Alla Virtus Bologna il primo memorial 'Chicco Ravaglia'

ALLA VIRTUS BOLOGNA LA PRIMA EDIZIONE DEL MEMORIAL CHICCO RAVAGLIA

La Virtus Bologna si è aggiudicata la prima edizione del Memorial Chicco Ravaglia, che si è tenuta nel week-end al Palasport Parini, sconfiggendo, in una finale tiratissima, l’Impresa Prealpe Cantù per 83 a 77.

Terza si è classificata la Pallacanestro Varese che ha superato l’Andrea Costa Imola con il punteggio di 132 a 27.

Davvero bellissima la finale del torneo, giocata davanti a una grande cornice di pubblico che ha riempito il Palasport Parini. La Virtus ha condotto per quasi tutta la gara, ma i canturini, grazie a una veemente rimonta, sembravano destinati a ribaltare le sorti dell’incontro proprio nell’ultimo minuto. Uno sfortunato rimpallo sulla bellissima stoppata di Nasini regalava però il pallone buono al bolognese Salsini, che non perdeva l’occasione per insaccare il canestro più fallo che di fatto ha deciso l’esito del match.

Ottima comunque la partita dei bianco- blu contro gli emiliani vice- campioni d’Italia che hanno sfruttato l’eccellente prestazione di Guglielmo Giuliani, autore di 29 punti e nominato MVP della gara.

La domenica del Progetto Giovani non si è però conclusa qui. Al termine della finale è infatti iniziata l’Opening Night del PGC in cui sono state premiate le formazione del settore giovanile che nella passata stagione hanno raggiunto le finali nazionali e sono state presentate tutte le squadre del vivaio della Pallacanestro Cantù e del Team ABC e i gruppi del Centro Minibasket della Pallacanestro Cantù. Un riconoscimento è stato inoltre consegnato agli sponsor che con il loro contributo permettono al PGC e al Centro Minibasket della Pallacanestro Cantù di continuare la loro attività.

“Siamo davvero felici – commenta il Responsabile del Progetto Giovani Cantù, Antonio Munafò – per la bellissima cornice di pubblico presente alla finale del Memorial Ravaglia che ha premiato la nostra iniziativa di organizzare un torneo in memoria di un grande campione prematuramente scomparso. Desidero ringraziare in primo luogo la famiglia di Chicco, che ci ha onorato della sua presenza, e poi tutte le squadre che hanno accolto con entusiasmo il nostro invito e si sono date battaglia nei due giorni del torneo”.

Commenta
(Visited 129 times, 1 visits today)

About The Author