Agrigento vince di squadra, battuta Bergamo

In un PalaMoncada che omaggia Kobe Bryant la Fortitudo Agrigento ha affrontato Bergamo dell’ex, Ruben Zugno. Non era una partita semplice, ed i biancazzurri lo sapevano già.

Coach Cagnardi ha dovuto rinunciare al migliore marcatore, ovvero Christian James. Dopo un avvio non semplice, Agrigento, sale in cattedra e vince con il risultato di 85 a 65. In partita coach Cagnardi, sceglie: Ambrosin, Pepe, Easley, De Nicolao e  Chiarastella.

I biancazzurri aprono con De Nicolao, ma al play risponde l’ex, Zugno.  In difesa, Agrigento, alza il muro con Easley e Rotondo ma Carrol trova spazio. Il capitano, Albano Chiarastella, si invola e trova il vantaggio: 11-8. Bergamo non arretra, Allodi trova il 15 – 15. Zugno distribuisce assist e Agrigento prova a reagire con i con i canestri di Simone Pepe. Il secondo quarto si apre con il canestro di Paolo Rotondo. Bergamo torna ai punti e lo fa con Bozzetto. Agrigento reagisce e lo fa con la grinta del suo capitano, Albano Chiarastella. I biancazzurri vanno a riposo lungo sotto di un punto: 38-39.

Nel terzo quarto, la Fortitudo Agrigento, cambia volto. Sotto canestro, i biancazzurri, trovano punti buoni grazie a Tony Easley. Lorenzo Ambrosin, di forza, trova il canestro del: 51 a 45. Pepe intercetta un pallone giusto, scambio con Cuffaro, assist e canestro: 54-48.  Agrigento trova il ferro con Easley, ma Veronesi non sbaglia: 60-49. In cabina di regia, Giuseppe Cuffaro, assist per Pepe: tripla. Agrigento torna ai punti e lo fa con un super Veronesi, tripla. Bergamo perde terreno e Agrigento giganteggia.

A mettere il sigillo sulla gara, ci pensa Tony Easley: schiacciata del 70 a 49. Assist di Ambrosin – subentrato a Pepe –  e ancora canestro di Easley. Azione personale di Cuffaro, canestro. Coach Cagnardi regala l’esordio al giovane, Umberto Indelicato, due triple che segnano una serata da ricordare. In campo, anche Alessandro Moricca, tripla e serata da incorniciare. Agrigento vince una partita non facile, i biancazzurri torneranno in campo in nove febbraio al PalaMoncada.

MRinnovabili Agrigento – Bergamo 85-65 (17-23, 21-16, 18-10, 29-16)
MRinnovabili Agrigento: Tony Easley 22 (9/14, 0/0), Simone Pepe 17 (4/6, 2/9), Paolo Rotondo 10 (4/5, 0/0), Albano Chiarastella 9 (3/4, 1/4), Giovanni Veronesi 7 (1/1, 1/4), Umberto Indelicato 6 (0/0, 2/3), Giovanni De nicolao 5 (2/3, 0/0), Lorenzo Ambrosin 4 (2/4, 0/4), Alessandro Moricca 3 (0/0, 1/1), Giuseppe Cuffaro 2 (1/2, 0/1), Samuele Moretti 0 (0/0, 0/0), Christian James 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 12 / 18 – Rimbalzi: 31 10 + 21 (Tony Easley 8) – Assist: 22 (Lorenzo Ambrosin 5)
Bergamo: Ruben Zugno 21 (5/11, 3/5), Giovanni Allodi 14 (5/7, 1/3), Jeffrey Carroll 12 (4/8, 0/5), Darryl joshua Jackson 10 (1/3, 2/5), Davide Bozzetto 8 (3/5, 0/0), Cosimo Costi 0 (0/1, 0/1), Andrea Augeri 0 (0/1, 0/0), Omar Dieng 0 (0/0, 0/0), Matteo Parravicini 0 (0/0, 0/0), Enrico Crimeni 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 11 / 21 – Rimbalzi: 27 8 + 19 (Davide Bozzetto 8) – Assist: 12 (Ruben Zugno 7)

Ufficio Stampa Pallacanestro Agrigento

Commenta
(Visited 31 times, 1 visits today)

About The Author

Martino Ruggiero Nato a Taranto, trasferito a Roma tre anni fa per inseguire il mio sogno e per studiare Giurisprudenza, 21 anni. Seguo qualsiasi sport da quando sono nato. Per la pallacanestro ho fatto il giocatore, l'allenatore e il telecronista ma i tasti più consumati del mio telecomando sono quelli che mi portano al calcio. Amante delle storie sportive, da raccontare, da leggere e da ascoltare. Appassionato di viaggi, non conosco un stato d'animo diverso dall'ottimismo.