Altra delusione in trasferta per l'Aquila Palermo

Seconda sconfitta stagionale per l’Aquila Palermo di coach Gianluca Tucci, battuta in trasferta sul campo della CitySightSeeing Palestrina per 78-61. Gara decisa, però, solo nell’ultimo quarto dopo mezz’ora di assoluto equilibro. Aquila che paga le assenze e una forma fisica non eccelsa, pesantemente influenzata da diversi infortuni.

Prima frazione anomala quella del PalaIaia tra CitySightSeeing Palestrina e Aquila Palermo, con le squadre che tirano tantissimo, concretizzando però davvero poco. Ne vengono fuori medie realizzative basse per la categoria e tanti falli in un match di cartello molto sentito. Nel finale di periodo i palermitani alzano il ritmo e il livello del gioco, infilando i primi punti dalla distanza e chiudendo i primi 10′ in vantaggio per 10-16.

Rischia e Merletto cominciano a sfidarsi dal perimetro e la partita finalmente si accende. Palestrina accelera, piazzando un parziale di 14-0 che la riporta avanti sul tabellone a metà secondo quarto, mentre Aquila Palermo non riesce a schiodarsi dalle sabbie mobili di un inedito 20% dal campo. Coach Tucci prova a rompere il ritmo degli avversari e dare una scossa ai suoi, che però pagano anche un conto salato con la sfortuna, andando al riposo sotto per 32-27.

Al rientro dagli spogliatoi, i siciliani trovano subito gli spazi in campo per ritornare a contatto nel tabellone. Marcello Cozzoli infila 17 punti nel solo terzo quarto, riuscendo a non far scappare la squadra di coach Lulli. Nessuna delle due squadre sembra riuscire a prendere il sopravvento sull’altra, con Bisconti che a 3 secondi dalla sirena infila il punto del 51-49, che porta laziali e palermitani in sostanziale equilibrio a 10′ dalla fine.

Sei punti di Gagliardo e due palle perse consecutive di Aquila aprono l’ultimo periodo, Palestrina risponde colpo su colpo alle sortite biancorosse, portando il proprio vantaggio a 10 punti con tre minuti ancora sul cronometro. Gli arancioverdi riescono addirittura ad incrementare lo scarto nel finale, andando a canestro con precisione altissima e costruendo il miglior parziale personale dell’intera gara.

Il finale di 78-61 penalizza forse eccessivamente un’Aquila Palermo a mezzo servizio e incappata in un altro pomeriggio sfortunato e sottotono sia a livello difensivo che offensivo. Palermitani che cedono il passo ai laziali anche in classifica, scivolando al quarto posto insieme a Cassino, sconfitto da Napoli.

CITYSIGHTSEEING PALESTRINA – AQUILA PALERMO 78-61

Parziali: 10-16, 22-11, 19-22, 27-12

Palestrina: Bisconti 14, Rischia 20, Rossi 10, Pietrangeli 13, Pozzi, Molinari 7, Pecetta, Brenda, Stirpe, Gagliardo 14. All. Lulli

Aquila: Requena 2, Stella 13, Cozzoli 24, Antonelli 4, Urbani 1, Azzaro 3, Merletto 9, Di Emidio 5, Rizzitiello ne. All. Tucci

Arbitri: Stefano De Biase, Andrea Andretta

Commenta
(Visited 1 times, 1 visits today)

About The Author