Accademia Su Stentu a caccia del poker contro Cassino

E’ un ottimo momento di forma per l’Accademia Su Stentu Cagliari, che nel clima di grande fiducia dato dai tre successi consecutivi conquistati contro Venafro, Costa d’Orlando e Battipaglia si prepara ad affrontare il terzo impegno ufficiale nel giro di una settimana. Avversaria di turno la BPC Virtus Cassino, reduce dallo stop casalingo contro la vice capolista Barcellona (82-96).

L’analisi del momento felice in casa Pirates la offre il playmaker Mauro Graviano: “I miglioramenti si vedono – commenta il numero 4 biancoblu – non solo in campo, dove stiamo metabolizzando le nuove idee di gioco, ma anche fuori, con il gruppo che si sta amalgamando nel migliore dei modi. Stiamo vivendo un bel periodo e speriamo di andare avanti così”. Graviano riavvolge il nastro e torna sul match di mercoledì al PalaZauli, vinto per 62-64 con una grande prova di maturità: “Siamo andati a Battipaglia senza due pedine importanti come Pilo e Samoggia – aggiunge – ma non volevamo che queste assenze rappresentassero degli alibi. Eravamo convinti di poter vincere, e questa sicurezza ci ha permesso di superare i momenti difficili che si sono presentati all’interno della partita. A ogni parziale subito non abbiamo mai perso il controllo, rispondendo con serenità e fiducia nei nostri mezzi. Stiamo giocando con la testa libera, e i risultati si vedono. A proposito della partita di mercoledì mi preme sottolineare anche la bella prestazione di Trionfo, Locci e Floridia, che hanno ricoperto con grande sacrificio i ruoli di 3 e 4 sopperendo così alla mancanza di Samoggia”.

Ma tra i segreti dell’affermazione in terra campana c’è anche la prestazione del regista classe 1989, secondo miglior realizzatore alle spalle di capitan Vanuzzo con 18 punti e autore di diversi canestri fondamentali nell’economia della sfida. Tra questi, anche due triple. Circostanza non usuale per Graviano, che non è un tiratore puro. Anche se: “Sto lavorando tanto su questo aspetto – ammette – coach Caboni mi ha dato piena fiducia, e sento attorno a me anche quella dei compagni. Quando mi sono trovato libero oltre l’arco non ci ho pensato due volte a tirare”. E quando si parla delle ottime medie fatte registrare in questo inizio di regular season, Graviano si schermisce: “Posso migliorare ancora tanto, sia in attacco che difesa. Ho una struttura fisica particolare, entro in condizione più lentamente rispetto ad altri, ma ora sento che le gambe iniziano a girare bene”.

Sabato pomeriggio al PalaPirastu sarà di scena la Virtus Cassino, che fino a ora ha fatto registrare un bilancio di 2 vittorie e 4 sconfitte. Ma la classifica non deve ingannare: il calendario è stato piuttosto severo con la BPC, che ha già dovuto affrontare formazioni molto quotate come Valmontone, Luiss, Salerno, Palestrina e, nell’ultimo turno, Barcellona. Il miglior realizzatore di squadra è l’ala italo-argentina Enzo Cena (15.5 punti), ma nel roster guidato da Luca Vettese fa capolino anche una vecchia conoscenza della palla a spicchi isolana, ovvero quel Manuel Carrizo che fu protagonista della promozione in A2 della Dinamo Sassari nella stagione 2002/03: “Non ci fidiamo di ciò che dice la classifica – conclude Graviano – in questa fase è ancora poco significativa. Cassino è sicuramente una squadra temibile e saprà metterci in difficoltà”.

Palla a due sabato 4 novembre alle 15.30 al PalaPirastu di via Rockefeller a Cagliari. Gli arbitri designati sono Riccardo Spinello di Marnate (VA) e Claudio Berlangieri di Trezzano sul Naviglio (MI).

Commenta
(Visited 25 times, 1 visits today)

About The Author