Agropoli non abbandona la speranza di ripescaggio, Scafati riparte da coach Iovino

Ancora tanti punti interrogativi gravitano intorno alle società che militeranno nel prossimo campionato di serie B. Tante le novità di questo torneo, sia per quanto concerne la formula di svolgimento, che il numero delle formazioni partecipanti.

QUI AGROPOLI. Si è ridotta all’osso la speranza del BCC Agropoli di essere ripescata in serie A2. La compagine cilentana ha espletato tutti gli obblighi previsti dal regolamento per ritrovarsi in cima alla lista delle società che possono aspirare ad essere iscritte al prossimo secondo campionato nazionale, facendo domanda di iscrizione come squadra riserva. Le difficoltà economiche di Virtus Roma (serie A), Azzurro Napoli (serie A2) e soprattutto Basket Barcellona (serie A2) avevano accesso il lumicino di speranza dell’entourage di patron Giulio Russo. Nelle ultime settimane però gli scenari sono cambiati: le società capitolina e partenopea hanno adempiuto per tempo ai vari impegni previsti per l’iscrizione; il club siciliano è l’unico a tenere ancora sospesa una piccola speranza, anche se pare obiettivamente difficile il ripescaggio, visto che il presidente Bonina, in extremis, è riuscito ad inoltrare le liberatorie ai giocatori e la documentazione necessaria, insieme ai versamenti delle tasse e delle fideiussioni. Manca solo il placet della Com.Tec., che dovrebbe arrivare a breve. Una volta conosciuto ufficialmente il campionato a cui parteciperà, il d. s. Di Sergio inizierà a muoversi sul mercato per allestire staff tecnico e organico.

QUI SCAFATI. Il BCC Agropoli è stato intanto inserito nel girone C del prossimo campionato di serie B, insieme alle altre due squadre campane S. Michele Maddaloni e Cesarano Scafati. Quest’ultima ha ufficializzato prima il proprio organigramma societario e poi la propria iscrizione al campionato. «Questo è un sogno che si realizza, un risultato record. I sacrifici che abbiamo fatto sono stati tanti – ha dichiarato il presidente gialloblù Luigi Cesarano – ma siamo contenti che, dopo cinque anni, il nostro gruppo cresce sempre di più e molta gente si appassiona al nostro progetto. Siamo giovani, ma con tanta voglia di divertirci e di fare bene. Dobbiamo continuare a lavorare con umiltà e determinazione. Siamo pronti per la prossima stagione». La prossima stagione agonistica del club scafatese, alla sua quinta promozione consecutiva, ripartirà dallo stesso allenatore con il quale hanno iniziato alle origini questa fantastica avventura: coach Luigi Iovino. «Per il sesto anno consecutivo stessa panchina. Nuova serie, ma stessa passione e voglia di fare bene. Non vedo l’ora di iniziare». Sul fronte squadra, sembrano certe le riconferme di Carrichiello e Parlato. Si vocifera dell’ingaggio probabile dell’esterno Nobile, del playmaker Di Capua e del pivot Malpede.

Commenta
(Visited 9 times, 1 visits today)

About The Author