7Days EuroCup, la Reyer vince in volata (68-70) a Patrasso

Importantissima vittoria esterna dell’Umana Reyer in 7Days EuroCup. Gli orogranata espugnano Patrasso per 68-70 e chiudono il girone d’andata della Top 16 con un record di 2 vittorie e 1 sconfitta, avendo giocato finora un solo match al Taliercio. Una grande partita difensiva e di squadra ha permesso agli orogranata di condurre il match dall’inizio alla fine, in un ambiente caldo come quello greco.

Assenti Cerella e Pellegrino, confermato lo starting five (Stone, Chappell, Tonut, Udanoh e Watt). Sblocca Udanoh dopo quasi un minuto e mezzo di gioco, con gli orogranata che costruiscono buoni tiri di squadra e trovano il +3 con la tripla di Chappell al 3’ (4-7). Un paio di palle perse permettono a Patrasso di restare a contatto, con Ellis in evidenza, poi gli assist (Stone in grande evidenza) trascinano l’Umana Reyer tre volte al +5: 8-13 al 5’30”, 10-15 al 6’30” e 13-18 al 7’. Lypovyy firma la tripla del 16-18 all’8’, ma, all’uscita dal time out, il protagonista è Daye, che trascina gli orogranata a chiudere il primo quarto sul 17-23.

Anche se il primo canestro del secondo quarto è di Lypovyy, l’Umana Reyer accelera e si porta prima sul 19-28 (12’) e poi sul 21-31 (13’), sempre con Bramos. Gli orogranata dominano a rimbalzo (buon impatto di Vidmar) e Patrasso sbaglia molti liberi (6/13), così gli assist veneziani (12 sui primi 16 canestri) consentono a Bramos e Mazzola di mettere le triple (6/13 da 3 punti di squadra) del 25-39 al 16’. I greci continuano ad andare in lunetta (23 tiri liberi tentati alla fine del primo tempo) e si riavvicinano fino al 35-42, poi un 2/2 di Vidmar dalla linea della carità chiude i primi 20’ con l’Umana Reyer avanti 35-44.

Nonostante un bel canestro di Watt, costruito con ottima circolazione dall’Umana Reyer, Patrasso si avvicina sul 40-46 al 21’. Ma gli orogranata, con una grande difesa e trascinati da un ispirato Tonut rispondono con un parziale di 0-7 che porta la panchina greca a chiamare il time out sul 40-53 al 23’. L’interruzione non cambia l’inerzia: sull’attacco seguente a una stoppata di Stone sulla tripla di Babb, segna ancora Tonut, che, dopo il ritorno dei greci a canestro dopo quasi 5’, mette anche la tripla del 42-58 al 26’. A questo punto, i padroni di casa alzano l’intensità difensiva, provocando alcune palle perse agli orogranata, che vedono così Patrasso rientrare fino al 50-58 con cui si va all’ultimo intervallo.

La partita è cambiata: si riparte con un’infrazione di 24” degli orogranata e il break greco arriva fino a 16-0, per la parità a quota 58 al 32’. Stone interrompe il parziale di Patrasso con la tripla del 58-61 al 33’, ma i padroni di casa non mollano e falliscono due volte la tripla del sorpasso sul 60-61, poi Watt, ben imbeccato dai compagni, fa 60-65 al 36’. Dopo il time out greco, Ellis schiaccia il 62-65 e Lypovyy fallisce la tripla del pari sulla quattordicesima palla persa orogranata. Watt provoca il quinto fallo di Ellis ma fa 0/2 dalla lunetta, anche se risponde al buzzer beater di Hall con la schiacciata rovesciata del 64-67 al 38’. Si entra nell’ultimo minuto sul 65-67. A -44” Tonut perde la sedicesima palla della partita orogranata, ma poi segna a -24” il 65-69 in contropiede sulla palla a due conquistata e vinta da Bramos con Mavrokefalidis. Dopo il time out, Lypovyy infila da otto metri la tripla del 68-69 a -15” e Tonut va in lunetta sul fallo sistematico greco: fa 1/2, ma basta per la vittoria orogranata per 68-70 perché il tentativo finale di Babb da 3 si spegne sul ferro.

Coach Walter De Raffaele: “È una vittoria importante, fuori casa, nelle Top 16, contro una squadra di grande qualità. Abbiamo giocato una difesa molto solida per tutti i 40 minuti che ci ha permesso di rimanere sempre dentro la partita. A tratti abbiamo controllato la partita giocando una pallacanestro molto fluida, poi quando nel terzo e quarto quarto il gioco è diventato una battaglia, loro sono rientrati, ma noi siamo stati bravi a reagire. È una vittoria importante perché da continuità a ciò che stiamo facendo, alla crescita di questo gruppo. Tutti hanno dato un grande contributo e questa è la cosa che più conta per noi. Ora dobbiamo resettare perché ci aspetta un’altra grande partita e poi tra una settimana incontreremo di nuovo Patrasso. È una vittoria pesante, ora dobbiamo continuare a lavorare con grande umiltà senza parlare troppo, ma lavorando tanto“.

Tabellini

Promitheas Patras – Reyer Venezia 68-70

Parziali: 17-23; 18-21; 15-14; 18-12.
Progressivi: 17-23; 35-44; 50-58; 68-70.

Promitheas: Hall 5, Babb 4, Lypovyy 14, Kafezas ne, Agravanis 11, Mavrokefalidis 1, Kaselakis 2, Mantzaris 8, Katsivelis 2, Ellis 21, Mantzoukas ne, Bazinas ne. All. Giatras.

Umana Reyer: Udanoh 4, Stone 3, Bramos 7, Tonut 15, Daye 7, De Nicolao, Filloy 2, Vidmar 4, Chappell 8, Mazzola 3, Watt 17. All. De Raffaele.

Comunicato e dichiarazioni a cura di Ufficio Stampa Reyer Venezia.

Commenta
(Visited 29 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.