ABC Castelfiorentino, coach Bagnoli: "Il 2016 è stato un anno super, sono orgoglioso di quello che questi ragazzi hanno dato e stanno dando"

Una prima parte di campionato andata oltre le più rosee aspettative.
E’ questo il pensiero comune del direttore sportivo Alessio Belli e dell’head coach gialloblu Daniele Bagnoli sull’Abc che ha chiuso il 2016 da capolista del campionato di C Gold.
“Non avremmo mai immaginato di chiudere il 2016 al primo posto in classifica, e neppure ci pensavamo all’inizio della stagione” afferma il ds Alessio Belli “e questa cosa ci rende estremamente felici ed orgogliosi del nostro percorso fino ad oggi. I ragazzi hanno condotto una prima parte di stagione indubbiamente sopra le righe, e questo grazie a tantissimi fattori. Innanzitutto la serietà e la passione con cui si allenano e che mettono in campo ad ogni partita, poi la compattezza del gruppo ed infine, alla base di tutto, la competenza dello staff, dagli allenatori ai fisioterapisti ai dottori. Si è creato l’amalgama perfetto”.
Vedendo l’Abc lassù in cima, è cambiato qualcosa negli obiettivi della società?“Fondamentalmente no. E’ chiaro che abbiamo iniziato la stagione guardandoci negli occhi e dicendoci che l’obiettivo era mantenere la categoria e quindi cerchare di entrare nelle prime otto posizioni, in un modo o in un altro. Adesso l’obiettivo resta quello di mantenere la categoria, ma non vogliamo nemmeno buttare al vento quello che di buono abbiamo fatto fino ad oggi, quindi cercheremo di entrare tra le otto dei playoff nella miglior posizione possibile”.
La crescita dei giovani era un altro degli obiettivi della società e pare che i giovani stiano ricambiando la fiducia dello staff..
“I giovani rappresentano l’aspetto più bello di una prima parte di stagione da incorniciare. Tozzi e Daly sono due conferme fondamentali, e tutti sappiamo quanto sia più difficile confermarsi rispetto all’apparire soltanto. Si stanno ritagliando minutaggi importanti ed in questa ripresa di campionato avranno ancora più spazio dovendo supplire ad assenze importanti, quindi le loro responsabilità aumenteranno. Cantini rappresenta una bellissma sorpresa: partito più indietro rispetto agli altri sta crescendo giorno dopo giorno, ed è evidente. Maestrini e Ticciati sono due scommesse che stanno rispondendo bene e stanno piano piano emergendo. Avere una prima squadra composta per nove decimi da nostri giocatori e vedere crescere i giovani è un onore e un vanto”.
Le prossime tre partite saranno fondamentali e anche molto toste: come si presenterà l’Abc?
“Sicuramente non nelle condizioni migliori. Belli è in attesa di operarsi alla spalla e sarà fuori per tutta la stagione, con l’obiettivo ormai di tornare pronto per la preparazione di agosto; Manetti sta ancora accusando l’infortunio alla spalla e sarà sicuramente out con Lucca, mentre dovremo recuperarlo per il derby di Empoli; Montagnani invece ha accusato un problema muscolare nell’allenamento di lunedì e dovrà star fermo per due settimane, quindi speriamo di riaverlo per la partita contro la Pielle il 22 gennaio; infine Papi sta ancora giocando nonostante il dolore alla caviglia dopo la distorisione di dicembre, e speriamo che possa ritrovare la perfetta forma fisica quanto prima. Insomma, non è assoluatmente un bel momento dal punto di vista fisico, per questo dicevo che i giovani adesso avranno ancora maggiori responsabilità. Saranno tre partite durissime contro tre squadre che potrebbero tranquillamente occupare le prime tre posizioni, il derby in particolare contro la vera rivelazione del campionato. Contro la Pallacanestro Empoli facemmo una fatica enorme già all’andata, quindi da loro sarà ancora più dura. Saranno tre partite determinanti e se riuscissimo a conquistare almeno quattro punti su sei, considerando che poi dovremmo recuperare anche gli infortunati, potremmo avere già una prospettiva più chiara sul campionato”.
Cosa volete dire alla squadra prima della ripresa della stagione?
“Che siamo orgogliosi di quello che giovani, veterani e staff sono riusciti a fare e che abbiamo grandissima fiducia in loro. Sappiamo che ci aspetterà un mese bello tosto, indubbiamente il più difficile della stagione, ma dobbiamo cercare di far quadrato intorno all’emergenza e difendere quello che di buono abbiamo fatto fino ad oggi”.

Dello stesso avviso anche coach Daniele Bagnoli che non nasconde l’orgoglio di essere in prima posizione, pur consapevole di quanto il campionato sia ancora lungo e complicato, vista anche la concatenazione di tanti problemi fisici uno dietro l’altro.
“Il 2016 è stato indubbiamente un anno super e in questa prima parte di stagione siamo stati bravi a lavorare sodo e a trovare il giusto amalgama. I giovani sono stati super ad impegnarsi e a capire quello che noi chiedevamo loro, visto che sono anche quelli più impegnati poichè oltre alla C Gold partecipano ad un campionato tosto come l’Under 18 Eccellenza, mentre i veterani hanno capito la necessità di integrarli e lo hanno fatto in maniera esemplare. Rispetto alle scorse stagioni, in cui eravamo una squadra di senior con qualche giovane promosso dal vivaio, quest’anno la situazione si è ribaltata: siamo una squadra di giovani, ed i senior si sono adeguati alla situazione. Ne è emerso il giusto mix di freschezza ed esperienza, cosa tutt’altro che scontata, e questo ha rappresentato la nostra forza”.
Come si prospetta adesso il prosieguo della stagione?
“Essere al primo posto non significa che cambiano le nostre priorità. L’obiettivo è lo stesso di inizio anno, ovvero cercare di entrare nei playoff per avere la matematica certezza del mantenimento della categoria. Certo, se a inizio anno pensavamo soltanto ad entrare, in un modo o in un altro, tra le prime otto, adesso vogliamo provare ad entrarci restando tra le prime quattro. Ma credo sia più che normale porsi questo obiettivo per non buttare al vento quello che di buono abbiamo fatto fino ad ora. Ma senza nessun tipo di pressione. Chiaramente adesso il campionato si fa tutto in salita, sia per i nostri infortuni, indubbiamente pesanti, sia perchè altre squadre come Lucca, Agliana, Pallacanestro Empoli, Don Bosco Livorno, la stessa Pielle, stanno emergendo e stanno trovando anch’esse la giusta alchimia. Quindi dovremo continuare a dare il massimo come abbiamo fatto fino ad oggi, poi soltanto il campo darà il suo verdetto. Ma sono orgoglioso di quello che i ragazzi hanno dato e stanno dando. Avanti così”.

L’Abc tornerà in campo sabato alle ore 18 al PalaTagliate di Lucca contro il Cmb per l’ultima giornata del girone di andata.

 
Fonte: Ufficio Stampa ABC Castelfiorentino
Commenta
(Visited 31 times, 1 visits today)

About The Author