Albatros Cup 2016: quattro chiacchiere con gli MVP

Dopo una settimana esatta dall’inizio del torneo Albatros Cup di Scafati, abbiamo avuto la possibilità di intervistare i 4 MVP della manifestazione targata 2016.

Abbiamo chiesto ai 4 MVP il perchè hanno scelto di partecipare all’Albatros Cup e cosa vuol dire vincere il premio di Most Valuable Player in questo torneo che oramai da sei anni è al centro dello strettball campano e non.

Partiamo dal gentil sesso, l’MVP della Pink Challenge, il torneo femminile. Parliamo di Rosa Cupido, ex Castellamare di Stabia,  in uscita da Ariano Arpino e accasatasi poche settimane fa in maglia Bonfiglioli Ferrara, serie A2.

Ecco le sue parole: ‘Ho voluto partecipare perchè è uno dei tornei che fanno in Campania ed è comunque un modo per stare insieme e ritrovarmi con molte amiche che magari durante l’anno vedo poco, e poi anche perchè giocare a basket al campetto fa sempre piacere! Vincere l’mvp per me vuol dire che in quel momento, in quel torneo, ho giocato meglio di altre giocatrici e questo sicuramente da fiducia e fa piacere!’

Passiamo al MVP Rivelazione, proveniente dalla Cilento Agropoli, Francesco Marra.

‘Io amo questo sport. Quest’anno ho imparato ad amarlo ancora di più , diventando campioni regionali con i ragazzi del Cilento basket. Quindi ogni manifestazione che c’è di mezzo il basket , io ci sarò!

Si, vincere fa benissimo. Vincere l’ MVP è un’emozione infinita. Sappiamo tutti che il basket è un gioco di squadra , ma essere riconosciuto fra tanti ragazzi , mi fa capire che fare tanto lavoro e tanti sacrifici , ne è valsa la pena , sono orgoglioso di tutto ciò!’

Ora i due senior maschili, prima l’MVP del Torneo  Amatoriale, scafatese doc, Pasquale Festa.

‘Contentissimo di aver vinto il titolo d mvp 2k16 albatros cup, un torneo 3vs3 svolto nella mia città e in un campo che ha visto crescere tantissimi ragazzi scafatesi appassionati a questo magnifico sport. Occasione per ringraziare l intero staff per l organizzazione, questi tornei sono sempre belli, ritrovi amici ke durante l anno per impegni sportivi nn incontri ed e sempre bello parlare di pallacanestro con loro.

Ho partecipato al torneo Albatros Cup perché i miei compagni di squadra “Tre uomini e una gamba” Nicola De Gregorio, Enrico Cirillo, Giuseppe Sicignano volevano divertirsi un po con la palla a spicchi dopo alcuni anni di inattività e vista la grande passione che ci lega a questo sport da bambini non potevamo non partecipare e DIVERTIRCI!

Vincere e sempre bello a prescindere dalla categoria, poi quando a fine partita vedi le facce dei tuoi compagni di squadra con quei sorrisi a 32 denti come un bambino al parco giochi provi un emozione indescrivibile, abbiamo vinto la categoria amatoriale poi dopo e arrivato anche il premio di Mvp una giornata perfetta per un appassionato di pallacanestro come me lontano dal basket giocato da 5 anni, ringrazio in primis i miei compagni di squadra che mi hanno messo in condizione di farmi divertire e spero di aver ricambiato il favore. Contentissimo di aver vinto questo premio!’

Chiudiamo il cerchio con l’MVP  del Torneo senior maschile, Cristian Loggia, ex lungo della Cesarano Scafati.

‘Ho partecipato perché è un occasione di vedere tantissime persone che ho la fortuna di avere incontrato giocando tanti anni in Campania e perché è uno dei tornei secondo me meglio organizzati della zona.

Sono già un paio d’anni che vivo fuori per cui è anche un occasione per ritornare a casa a stare con la famiglia. A Scafati poi dove la pallacanestro è il primo sport è la città dove sono cresciuto cestisticamente per cui ci conosciamo praticamente tutti ed è molto bello stare assieme.

L’Mvp è stata una bella sorpresa, sono convinto che per caso è capitato a me, lo avremmo potuto tranquillamente vincere tutti e 4. Ovviamente è una piccola soddisfazione e significa che l’anno prossimo ho un motivo in più per tornare, difendere il titolo personale e di squadra!’

Albatros Cup, ci si vede nel 2017!

Commenta
(Visited 15 times, 1 visits today)

About The Author