La sterile reazione del Martina è tutta nel layup rovesciato di Gray che vale il provvisorio 11-15 ma le troppe palle perse, unite a scelte di tiro affrettate, consentono al Manfredonia di chiudere la prima frazione sul 11-24 grazie alla tripla a fil di sirena di Wright.

All’inizio del secondo periodo capitan Lasorte illude i suoi compagni provando a guidare la rimonta della Valle D’itria sul 15-24. L’Angel però sfrutta le “maglie larghe” della difesa martinese per colpire con uno straripante Wright che, oltre ad andare ripetutamene a segno dalla media e lunga distanza, dispensa assist vincenti per Antonio e Nicola Padalino (19-35 al 15’). Gray prova a mettersi in proprio trovando però la pronta risposta del solito Wright con cui si accende un mini-sfida a distanza. Terruli nel frattempo cerca di scuotere i suoi gettando nella mischia Russo e il nuovo acquisto Nicola Leonzio, mentre Wright dall’altra parte continua ad essere immarcabile in penetrazione e permette al Manfredonia di allungare sul 27-47 di fine secondo quarto.

Al rientro dagli spogliatoi il divario tra le due formazioni si allarga inesorabilmente e, nonostante l’ottimo impatto sul match di Leonzio (13 punti in 28’ all’esordio, ndr ), l’Angel non lascia scampo con Wright che aggiorna il punteggio sul 27-54. Alla compagine di coach Ciociola ormai riesce tutto a meraviglia e andare a canestro in transizione diventa una regola, con Johnson e Wright liberi di confezionare un personalissimo show condito da ben quattro schiacciate per il massimo vantaggio ospite sul 38-67. La bomba di Leonzio serve solo a ridurre un gap troppo ampio per essere solo alla fine del terzo quarto: 45-67

Il tutto riduce così gli ultimi 10’ a una pura formalità per l’Angel Manfredonia che trascinata da un monumentale Wright (MVP della partita con 31 punti e 4 assist, ndr) espugna il Pala Wojtyla e porta a casa la contesa sul risultato finale di 64-84. Ostuni è già mestamente alle spalle per la Valle D’itria Basket Martina, costretta a convivere con i fantasmi di una classifica sempre più pericolosa.

 

Tabellini:

Valle D’itria Basket Martina:

Caroli ne, Larizza 14, Carmon 4, Leonzio 13, Nwokoye 6, Lasorte 5, Gray 12, Lombardo ne, Russo 1, Argento 9. Coach Terruli

Angel Manfredonia:

Wright 31, Chiappinelli 2, Vuovolo 3, Gramazio 3, A. Padalino 18, N. Padalino 4, Castigliego 3, Totaro 3, Johnson 17. Coach Ciociola

Arbitri: Vincenzo Giordano di Bari (BA) e Angelo Lenoci di Massafra (TA).

Parziali: 11-24; 27-47; 45-67; 64-84.

Valle D’itria Basket Martina: TL 14/25 T3 4/15.

Angel Manfredonia: TL 8/16 T3 6/15.

Commenta
(Visited 48 times, 1 visits today)

About The Author