All Star Game con Lombardi protagonista: mvp e vincitore gara delle schiacciate

LNP All Star Game 2015, che spettacolo!
Eric Lombardi protagonista, Mvp e vincitore della gara delle schiacciate

Grande spettacolo a Mantova per LNP All Star Game 2015, davanti ai 3231 spettatori che hanno affollato il PalaBam. Ad aggiudicarsi l’incontro la selezione degli stranieri RTL 102.5, che ha superato la squadra italiana LNP Assist 140-124 al termine di una gara equilibrata, allungando solo nel finale. Grande protagonista della serata Eric Lombardi (Angelico Biella), votato come Mvp della serata, completando la sua gran serata che lo aveva visto vincitore della gara delle schiacciate. La gara ha divertito il numeroso pubblico di Mantova, con schiacciate, canestri da tre e giocate ad alta quota. In evidenza, oltre a Lombardi, altri giovani italiani come Stefano Tonut (Pallacanestro Trieste 2004), premiato come miglior realizzatore con 22 punti, il 19enne Tommy Laquintana (Angelico Biella), 16 punti e tanto spettacolo e Paul Biligha (FMC Ferentino), che ha impressionato con il suo atletismo. Da sottolineare anche la prova di Tommaso Marino (Remer Treviglio), che partecipava alla gara come LNP Uomo Assist dell’anno per il suo impegno nell’iniziativa Slums Dunk, che vuole diffondere la pallacanestro nelle baraccopoli africane. Nella selezione straniera 19 punti di Michael Deloach (Viola Reggio Calabria) e 18 di Murphy Holloway (Pallacanestro Trieste 2004).

Grande spettacolo anche nei concorsi collaterali, con l’Angelico Biella protagonista. Lombardi ha vinto la gara delle schiacciate superando in finale Jaye Crockett (Orsi Tortona) 98-93 con due schiacciate da paura, la prima con l’ausilio della mascotte Tikka e la seconda staccando dalla linea di tiro libero. Nella gara del tiro da 3 successo di un altro biellese, Alan Voskuil, che con 63 punti ha superato nell’atto conclusivo il triestino Stefano Tonut fermatosi a 45. Voskuil aveva avuto bisogno di uno spareggio per qualificarsi alla finale, avendo la meglio di Ron Lewis (Manital Torino) con 69 punti, il punteggio migliore della serata.

Gara da ricordare anche per i tanti eventi collaterali che hanno coinvolto il pubblico, dalla presenza del cantante Ghemon, special guest dell’evento e giudice nella gara delle schiacciate, alla presentazione “all’americana” dei giocatori, dall’inno cantato dalla soprano Giulia Perusi all’intrattenimento assicurato dalle cheerleaders “Flame” e dai Dunk Italy, dalle tante iniziative sociali nell’ambito di LNP Assist, effettuate da Scuola di Tifo, Special Olympics e Healthy Foundation al divertimento per i bambini con le mascotte Tikka e Oink. A Mantova c’è stato anche spazio per l’atto finale di Teddy Bear Toss, l’iniziativa benefica ideata da La Giornata Tipo in collaborazione con Peter Pan Onlus. Un bel pomeriggio di basket, davanti alle telecamere di Mediaset Italia 2, che per il secondo anno consecutivo hanno trasmesso in diretta l’evento.

Il tabellino della gara:

LNP ASSIST – RTL 102.5 124-140 (30-30, 46-40, 27-27, 21-43)
LNP ASSIST: Marino 5 (1/3, 1/3), Cittadini 6 (3/4, 0/1), Tonut 22 (3/3, 5/8), Laquintana 16 (2/2, 4/8), Moraschini 10 (2/3, 2/2), Lombardi 10 (1/3, 2/4), Rullo 17 (4/5, 3/6), Ndoja 8 (0/1, 2/4), Negri 1 (0/1), Stephane Biligha 14 (7/8), Ricci 5 (1/2, 1/3), Fall 10 (5/8)
Tiri Liberi: 6/7 – Rimbalzi: 30 24+6 (Laquintana 5) – Assist: 29 (Tonut 8)

RTL 102.5: Deloach 19 (5/6, 2/4), Antony Singletary 8 (1/2, 2/5), Gaddefors 4 (2/3), Lewis 15 (3/3, 3/5), Raymond 10 (2/3, 2/8), Holloway 18 (9/10, 0/3), Voskuil 12 (4/7 da tre), Krubally 16 (7/10), Crockett 8 (4/4), Brownlee 14 (4/8, 2/4), Hasbrouck 4 (2/2, 0/5), Miller 12 (3/4, 2/5)
Tiri Liberi: 5/6 – Rimbalzi: 42 25+17 (Holloway 11) – Assist: 31 (Deloach 8)


