Allmag PMS Basketbal, Conti: "I complimenti non bastano, vogliamo vincere"

Quarta giornata di campionato per l’Allmag PMS Basketball, che dopo aver raccolto consensi, ma non punti in classifica, nella trasferta di domenica scorsa contro la Sangiorgese, sabato sera tornerà in campo al PalaEinaudi di Moncalieri contro Bergamo Basket 2014. Una società ambiziosa, come si evince dal loro sito internet in cui campeggia l’immagine di un veliero che naviga verso la serie A2, con l’eloquente scritta “All’arrembaggio”: non si tratta di spacconeria, dato che la squadra allenata da Ciocca ha alle spalle una società solida, che ha programmato la stagione con intelligenza e ha allestito un roster di primissima fascia, che pone gli orobici in prima fila per la promozione. Bloise, Milani, Planezio, Scanzi, Mercante e Chiarello sono solo i “nomi forti” che fungono da spina dorsale alla squadra, fino ad oggi corazzata inarrestabile se si esclude l’unico passo falso casalingo con la Sangiorgese. A dirigere il tutto Marcello Filattiera, vecchia conoscenza del basket torinese, playmaker che ha vestito la maglia dell’Auxilium con Guido Tassone in panchina.
La PMS cercherà in tutti i modi di conquistare i primi due punti del suo campionato di serie B, nonostante l’assenza di Gioria che perdurerà anche in questo match.
“Nell’ultima partita abbiamo giocato con una squadra forte – spiega Francesco Conti, pivot e capitano dell’Allmag – sono ancora a punteggio pieno, hanno ruoli ben definiti e i loro lunghi sono un punto di forza. A loro si è aggiunto il giovane Tassinari (classe 1996, scuola Virtus Bologna, n.d.R.), che in questo momento è in fiducia: abbiamo dovuto prestargli la giusta attenzione, visto che era reduce dai 39 punti della partita precedente”.
Ciò nonostante per ben tre volte l’Allmag è riuscita a ricucire i tentativi di fuga dei lombardi, chiudendo anche in vantaggio il primo quarto: “Un’altra partita in cui abbiamo dimostrato di giocarcela, di avere le caratteristiche per far bene ma in cui abbiamo perso ancora. Ci manca cinismo, l’abitudine a giocare partite senior, in cui devi andare all’obiettivo sia in attacco che in difesa. Anche quando siamo andati sotto siamo riusciti a tornare in partita, e questo è un buon sintomo: c’è buona mentalità, non molliamo mai. Abbiamo giocato due partite fuori e una in casa, persa di 2: dobbiamo sbloccarci”.
L’avversaria di sabato non è certamente la migliore per provare a conquistare la prima vittoria, ma sicuramente i gialloblù faranno di tutto per provare a sbloccare lo “zero” dalla casella delle vittorie: “Sabato arriva Bergamo, squadra forte, a cui seguirà la sfida con Mortara: sono tutte importanti, dobbiamo salvarci, prima iniziamo a vincere meglio è. Non ci sarà Leone Gioria, ma sono fiducioso, come credo lo siano anche gli altri: ce la siamo giocata fino alla fine e lo faremo anche sabato. Non ci sono attenuanti, ma sono ragazzi alla prima esperienza da senior, il campionato di serie C disputato lo scorso anno non è paragonabile all’impatto di una serie B. Serve pazienza, non dobbiamo mollare: sono giovani, facilmente entusiasmabili o deprimibili. Ogni volta che abbiamo perso ci siamo trovati in palestra e ci siamo allenati con grande intensità. L’ambiente ci aiuta, non mette pressione: continuiamo a lavorare con grande serenità e intensità”.

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author