Amatori Pescara inarrestabile: vittoria in rimonta nel derby con Giulianova

Recuperare undici punti di scarto con meno di sei minuti da giocare in trasferta (pur se al PalaCastrum si sentivano di fatto solo gli oltre cento supporters pescaresi) non è mai un’impresa banale: l’Amatori Pescara è riuscita a farlo, conquistando sul parquet di Giulianova la sesta vittoria consecutiva con una grande dimostrazione di carattere. Nel momento-clou, i biancorossi del presidente Di Fabio hanno infatti spinto sull’acceleratore su entrambe le metà-campo conquistando un successo di vitale importanza anche per il modo in cui è arrivato.
L’Etomilu, priva di Simone De Angelis, sceglie un quintetto molto fisico per iniziare la contesa con due ali (Gallerini e Marco De Angelis) ed altrettanti lunghi (Diener e Matrone) assieme a Sacripante in cabina di regia. Coach Salvemini risponde confermando il solito assetto con Rajola, Pepe, Marco Timperi, Di Donato e Polonara: l’avvio equilibrato di partita vede in evidenza Matrone da una parte e Di Donato dall’altra, con l’ala pescarese (11 punti nel parziale di apertura) grande protagonista nel primo mini-allungo della sfida, con gli ospiti che si portano sul 10-18. Un time-out scuote i giallorossi, che tornano vicini (rompendo un digiuno offensivo di oltre quattro minuti) con le triple di Sacripante e Gallerini chiudendo sul 16-20 alla prima sirena.
Il secondo quarto inizia con la bomba di Capitanelli, ma l’Amatori attraversa qualche passaggio a vuoto in attacco venendo punita da una Giulianova molto precisa a livello perimetrale con i siluri di Sacripante e Bartoli (26 pari a metà parziale). Un canestro di Pepe sblocca gli ospiti dal punto di vista offensivo, e la contesa procede sul filo dell’equilibrio fino all’intervallo di metà gara, con Di Donato che capitalizza un’azione da tre rimbalzi in attacco infilando il canestro del 35-37.
Dopo aver quasi sempre condotto le ostilità nel primo tempo, Pescara subisce un 10-2 di parziale ad inizio terzo quarto (ispirato da De Angelis e Gallerini) che rovescia l’inerzia in favore dei locali. I biancorossi alzano però l’intensità difensiva, e con un paio di recuperi propiziati da De Vincenzo tornano vicinissimi sul 45-43: la gara sale di tono a livello agonistico pur fra tanti errori su entrambe le parti, e con i canestri di Matrone e Bartoli l’Etomilu (più intensa in questa fase sotto le plance) mantiene un piccolo vantaggio sul 51-49 con cui si chiude la terza frazione.
In avvio di ultimo parziale la squadra di Francani costruisce un deciso allungo, grazie all’11-1 di break che in meno di tre minuti regala ai giallorossi la doppia cifra di vantaggio: protagonisti Gallerini con due triple ed un Matrone preziossimo sotto le plance (15 punti ed altrettanti rimbalzi per il lungo campano). L’Amatori resta a galla grazie a Rajola e Di Donato, entrando comunque negli ultimi quattro minuti con 9 punti da recuperare dopo il canestro di Bartoli: gli uomini di coach Salvemini stringono le maglie in difesa, sbarrando la via del canestro a Giulianova e ribaltando il punteggio con due siluri consecutivi del solito Pepe (ancora una volta salito clamorosamente di tono nel momento più importante) che valgono il sorpasso sul 66-67 a poco più di due minuti dal termine. L’Etomilu continua a sbattere contro il muro difensivo pescarese, e dopo varie azioni in cui il punteggio rimane immutato è ancora il top-scorer ospite (12 punti negli ultimi quattro minuti) ad infilare i liberi della staffa, per il 68-73 finale che manda in visibilio la numerosa ed appassionata rappresentanza al seguito di Rajola e compagni.
Un’altra vittoria in cui è emersa fortemente la caparbietà di un gruppo che non ha mollato nel momento più difficile, producendo anzi un ulteriore sforzo che è valso la rimonta ed i due preziosissimi punti in classifica. In attesa che la 22° giornata si completi con le gare di oggi, Pescara mantiene così il sesto posto ed è ormai sempre più vicina all’obiettivo post-season: ma il tempo per esaltarsi o sedersi sugli allori è praticamente nullo, perchè domenica sarà nuovamente già tempo di tornare in campo per sfidare Monteroni. Palla a due prevista come di consueto per le 18:00, auspicando una presenza sempre più importante sugli spalti di un PalaElettra diventato sempre più caldo nelle ultime gare casalinghe.
A seguire i tabellini e le interviste post-partita.
ETOMILU GLOBO GIULIANOVA-AMATORI PESCARA 68-73 (16-20; 35-37; 51-49)
GIULIANOVA: Matrone 15, Sacripante 9, Diener 6, M.De Angelis 4, Gallerini 16, Cianella, Bartolozzi 3, Bartoli 15, Magazzeni ne, Di Diomede ne. Coach: Francani.
PESCARA: Pepe 23, Rajola 11, Di Donato 19, Polonara 6, Mar.Timperi 4, De Vincenzo 5, Bini, Tabbi ne, Capitanelli 5. Coach: Salvemini.
Tiri da 2: Giulianova 15/32 (46%), Pescara 12/28 (42%).
Tiri da 3: Giulianova 10/24 (41%), Pescara 11/32 (34%).
Tiri liberi: Giulianova 8/10 (80%), Pescara 16/20 (80%).
Rimbalzi: Giulianova 41 (33+8, Matrone 15), Pescara 29 (23+6).
Assist: Giulianova 9, Pescara 11 (Rajola 5).
Palle perse: Giulianova 20 (Sacripante 5), Pescara 6.
LE VOCI DEL DOPO-GARA
Carlo Di Fabio, presidente Amatori Pescara: “Desidero rivolgere grandi complimenti a tutta la squadra ed allo staff, per averci creduto fino alla fine meritando così la vittoria. Ringrazio inoltre il nostro numeroso e caloroso pubblico, un vero e proprio sesto uomo in campo che ha sostenuto in maniera incessante la squadra”.
Giorgio Salvemini, coach Amatori Pescara: “Vorrei dedicare con tutta la squadra questa vittoria al fantastico e numeroso pubblico che ci ha sostenuti: riempire un’intera tribuna di mercoledì sera, pur in un derby, è un risultato straordinario. Altra dedica è quella per la società, che ci è sempre vicina mettendoci nelle condizioni di lavorare al meglio: anche i ragazzi sono stati fantastici, soprattutto per la caparbietà e voglia dimostrata dopo quel momento di sbandamento tra terzo ed ultimo periodo, quando abbiamo perso un po’ di fiducia. Questi due punti ci danno grande consapevolezza soprattutto perchè sono arrivati difendendo: è vero che abbiamo segnato canestri molto importanti nel finale, ma è altrettanto vero che prima con la difesa a zona adeguata e poi con i cambi sistematici abbiamo dato una spallata molto importante. Ora l’obiettivo è di recuperare forze ed energie, staccando da questa partita e proiettandoci su quella di domenica contro Monteroni, la terza in una settimana”.
 
Stefano Blois
Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author