aLmore Genova, brevissima la 'sosta natalizia'

aLmore Genova, brevissima la “sosta natalizia”
Tutte al lavoro con l’obiettivo poule promozione

21 dicembre 2014 : ultimo incontro pre-natalizio con il Sanga Milano; 10 gennaio 2015 : primo incontro (con Torino) del nuovo anno.
In mezzo ben 20 giorni di sosta, ma la “vacanza” per le giocatrici dell’aLmore Genova è durata solo 5 giorni.

Allenamento al Paladonbosco sabato 27, domenica 28, doppia seduta lunedì 29 ed ultimo allenamento del 2014 martedì 30.

Altri 3 giorni di sosta per festeggiare il Capodanno e di nuovo tutte in palestra sabato 3 e domenica 4 gennaio : le ragazze di coach Grandi hanno di fronte a loro un calendario tutt’altro che facile (il 10 in casa contro la capolista Torino, poi il 18 trasferta a Broni ed infine chiusura della prima fase il 24 al Paladonbosco contro Selargius). Le ultime due sconfitte (in casa con Broni ed a Milano con il Sanga) hanno un po’ complicato la strada delle genovesi verso la poule promozione : già sicure Torino e Geas rimangono ancora due posti, per i quali sono in lizza l’aLmore Genova (14 punti), Broni (12 punti) e Sanga (10 punti).
Broni e Sanga dovranno vedersela, nelle ultime due giornate, con il Geas, che nella pausa natalizia ha arricchito il roster (già super competitivo) con l’arrivo dell’ala-centro Federica Tognalini dalla Serie A1 (Dike Napoli), ma le ragazze di coach Grandi non devono fare i conti con gli eventuali “passi falsi” delle avversarie; per conseguire il primo obiettivo stagionale, cioè la qualificazione alla poule promozione per la Serie A1, indipendentemente dai risultati delle dirette concorrenti, occorrono due vittorie, e dover iniziare il cammino del 2015 contro la capolista Torino non è sicuramente lo scenario più incoraggiante ma, per contro, non comporterà sforzi particolari per la ricerca degli stimoli necessari.
Come sostiene il presidente Besana, “la squadra si è complicata la vita perdendo due partite che sarebbero state sicuramente alla portata con un po’ di attenzione in più nei minuti finali, ed ora tocca proprio alla squadra dimostrare di meritare l’accesso alla ‘fase nobile’ del nostro campionato. E’ un risultato alla portata di un gruppo cui all’inizio della stagione veniva universalmente riconosciuta una consistenza più che sufficiente al raggiungimento di questo obiettivo, e noi siamo ancora convinti di questo. Un motivo in più per ribadire alle giocatrici che non c’è alcuna intenzione di apportare ritocchi a questa formazione, aldilà dei risvolti economici che questo comporterebbe. Mi ha fatto molto piacere che la ripresa degli allenamenti dopo la breve sosta sia avvenuta senza defezioni, e che anche Ana Bozic, nonostante il contratto le consentisse una ‘vacanza’ più lunga, abbia anticipato senza problemi il suo rientro. E’ un incoraggiante segno di compattezza che in questo momento è di assoluta importanza.”
E’ evidente la volontà di massima responsabilizzazione nei confronti delle giocatrici la cui flessione di rendimento, significativa nel mese di dicembre, ha creato i presupposti per il passaggio della guida tecnica da Vittorio Vaccaro ad Andrea Grandi.
Il neo-coach rosanero sarà impegnato dal 3 al 5 gennaio a Rimini con la selezione ligure giovanile (di cui è responsabile tecnico) impegnata al Memorial Fabbri.
Le sedute di allenamento del 3 e del 4 gennaio saranno guidate dall’assistente Andrea Brovia, coadiuvato dal preparatore atletico Manuela Pietronave, nel segno di maggiore coinvolgimento e maggiore responsabilizzazione dell’intero staff tecnico richiesto dalla società a coach Andrea Grandi.

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author