Renzullo Pallanestro Sarno, coach Parrillo a Tuttobasket.net: "Momento di stagione decisivo, servirà massima attenzione e condizione psico-fisica da grande squadra"

Tra le protagoniste assolute di questa stagione in Serie C Silver Campania, la Renzullo Pallacanestro Sarno nonostante sia una neopromossa è ad oggi tra le principali candidate ad un nuovo salto di categoria come testimonia il secondo posto in classifica a sole due lunghezze dalla capolista Virtus Pozzuoli, squadra che i sarnesi affronteranno proprio fra due giornate. Abbiamo raggiunto per questo motivo coach Adolfo Parrillo per analizzare il momento della squadra in vista della fase decisiva della stagione.

 

-Siete tra le principali candidate alla promozione finale, ad inizio anno vi aspettavate di essere a questo punto in una posizione del genere?

“Lo speravamo, abbiamo costruito lo scorso anno una squadra più forte del dovuto non solo per non avere problemi in serie D, ma soprattutto per creare una base per l’anno in corso. Abbiamo poi aggiunto a quella squadra pochi elementi, ma di assoluto valore, vedi Chiavazzo vedi Rusciano. Quindi si, quanto meno lo speravamo perché confidavamo e confidiamo tanto nella nostra squadra.”

-Siete reduci dal successo interno contro la Megaride Basket, che partita è stata?

“Megaride è una squadra molto giovane, con elementi in essa molto promettenti e i loro passi in avanti dal girone d’andata sono stati già fortemente evidenti. È stata secondo me una bella partita, loro hanno trovato subito buone soluzioni in attacco e per questo sono riusciti a creare un break d’inizio molto importante con un 11 a 0 di parziale. Pian piano siamo venuti fuori è iniziato a giocare la nostra pallacanestro, riuscendo poi in tutte le nostre scelte.”

-Vi aspetta adesso la sfida contro la Felix e poi il big match contro Pozzuoli, che partita sarà quella che vale il primo posto nel girone?

“La partita di mercoledì deve servire a mettere completamente in condizione i nuovi e a recuperare qualche situazione fisica che ci ha penalizzato non poco nelle nostre solite rotazioni. Domenica poi credo sarà una partita molto equilibrata, così come lo è stata quella dell’andata.”

-Arrivati a questo fondamentale nella corsa promozione sarà non perdere punti per strada, cosa servirà a Sarno per arrivare fino in fondo in questo campionato?

“Servirà sicuramente una condizione psico-fisica da grande squadra. Dobbiamo essere bravi ad affrontare tutte le squadre con la massima attenzione e applicare tutto il nostro volume di gioco sia tecnico/tattico che mentale, solo così siamo certi di ottenere ciò che a questo punto vogliamo con forza tutti!”

-Che augurio si sente di fare per la decisiva parte finale di stagione?

“L’augurio che posso fare a loro ma anche a noi stessi è quello di continuare a vedere una squadra in crescita, una squadra affamata di successi e per questo sempre molto determinata. Agli auguri aggiungo una promessa ovvero, che i miei splendidi ragazzi suderanno le tanto citate 7 camicie senza ombra di dubbio, per ottenere il massimo!”

Commenta
(Visited 167 times, 1 visits today)

About The Author

Andrea Amato Studente di sociologia, giocatore di pallacanestro, napoletano dalla testa ai piedi ed innamorato dello sport più bello del mondo dal 1994. Devoto a Pete Maravich, ai San Antonio Spurs e alla pizza.