Virtus Bologna-Bondi Ferrara posticipo di Serie A2 girone Est, sia coach Ramagli che Furlani suonano la carica in vista del match di stasera

In programma stasera alla Unipol Arena di Bologna alle ore 21:00 la sfida fra Virtus e Bondi Ferrara, posticipo della ventesima giornata del girone Est di Serie A2. Tradizionali conferenze stampa di preparazione alla partita ieri per entrambi gli allenatori che hanno elogiato i rispettivi avversari e sottolineato l’importanza che avrebbe da un lato e dall’altro vincere questa partita.

ALESSANDRO RAMAGLI – Head Coach Virtus Segafredo

“Ferrara ha un nuovo tecnico, che ha avuto una decina di giorni per cambiare qualcosa all’interno di un gruppo che ha qualità offensive molto significative. E’ la squadra che tira con la percentuale più alta dal campo, considerando anche l’impatto del tiro da tre, tra le 32 della Serie A2… Noi abbiamo lavorato bene, con i giocatori che erano disponibili. E così andiamo avanti: abbiamo in testa il nostro percorso e ora dobbiamo trovare una strada, non cercare una scusa. Se finora la strada è stata di un certo tipo e ora, per situazioni oggettive, dobbiamo cercarne un’altra, proviamo a farlo, tenendo conto delle risorse che cambiano e senza piangerci addosso”.

ADRIANO FURLANI – Head Coach Bondi Ferrara

“Bologna sta cercando nuovi assetti dopo aver inserito Bruttini e non a caso ho visto che hanno provato a far giocare Lawson da numero 4 e ad inserire nuove giocate mercoledì scorso. Si stanno reinventando, vengono da due sconfitte e non possono più perdere colpi, ne siamo consapevoli… Dal canto nostro però, sappiamo che questa è una partita jolly, di quelle nelle quali non ci vengono richiesti i due punti con urgenza. Andremo a Casalecchio leggeri e senza pressioni, ma con il dovere di dare continuità alle sensazioni che ho ricevuto contro Mantova”.

 

Commenta
(Visited 168 times, 1 visits today)

About The Author