All'OraSì Ravenna arrivano Jacopo Giachetti e Matteo Montano

La tempesta di mercoledì pomeriggio non ha prodotto conseguenze sui cieli del basket ravennate, anzi. Soltanto e sempre sole e buone notizie per l’OraSì, come è emerso dalla conferenza-stampa tenuta in sede, alla quale ha presenziato anche un discreto numero di tifosi.

Il presidente Roberto Vianello ha iniziato a parlare con un veloce flash-back sulla bella novità arrivata nel tardo pomeriggio di mercoledì: <<Siamo sempre una società piccola – ha detto il numero uno di via della Lirica -, è vero, ma ormai giochiamo stabilmente con i grandi. La partecipazione del Basket Ravenna alla prossima Supercoppa LNP di A2 è motivo di grande soddisfazione per noi, cercheremo di fare il possibile per non sfigurare a confronto con squadroni del calibro di Biella. Treviso e Trieste>>. Vianello ha proseguito confermando anche per la prossima stagione la basilare collaborazione con OraSì, che resta con entusiasmo main sponsor ed approfitterà dell’opportunità per presentare i suoi nuovi ed innovativi prodotti al pubblico sempre crescente del basket ravennate. Successivamente si è entrato nel dettaglio tecnico della conferenza, con due importanti annunci: <<Abbiamo concluso le trattative per portare all’OraSì Jacopo Giachetti e Matteo Montano. Siamo molto soddisfatti di avere centrato questi due obiettivi di mercato e voglio specificare che entrambi i giocatori erano parecchio richiesti ed avevano offerte economiche più vantaggiose da altre squadre. Però alla fine hanno scelto noi e questo è un altro motivo di vanto per la nostra società. Colgo l’occasione per salutare Tambone e Sabatini, che hanno scelto di andare via da Ravenna, augurando loro le migliori fortune>>.

La palla è passata poi al direttore generale Mauro Montini: <<Non faccio confronti tra l’accoppiata Tambone-Sabatini e quella Giachetti-Montano, perchè si tratta di giocatori dalle caratteristiche molto diverse. Dico però che con questi due innesti, che verranno completati dalla scelta di un americano che potrebbe essere Marks (trattativa ferma ma solo perchè il giocatore ha appena cambiato agenzia di procuratori, ndr) oppure un pari ruolo, abbiamo sistemato la rotazione degli spot 1 e 2. Manca un play under, così come anche in 4 arriverà un altro under. Non è materia semplice da reperire, ma ci stiamo lavorando. Per quanto riguarda il pivot straniero, Smith ha offerte economiche importanti da diversi campionati di serie A del centro/nord Europa, coach Martino però sta vagliando una lunga serie di alternative ed appena possibile ci darà una lista sulla quale lavorare. Sgorbati sarà il 3 titolare, per la permanenza di Raschi dobbiamo limare gli ultimi dettagli ed infine abbiamo scelto di mandare Seck a giocare in serie B per permettergli di fare esperienza. Ci sono alcune possibili destinazioni che stiamo vagliando a questo proposito>>.
Flash finale sulla campagna abbonamenti: <<Presto daremo notizie, però in base all’esperienza dell’anno scorso pensiamo di non affrettare più di tanto l’inizio del tesseramento per il prossimo campionato, anche perchè i nostri vecchi abbonati saranno comunque sicuri del posto una volta che decideranno di confermare>>.

Il saluto di Montano
A margine della conferenza va segnalato che in mattinata Matteo Montano ha ufficializzato la sua nuova avventura dal proprio profilo Instagram, salutando i suoi vecchi tifosi con parole significative prima di diventare un sicuro beniamino dei supporters ravennati: << In 10 foto ho voluto raggruppare 3 lunghi anni, tanti ricordi, tanto sudore, tanta fatica, tante emozioni, e anche alcune delusioni, ma comunque 3 anni stupendi, nella mia città, nella “mia” Fortitudo, a fianco della “mia” gente. Oggi le strade si dividono, in Fortitudo hanno fatto scelte diverse che non posso che rispettare. In questo momento sono tante le istantanee che mi passano in mente quando mi guardo indietro e penso a questi 3 anni, tante persone per me fondamentali per la mia crescita, tanti amici e tanti attimi che porto nel cuore. Ho sempre dato tutto me stesso per questa maglia, per riportare la F scudata in alto, ogni giorno, ogni allenamento, ogni singolo minuto che ero in campo. Qualcosa di buono spero di avervelo lasciato, perché quello che mi avete dato tutti voi, popolo fortitudino, in questi 3 anni è un qualcosa di impagabile e non esprimibile a parole. Posso dire però che è un qualcosa che mi riempie il cuore e mi rimarrà per sempre dentro. Chi mi conosce sa che non sono uno abituato a tante parole. Volevo dirvi semplicemente GRAZIE, una parola tanto semplice quanto profonda e che per me vale tantissimo! Con la certezza che questo non sarà un addio ma soltanto un arrivederci… È stato tutto fantastico!>>.

Fonte: Ufficio stampa OraSì Ravenna

Commenta
(Visited 62 times, 1 visits today)

About The Author