Action Now! Monopoli - Masseria S. Teresa Monopoli 83-61

L’ACTION NOW! BATTE AGEVOLMENTE L’AP E SALE ANCORA IN CLASSIFICA                   

La stracittadina si è giocata dinanzi ad un pubblico numeroso ed ha offerto spunti di buon basket    

Prosegue la corsa dell’Action Now! Monopoli, che batte l’AP nel primo derby “ufficiale” stagionale (dopo quello del Memorial “Grattagliano”) e sale ancora in classifica ad 8 punti. La gara si è giocata in una splendida cornice di pubblico, a conferma che l’interesse per il basket in città sia tutt’altro che sopìto, malgrado le dolorose rinunce degli ultimi anni a disputare campionati di categoria superiore alla Serie D regionale.

In realtà, anche in questa occasione in diverse occasioni lo spettacolo offerto dagli atleti in campo ha fatto pensare a chi osservava che la partita avrebbe ben potuto disputarsi in contesti più nobili: onore dunque al merito dei giocatori e degli staff tecnici, che si preparano con cura di settimana in settimana, adoperando un’apprezzabile professionalità.

La cronaca dell’incontro parte da un primo quarto in cui l’AP ha tenuto testa ai padroni di casa dell’Action Now! giocando con personalità (molto bene il ’97 Gabriele Tedeschi) e ribattendo colpo su colpo alle iniziative di Roberto Rollo, che essendo sceso in campo dopo una settimana di stop assoluto per un problema muscolare ha provato ad entrare subito in partita e testare così le sue condizioni. Nella seconda frazione, malgrado il grande impatto sul match di un superlativo Gianlori Sibilio (di gran lunga il migliore dei suoi con una prova encomiabile), l’Action Now! ha iniziato a spingere sull’acceleratore e con veloci transizioni ha scavato il primo break, profittando anche di un passaggio molto proficuo sul parquet di capitan Rosato, tornato su livelli di eccellenza. Al rientro dall’intervallo lungo si è assistito ad interessanti schermaglie tattiche tra i 2 coach, che si stimano e conoscono molto bene. Mentre Carolillo ruotava i suoi per preparare il rush finale, Morè chiedeva il massimo sforzo per rientrare ad uno svantaggio recuperabile. Si giungeva così sul punteggio di 55 – 47 all’ultima e decisiva frazione, nella quale il coach dell’Action Now! calava sapientemente la carta Ciccio Centrone, all’esordio stagionale, e grazie alle sue giocate difensive “blindava” il suo canestro. In attacco si scatenava un Calabretto fisicamente straripante, capace di spaccare in 2 la partite con azioni di incredibile pregio acrobatico, una delle quali strappava applausi di ammirazione all’intera palestra Melvin Jones: un alley-oop spettacolare e davvero indimenticabile, che solo un super atleta come Sabino poteva completare. La partita la chiudeva Tommy Stomeo con 2 triple consecutive, mentre il baby Christian Palmitessa (98) nelle battute finali allargava il divario con altre 2 conclusioni dalla lunga distanza che testimoniavano i suoi continui progressi in questo fondamentale. Finiva così una gara piacevole, ben giocata a tratti dall’AP malgrado la pesante assenza di Roberto Cipulli e interpretata con diligenza ed attenzione dall’Action Now!, che sapeva di avere Rollo, Fabrizio Masciulli (generoso ed intelligente a mettersi a disposizione di coach e compagni, essendo menomato da una caviglia in disordine) e Centrone molto lontani dalla loro condizione migliore.                     

A fine gara tocca proprio a Ciccio Centrone esprimere la sua soddisfazione: “Ho fatto quello che potevo, purtroppo sono poco allenato e la mia autonomia in questo momento è piuttosto limitata. Volevo dare una mano ai miei compagni, eravamo in emergenza ma credo sia venuta fuori ugualmente una buona partita. Ringrazio la società e lo staff tecnico per la fiducia, la mia voglia di giocare è intatta ma il percorso di studio e lavoro che ho intrapreso all’estero non mi consente per ora di dare un contributo maggiore. Stasera sono tornato ad emozionarmi e divertirmi, è stato sempre così quando sono sceso in campo in maglia Action Now! negli ultimi 2 anni”.

Sabato prossimo si gioca in trasferta a Brindisi al Palazzetto di Via Ruta con l’ASSI, formazione protagonista di un buon avvio di stagione. 

ACTION NOW! MONOPOLI – AP M.S. TERESA MONOPOLI  83 – 61 

(1° Q: 19 – 20; 2° Q: 41 – 30; 3° Q: 55 – 47)

ACTION NOW MONOPOLI: Stomeo 9, Calabretto 26, Masciulli 4, Rosato 6, Lagalante 2, Calisi 5, Russano 4, Rollo 17, Centrone F. 4, Palmitessa 6.  Allenatore: Sergio Carolillo – Assistente: Mattia Consoli

AP M.S. TERESA MONOPOLI: Gentile Andrea 7, Gentile Marco 3, Allegretti 8, Gentile Piero 4, Tedeschi 9, Lamanna 4, Brunetti 6, Lot, Notarangelo 2, Sibilio 18. Allenatore: Massimo Morè – Assistente: Ignazio Fino

Arbitri: Saggese e Ranieri

UFFICIO STAMPA ASD ACTION NOW! BASKET MONOPOLI


Action Now!- Ap Masseria Santa Teresa: il derby è dell’Action Now!

Coach Morè: “Non abbiamo messo la cattiveria, onore all’Action Now!”

“Abbiamo giocato solo i primi due quarti, dobbiamo cambiare registro”. Le parole di coach Morè a fine partita rendono bene ciò che è stato il primo derby della stagione di serie D tra Action Now! e Ap Masseria Santa Teresa. 

Il match si è concluso 61-83 in favore dell’Action Now!, un risultato che rende onore alla squadra di Sergio Carolillo che è stata in vantaggio sempre in vantaggio. Una distanza numerica che è diventata sempre più importante nell’ultimo quarto di gioco con le triple di Calabretto e Palmitessa. 

“Onore all’Action Now! che ha fatto un’ottima gara, ma noi non siamo scesi in campo come avremmo dovuto. Non abbiamo messo né la cattiveria né la volontà giusta per provare a vincere la partita”, ha commentato a caldo coach Morè. Ottima la prestazione del neo acquisto Gianlory Sibilio che si è distinto non solo per i punti fatti, ma anche per la grinta. “Sono contento di Sibilio che, pur essendo fuori allenamento, fa la differenza mettendo testa e volontà”, ha ribadito Morè. 

Pesante l’assenza del miglior realizzatore dell’Ap Masseria Santa Teresa, Roberto Cipulli. A commentare il vice allenatore Ignazio Fino: “La mancanza di Cipulli si è fatta sentire, ma non vuol dire che la partita devi perderla così. Anzi è in questi casi che deve venir fuori lo spirito di squadra”.

Un nuovo modo di gioco viene auspicato anche dal presidente Onofrio Lamanna: “ Serve un cambiamento e una scossa forte, non siamo mai entrati in partita. Pur dando onore all’Action Now!, non abbiamo fatto la nostra parte cioè cercare di stabilire un nostro ritmo di gioco”.

Commenta
(Visited 12 times, 1 visits today)

About The Author