Alma Trieste, contro Imola l’ultima di regular season è una festa biancorossa: 115-66 il punteggio finale

Trieste per chiudere la regular season mal che vada al terzo posto, confermando il fattore Alma Arena e preparandosi al meglio ai play-off, Imola per chiudere in maniera dignitosa una stagione difficile, ma in ogni caso terminata con una brillante salvezza conquistata con un turno di anticipo.

Dalmasson schiera Bossi, Green, Parks, Da Ros e Cittadini, Ticchi risponde con Rogic, Cohn, Ranuzzi, Hassan e Maggioli.

Trieste prova a dare subito un’impronta chiara alla contesa, una schiacciata di Green e altre due di Parks per il primo mini-allungo sul 6-0. Imola entra in ritmo con Cohn e Ranuzzi, l’Alma è però ispirata e ribatte colpo su colpo mantenendo costante l’iniziale gap grazie a Da Ros e Cittadini. Imola fatica contro la difesa aggressiva di Trieste, Green in attacco è una furia e nella parte finale del quarto entra prepotentemente a referto Bossi, otto punti consecutivi per portare i biancorossi al 10′ sul +14 (27-13).

A sbloccare il secondo quarto provvede l’imolese Ranuzzi ma Green, Da Ros e Pecile fanno allungare con decisione l’Alma (33-15 al 12′). Ospiti che trovano i canestri di Rogic e Dri, Trieste dal canto suo si mantiene alle soglie del ‘ventello’ con Prandin, Simioni e Pecile, ed è proprio quest’ultimo a permettere ai giuliani di trovare il +20 nella parte finale del secondo quarto (45-25 al 18′). Il gap non si muove particolarmente, Imola cerca con orgoglio di limitare le proporzioni dello svantaggio, Trieste chiude all’intervallo sopra i 50 punti complice un proficuo viaggio in lunetta di Cittadini (51-33 al 20′).

L’inizio di secondo tempo vede le due squadre segnare in regolare alternanza, il match sembra tuttavia virtualmente già in archivio con Trieste stabilmente sopra i venti punti di vantaggio. Da Ros, Parks e Green esaltano l’Alma Arena, Cohn cerca stoicamente di mantenere il passivo su quote stabili ma i biancorossi sono un’onda travolgente. Minuti importanti per Gobbato mentre Bossi, Da Ros e Parks portano l’Alma a ridosso del +30 in chiusura di terzo quarto (73-45 al 28′), Tassinari si rivela terminale ispirato negli ospiti ma Green dalla parte è semplicemente incontenibile, al 30′ Alma a +29 (79-50).

L’ultimo quarto è un’esaltante passerella per Trieste, Coronica regala canestri e spettacolo con un immediato gioco da tre punti, Green si guadagna la sacrosanta standing ovation dopo una tripla siderale e l’assist per mandare a canestro Gobbato, Alma Arena in delirio (87-52 al 32′). I biancorossi toccano la vertiginosa quota di +40 con Coronica e la tripla di Prandin, che successivamente esce per far posto a Ferraro (92-52 al 34′). Il pubblico reclama a gran voce i cento punti ed è una bellissima coincidenza che a raggiungerli (e superarli) sia un 2/2 ai liberi di Gobbato, dopo cinque punti in fila di Baldasso (101-59 al 37′). La festa biancorossa prosegue in campo e fuori, Simioni e soprattutto Coronica (doppia-doppia da 16 pti+11 rimbalzi per lui) regalano canestri da fantascienza, Gobbato chiude con un appoggio al vetro una serata memorabile, terminata con l’Alma a ridosso dei cinquanta punti di vantaggio (115-66 il finale).

I risultati dagli altri campi dicono che Trieste chiude la sua straordinaria regular season al terzo posto (prima a pari punti con Treviso e Virtus Bologna), ad Ovest un finale pazzesco mantiene Treviglio al sesto posto e saranno proprio i bergamaschi gli avversari dell’Alma nel primo turno dei play-off. Un’Alma che che ha fornito stasera un’impressionante prova di forza e freschezza, preparandosi nel miglior modo possibile ad approcciare all’avventura nei play-off, cammino che inizierà tra le mura amiche lunedì 1 maggio.

ALMA PALLACANESTRO TRIESTE – ANDREA COSTA IMOLA  115-66 (27-13, 51-33, 79-50)

ALMA PALLACANESTRO TRIESTE: Parks 10 (3/5, 1/2 da tre, 1/2 tl), Bossi 13 (2/5, 3/7 da tre), Coronica 16 (6/6, 1/2 da tre, 1/1 tl), Green 26 (8/10, 2/6 da tre, 4/4 tl), Ferraro, Pecile 8 (3/4, 2/2 tl), Baldasso 7 (1/1, 1/3 da tre, 2/2 tl), Gobbato 6 (2/2, 2/2 tl), Simioni 7 (2/3, 1/1 da tre), Prandin 5 (1/1, 1/2 da tre), Da Ros 11 (5/6, 1/3 tl), Cittadini 6 (1/5, 4/4 tl).  All. Dalmasson.  Ass. Praticò, Legovich

ANDREA COSTA IMOLA: Tassinari 11 (1/4, 3/6 da tre), Cohn 12 (6/9), Cai 2 (1/1), Maggioli 2 (1/5), Wiltshire, Ranuzzi 9 (3/7, 1/2 da tre), Preti, Hassan, Paci 14 (6/11, 2/5 tl), Rogic 10 (3/11, 4/4 tl), Dri 6 (2/3, 2/2 tl).  All. Ticchi.  Ass. Dalmonte, Zappi

ARBITRI: Dionisi (Fabriano – Ancona), D’Amato (Roma), Callea (Porto Torres – Sassari).

NOTE: Tiri dal campo Trieste 44/78 (34/50 da due, 10/28 da tre, 17/20 tl), Imola 27/76 (23/55 da due, 4/21 da tre, 8/11 tl). Rimbalzi Trieste 51 (37+14, Coronica 11), Imola 35 (21+14, Rogic 8). Assist Trieste 23 (Bossi, Coronica, Green, Da Ros e Cittadini 3), Imola 9 (Dri 3).

SPETT: 4318

PARZIALI: 27-13, 24-20, 28-17, 36-16

Commenta
(Visited 57 times, 1 visits today)

About The Author