LNP All Star Game: Leonessa protagonista con Brownlee e Cittadini

Alessandro Cittadini e Justin Brownlee lasciano il segno al PalaBam di Mantova. I due giocatori della Centrale del Latte Brescia hanno preso parte questo pomeriggio alla seconda edizione dell’All Star Game della Lega Nazionale Pallacanestro, che ha visto scendere in campo i migliori giocatori di A2 Gold e Silver. Il primo con 6 punti e 3 rimbalzi per la selezione LNP Assist degli italian, il secondo con 14 punti e 3 rimbalzi per quella RTL 102.5 degli stranieri.
Ma l’All Star Game è stato una vera e propria festa, nel quale lo spettacolo e lo sport sono stati protagonisti dall’inizio alla fine e hanno divertito i quasi 4000 del PalaBam. L’inizio è stato esplosivo, con un “assaggio” della gara delle schiacciate: Crockett (che avrà anche il tempo di togliersi la maglietta nel corso del pauroso decollo a canestro), l’ex Leonessa Lombardi, Moraschini e Krubally prendono parte alla fase di qualificazione esibendosi in giocate dall’altissimo coefficiente di difficoltà, che divertono il pubblico numeroso del PalaBam. Si qualificano per la finale (tra il secondo e il terzo quarto) i primi due ma nemmeno il tempo di riprendere fiato e inizia il “Three Point Contest” vinto (ovviamente, vien da dire) da Alan Voskuil, che dopo il 63 nel round di qualificazione e il 69 nello spareggio con Ron Lewis ottiene nuovamente un pazzesco 63 in finale (contro Tonut), andando a succedere nell’albo dei vincitori Mike Nardi (che aveva ottenuto, tra l’altro, lo stesso punteggio).

Prima della palla a due qualche minuto di risveglio muscolare per il pubblico, guidato dal preparatore atletico della squadra padrona di casa, la Dinamica Mantova. Poi è il momento dell’evento clou della serata, la partita delle stelle: in campo sin dal primo minuto il nostro “Citta”, che dopo l’atto finale di un riuscitissimo Teddy Bear Toss a cui partecipano quasi tutti i 3700 del PalaBam, segna prima dal pick ’n roll e pochi minuti dopo lascia sul posto Holloway con una partenza dal palleggio per la bimane schiacciata. Pochi minuti dopo, Justin fa il suo primo ingresso in campo e lo imita: prima schiacciata impressionante, poi tap-in a canestro per tenere la gara in equilibrio a cinque minuti dalla pausa tra primo tempo e secondo tempo. Momento in cui scende in campo Dunk Italy, crew di street basket (l’anno scorso anche al San Filippo) che anima il PalaBam in vista della gara delle schiacciate. Letteralmente dominata da Eric Lombardi, che prima scaraventa il pallone nel canestro raccogliendolo dalle mani della mascotte sotto canestro, poi decolla dalla linea del tiro libero ipotecando la vittoria nonostante un’ottima prova anche da parte di Crockett. Il terzo quarto riparte dal punteggio di 76-70 per il team italiani, che prova ad andarsene con Tonut e Laquintana, precisi da oltre l’arco. Citta affonda di nuovo la schiacciata e accende il duello con Brownlee, che risponde da oltre l’arco dei tre punti e va a schiacciare, aumentando il suo bottino di punti. La partita si accende negli ultimi dieci minuti di gioco, con la selezione degli stranieri (RTL 102.5) che recupera lo scarto di 13 punti, aumenta il ritmo e dà lo strappo decisivo per la vittoria finale arrivata con il punteggio di 140-124. Premio di miglior marcatore di serata a Stefano Tonut (22 punti), mentre l’MVP è Eric Lombardi, che porta così a casa un altro trofeo dopo la gara delle schiacciate.
«Mi son divertito molto – ha commentato Brownlee – visto che ho avuto la possibilità di giocare con i migliori giocatori del campionato: c’era tanto pubblico e questo è un buon segnale». «Il basket è anche questo – ha aggiunto Cittadini – e insieme ai 4000 del PalaBam ci siamo divertiti tutti, sul campo e fuori. Per me e Justin è stato bello essere parte di questo bell’evento, in rappresentanza della seconda forza del campionato».

Ufficio Stampa Basket Brescia Leonessa
ufficiostampa@basketbrescialeonessa.it

Commenta
(Visited 11 times, 1 visits today)

About The Author