Agropoli non perdona una Novipiù assente

Nonostante 3 giocatori in doppia cifra, la Novipiù deve arrendersi alle bocche di fuoco di Agropoli (Trasolini, Tavernari e Roderick). Una partita sempre in salita per Casale che si è trovata anche a -26,

Il match inizia con il canestro rossoblu firmato Martinoni, a cui risponde Roderick. Casale sbaglia più volte e Tavernari punisce dalla lunga distanza: 7-2 dopo 4’ di gioco. Fall sblocca la situazione casalese, ma ancora una volta Agropoli risponde con 4 punti consecutivi di Trasolini che portano i campani sull’11-4 a metà quarto. Martinoni e Saunders dalla lunga distanza, riducono il divario tra le due squadre (15-14) quando mancano 2’ al termine. Roderick dalla media distanza si fa però trovare pronto e manda le squadre al mini intervallo sul 19-14.

Il secondo quarto si apre con il canestro di Carenza, con Casale troppo imprecisa al tiro, e quando sono passati 2’ minuti, il punteggio è di 21-14. Martinoni e De Nicolao provano a tenere in scia la Novipiù, ma Tavernari scuote subito i suoi realizzando una tripla: 26-18 quando mancano 6’ all’intervallo lungo. Casale continua a sbagliare troppo e Bolpin punisce da 3, regalando il 29-18. Blizzard prima e Martinoni poi, provano a sbloccare il punteggio rossoblu, ma i padroni di casa continuano a macinare punti e con la tripla di Spizzichini si portano sul 34-22 a meno di 1’ dal termine. Tomassini e Natali sono imprecisi dalla lunetta e si va negli spogliatoi sul punteggio di 43-27.

Alla ripresa continua l’imprecisione di Casale, mentre per Agropoli la tripla di Santolamazza apre la strada al break dei padroni di casa: 50-27 dopo 2’. Martinoni segna il primo canestro casalese del quarto a cui segue la tripla di Saunders, portando il punteggio sul 53-34 a metà del terzo periodo. Agropoli non riesce più a segnare, ma Casale non riesce a sfruttare questo momento. Quando mancano 2’, Martinoni sblocca l’astinenza al tiro, con la Novipiù che cerca di riavvicinarsi (53-36) stringendosi in difesa. Santolamazza e Bray dalla lunetta inchiodano il punteggio sul 55-39.

Ultimo quarto che inizia subito con la tripla di Tavernari a cui risponde Martinoni. Casale cerca di alzare la difesa, ma Trasolini ha le mani che scottano e continua a segnare. Dopo 3’ Ramondino è costretto a chiamare time out per cercare di contrastare le bocche di fuoco di Agropoli, che hanno portato il punteggio sul 66-44. Vangelov e Blizzard provano a risollevare le sorti della Novipiù, e quando mancano 5’, il punteggio è 68-54. Agropoli però continua a segnare con i soliti Trasolini e Roderick, portandosi così sul +17 (74-57) quando mancano poco più di 3’ al termine. Gli ultimi minuti servono solo a delineare il risultato finale: 82-67.

BCC AGROPOLI – NOVIPIU’ CASALE:  82–67  (19-14, 43-27, 55-39)

BCC AGROPOLI: Merella, Santolamazza 7, Manfrè, Bovo 3, Bolpin 3, De Paoli, Trasolini 28, Carenza 2, Spizzichini 5, Di Prampero, Roderick 15, Tavernari 19. All. Paternoster

NOVIPIU’ CASALE: Saunders 6, De Nicolao 2, Bray 14, Tomassini 1, Natali 1, Blizzard 13,Denegri 2, Martinoni 20, Vangelov 4, Ruiu ne, Fall 4. All. Ramondino

Le interviste nel post partita di Agropoli

Coach Ramondino: “Noi poco energici e senza determinazione”

Le impressioni di coach Ramondino dopo la sconfitta nella trasferta di Agropoli: “Grandissimi complimenti non solo per questa partita ma per la stagione intera. Una partita un po’ inadeguata, sicuramente con scarsa energia e determinazione. Dobbiamo assolutamente far salire il nostro livello nel grado di attenzione e speriamo piano piano di riuscire ad imparare qualcosa da queste partite che con una certa cadenza, di tanto in tanto, ci capitano e non ci permettono di sognare come vorremmo. La nostra sfida è quella comunque di cercare di migliorarsi. Agropoli è una squadra determinata ed aggressiva e ha meritato la vittoria, però avrei preferito perdere con meno errori da parte nostra come i molti errori da sotto canestro. Per quanto riguarda i nostri obbiettivi, noi non ce ne poniamo anche per evitare poi di fare figure non piacevoli quindi viviamo molto alla giornata e restiamo con i piedi perterra. Sicuramente la nostra situazione, con Natali in arrivo da un infortunio e Bray che orna da una febbre non ci aiuta – e questi non sono alibi – non ci aiuta, ma dobbiamo cercare di avere un po’ più di continuità, in primis negli allenamenti e poi nelle prestazioni in gara”.

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author