Nuova Aquila Palermo - S. Michele Maddaloni, pregara

Altra trasferta per il San Michele Maddaloni

La Pallacanestro San Michele Maddaloni sarà di scena a Palermo domani, domenica 26 ottobre. La palla a due della sfida in terra siciliana, al Pala Mangano, è fissata alle ore 18:00. Prosegue il “tour de force” per Salvatore Desiato e compagni che affrontano la terza trasferta in queste prime quattro giornate di campionato, e ancora una volta l’impegno è di quelli non semplici. La formazione della Nuova Aquila Palermo la si può considerare una vera e propria corazzata di questa Serie B, avendo allestito un roster di alta qualità con il chiaro intento di bissare la promozione dalla Serie C raggiunta appena lo scorso anno.

Tra le fila dei palermitani militano alcuni giocatori che di certo non sono nuovi alla platea maddalonese, visto che i due giocatori di maggior esperienza degli isolani sono la guardia Matteo Gottini e l’ala-pivot Michele Giovanatto. L’esterno, uno dei bomber più prolifici delle cosiddette minors, ha vestito per diversi anni la casacca del Basket Catania, che l’allora Artus Maddaloni ha sfidato in più occasioni non solo in regular season ma anche nei playout. Per il lungo, invece, ci sono ricordi più ravvicinati, stagione 2008/09 quando sempre l’Artus, alla sua ultima stagione si piazzo seconda in campionato, affrontando poi la Moncada Agrigento di Giovanatto nei playoff. Quella formazione, spinta anche dal giocatore prossimo avversario del San Michele Maddaloni, riuscì a sbancare in gara tre il Pala Angioni-Caliendo sancendo l’eliminazione dei calatini.

Altri giocatori siciliani sono il play-guardia Marcello Cozzoli, cresciuto nel Basket Corato che ha più volte giocato all’impianto di via De Curtis, così come il centro Riccardo Antonelli, visto lo scorso anno in casacca Scafati Basket che espugnò il parquet calatino dopo una gara tirata ed equilibrata. Il giocatore più qualitativo, però, resta l’esterno Nelson Rizzitiello con esperienza addirittura in A2 Gold tra le fila della Pallacanestro Trapani l’anno passato.

«Sappiamo di giocare contro una squadra candidata alla vittoria del campionato, che si compone di giocatori che possono fare la differenza anche in un torneo di A2 Silver – ha dichiarato coach Massimo Massaro -. Noi ci giocheremo la partita senza pensare a chi avremo difronte. Ci dispiace che per il secondo anno consecutivo abbiamo avuto un inizio con tre trasferte in quattro gare. Non ci dobbiamo abbattere per questo, ed è logico che non partiamo battuti neppure in questa occasione. A parte il risultato, sarò soddisfatto se riusciremo a giocare come ci stiamo allenando, perché nonostante qualche piccolo acciacco in queste ultime due settimane i ragazzi mettono sempre grande voglia e grinta in palestra».

Addetto Stampa

Pall. San Michele

Giovanni Bocciero


Aquila Palermo al completo, davanti all’incerta gara con MaddaloniAffrontare un avversario affamato, uscito sconfitto da due gare su tre in modo rocambolesco e per di più con grande esperienza in Serie B. Questo il prossimo ostacolo che si presenterà, domani alle 18 al PalaMangano, davanti alla Nuova Aquila Palermo allenata da Paolo Marletta.

Un confronto che si annuncia apertissimo, tra due squadre molto diverse per il gioco che propongono. I campani, guidati da coach Massimo Massaro, non hanno avuto grande fortuna sin qui: sconfitta di un punto nell’esordio di Taranto, vittoria all’ultimo secondo in casa con Venafro e ancora una sconfitta, domenica scorsa, sul parquet di Martina Franca con uno scarto minimo.

“Si tratta di una squadra assai collaudata – spiega l’assistant coach biancorosso Federico Vallesi -. Avrebbero potuto presentarsi alla sfida di domani tranquillamente con tre vittorie su tre, anziché con una sola, avendone perse una all’ultimo secondo e un’altra, quella della settimana scorsa, giocandosela fino all’ultimo”.

“Spiccano nel gioco di squadra – prosegue coach Vallesi – disponendo però anche di diverse soluzioni offensive. Dovremo fare attenzione soprattutto ai loro Desiato e Chiavazzo, che globalmente tendono a cercarsi molto, magari cercando quel passaggio in più che gli permette di non forzare i tiri”.

La concentrazione in casa biancorossa, però, è davvero alta. Quella appena trascorsa è stata la prima settimana, sin dall’inizio della preparazione, nella quale coach Marletta ha potuto avere a disposizione l’intero gruppo.

“Siamo preparati ad accogliere come vogliamo Maddaloni – dichiara alla vigilia la guardia Davide Tagliareni -. Per la prima volta in stagione, siamo riusciti ad allenarci tutti insieme questa settimana, dimenticando i tanti stop per infortuni”.

“E’ vero – ammette Tagliareni – i nostri avversari arrivano da una vittoria e due sconfitte alle prime tre, ma sempre con scarto minimo e sempre viaggiando su grandi livelli. Verranno qui per fare risultato, ma la voglia di regalare un’altra gioia ai nostri tifosi è davvero tanta. Spero – ha concluso il numero 10 biancorosso – che vengano in tanti a spingerci al PalaMangano. Ne abbiamo sempre bisogno”.

Palla a due domani alle 18, in un PalaMangano chiamato a ripetere il grande numero fatto registrare sugli spalti in occasione della prima gara casalinga, culminata con la vittoria contro Mola di Bari.

Con preghiera di pubblicazione. Disponibili su richiesta immagini di allenamento e delle gare precedenti, oltre alle interviste VIDEO.

Lorenzo Anfuso

Addetto Stampa Nuova Aquila Palermo

Commenta
(Visited 11 times, 1 visits today)

About The Author