Notiziario Upea Capo d'Orlando

da sito ufficiale Orlandina Basket:

Centimetro per centimetro 

La sconfitta con Avellino ha mostrato gli ampi margini di miglioramento su cui lavorare e sudare.

Sin da un minuto dopo la gara, la nostra testa era già alla prossima sfida interna per riprendere il cammino iniziato negli ultimi minuti di Bologna, a sprazzi con Roma e nella vittoriosa trasferta di Cremona. 

Anche domenica 16 novembre per la gara con la Juve Caserta delle 18.15 avremo bisogno del vostro calore. I cancelli apriranno alle 17.00.

 

TICKET ORLANDINA VS CASERTA

– Online attraverso i siti www.orlandinabasket.it e www.ticketone.it

– Nei Punti Vendita Ticket One distribuiti sull’intera Provincia di Messina e Regione Sicilia; elenco disponibile su www.ticketone.it

– Tabaccheria Valenti in Piazza Matteotti 13, Capo d’Orlando 
da lunedì al sabato con orari di esercizio

– Agenzia Viaggi Nebrodi & Olie in Via Messina 47, Capo d’Orlando
da lunedì al venerdì con orari di esercizio

– Sede Sociale in Via Beppe Alfano 1, Capo d’Orlando
da lunedì al venerdì con orari 10.30-12.30 e 16.30-18.30


 

L’avversaria: Caserta 

Non un momento facile per la Juve Caserta, che dopo il difficile inizio di campionato ha cambiato anche la guida della squadra. Non c’è più, infatti, coach Emanuele Molin: al suo posto squadra affidata alla coppia Baioni-Esposito. La squadra, invece, dovrebbe essere consegnata alle mani di Moore, 6.5 punti, 6 assist e 2.3 palle recuperate di media, la guida della squadra. La guarda è il classe 1990 Frank Gaines, 11.3 punti a gara. Sam Young, miglior pointman della Lega A, è l’ala piccola della formazione bianconera. Il suo contributo è di 23.5 punti a gara, con il 70% da 2, 7 rimbalzi di media, 1.3 assist ed una valutazione media di 25.3 due lunghi sono Scott e Howell. Il primo mette a segno 8.8 punti raccogliendo 7.1 contese, mentre il centro raccoglie 6.3 rimbalzi e mette a referto mediamente 10 punti a match. Dalla panchina escono cambi di qualità. Mordente e Tommasini cambiano Moore e Gaines, mentre Sergio e Michelori cambiano i lunghi casertani.

 


 

Orlandina, la carica del Baso

Giuseppe Lazzaro – Gazzetta del Sud

CAPO D’ORLANDO – La lezione del “Baso”. In una fase delicata di questo tribolato avvio di stagione le sagge parole di Gianluca Basile sono uno sprone per una Orlandina che si appresta ad affrontare Caserta, primo vero scontro, sulla strada della permanenza e gara assolutamente da non fallire. «Come avevo detto a inizio stagione – dice la guardia biancazzur-ra – la Serie A è nettamente più fisica e tecnica rispetto alla A2 che abbiamo lasciato ma la differenza maggiore, ribadisco, è la prestanza fisica». – Come commenti lo score di 1-4 per voi in questo avvio di campionato? «Delle cinque partite che abbiamo giocato la sconfitta contro Avellino è quella veramente maturata per meriti dei nostri avversari visto che hanno giocato una grande partita, sia in attacco che in difesa. Noi ci abbiamo provato, siamo riusciti anche ad andare a -1 a metà del terzo quarto, poi loro hanno operato il contro-break decisivo. Quello che non ci sta sono le prime due partite e l’atteggiamento, sbagliato, che abbiamo avuto: sia contro Pistoia in casa nostra che a Bologna con la Virtus. Dopo ci siamo messi un po’ a posto, sia contro Roma che a Cremona. Mi aspettavo, però, l’inizio in questa maniera soprattutto per gli americani nuovi che devono capire come funzionano le cose in Serie A». – Ci vuole un tuo maggiore coinvolgimento in attacco e far funzionare determinati schemi per liberare i tuoi tiri? «Non è questa la chiave, secondo me, per avere più continuità nei risultati. A Cremona abbiamo vinto, contro una squadra che aveva piazzato due vittorie prima e ne ha fatta un’altra e sempre fuori casa domenica, dove ho realizzato zero punti ma sacrificandomi in difesa su Vitali. La nostra squadra non ha bisogno dei miei punti ma di un coinvolgimento di tutti con la palla che deve girare e circolare di più, difendere meglio ed avere un atteggiamento positivo. Io credo che non ci vuole tanto per vincere le partite». – Domenica la sfida interna contro Caserta è già una sorta di “spareggio” anticipato per la salvezza. «Anche io sono un po’ sorpreso di questo avvio di Caserta anche perché li avevamo affrontati due volte in pre-campionato e mi avevano fatto una ottima impressione. Contro Caserta, gara importante ma non fondamentale per la classifica, dobbiamo essere pronti anche ad affrontare la loro mentalità. Hanno appena cambiato allenatore, ho saputo che c’è Esposito, ecco possono avere quella scossa, morale e psicologica, che in un gruppo deriva naturalmente quando si cambia l’allenatore. Un cambio di mentalità lo dovrebbero avere, almeno per i primi tempi. Noi – conclude Basile – dobbiamo pensare a fare la nostra partita e avere l’atteggiamento visto contro Roma e a Cremona per cercare di vincere». Ancora terapie per Flynn che, malgrado sia guarito dalla lesione muscolare, non è tornato ad allenarsi ieri pomeriggio alla ripresa della preparazione. Dall’altra parte sembra che, al momento almeno, eventuali soluzioni in corsa (Caja in primis) siano tenute in naftalina e che, dopo l’esonero di Molin, sia l’ex Vincenzino Esposito, promosso da assistente, a guidare Caserta a Capo d’Orlando. Intanto la società campana ha annunciato il silenzio stampa.

Commenta
(Visited 7 times, 1 visits today)

About The Author