Alberto Mabilia è il secondo rinforzo della Virtus Padova

La Broetto continua a percorrere la strada disegnata pochi giorni dopo la promozione, quella della concretezza e del conosciuto, così dopo aver confermato la squadra che si è guadagnata la promozione dominando i play-off, il d.s. Caiolo firma il secondo rinforzo, Alberto Mabilia, un giovane locale di grande prospettive il cui arrivo alla Virtus Padova era stato programmato già la scorsa annata.

Alberto Mabilia è un playmaker nato nel 1993 a Bassano del Grappa,  alto 176 centimetri, giocatore spettacolare, in grado di entusiasmare i tifosi con le sue specialità: l’assist, la palla recuperata, il contropiede, il tiro da 3.

Si tratta di un attaccante che sa leggere il gioco ma anche di un difensore capace di mettere grande pressione sul portatore di palla avversario.

Mabilia cresce nel settore giovanile di Marostica dove ancor giovanissimo viene inserito in DNB. Bastano due sole stagioni di apprendistato e ad appena 18 anni si guadagna i galloni di titolare.
La stagione 2011/2012 è quella del lancio definitivo, con una serie di prestazioni che lo qualificano come uno dei play più interessanti delle categorie minori. Chiude la sua ultima annata nella società casa con una media di oltre 7 punti in 23 minuti.
Nel 2012 la decisione di passare tra i professionisti accettando le offerte di Ostuni in DNA, dove parte da cambio del playmaker titolare. Grazie alla grande forza di volontà e alle sue capacità, Alberto vede crescere progressivamente il suo minutaggio.
A fine stagione arriva la richiesta di Cento che sta costruendo una squadra ambiziosa di DNB, e il giovane play prende la decisione di avvicinarsi a casa. La corsa di Cento termina con la semifinale dei play-off e la sconfitta in gara 3 contro Piacenza. Per Alberto la stagione regolare si era chiusa con una media di 20.5 minuti giocati per gara, 129 punti segnati, con percentuali di realizzazione del 35.8% da 2, 35.4% da 3 e 50% ai liberi e con una media di 1.4 assist a gara.

Alberto Mabilia è reduce da una stagione di assoluta inattività a causa di un infortunio al crociato patito la scorsa estate durante un incontro tra le rappresentative vicentina e della NCAA giocato prima di iniziare la preparazione, quando aveva già definito l’accordo con la Broetto Virtus. A certificare la completa guarigione di Alberto l’esito della visita effettuato in questi giorni dall’ortopedico di fiducia della società che ha certificato il pieno recupero e la possibilità di tornare all’agonismo.

Le caratteristiche del giocatore vicentino le riassume Roberto Rugo, attuale dirigente della Virtus Padova che affianca il d.s. nelle vicende di mercato e allenatore di Mabilia ai tempi di Marostica.

“Si tratta di un play con l’istinto del canestro, ottime capacità di coinvolgere i compagni, buon difensore sulla palla. Ha esordito in serie B a soli 16 anni e ha fatto tutta la trafila delle nazionali giovanili disputando gli europei in Grecia con la squadra dei ’93.

Un trascinatore che si inserirà a meraviglia nello spirito della Virtus, potrà condurre la squadra in alternativa a capitan Busca ma anche comporre degli accoppiamenti molto efficaci con Canelo e Salvato offrendo duttilità e flessibilità dal punto di vista delle scelte offensive”.

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author