Amatori Pescara sconfitta di misura

amatori-san severo 2 - tuttobasket.net amatori-san severo 1 - tuttobasket.net
Comincia con una sconfitta di misura il cammino dell’Amatori Pescara nel campionato di Serie B 2015/2016: al PalaElettra (gremito da una splendida cornice di pubblico su entrambi i fronti) è infatti l’Allianz San Severo a festeggiare i due punti, imponendosi per 68-71 sul parquet adriatico. E’ stata una sfida intensa ed emozionante che ha confermato le aspettative della vigilia, con le due squadre a darsi battaglia per tutto l’arco della contesa, ed un decisivo parziale di 2-13 ospite negli ultimi cinque minuti, dopo che l’Amatori aveva quasi sempre comandato nel secondo tempo.
Alla palla a due coach Salvemini schiera Rajola, Pepe e Marco Timperi sugli esterni, con Di Donato e Polonara vicino a canestro. I pugliesi rispondono con Dimarco in cabina di regia, assieme a Ciribeni, Marmugi, Quarisa ed Ikangi, schierato a sorpresa nello starting-five e subito dirottato in marcatura su Rajola, tentando di ostacolare la fonte del gioco pescarese con il suo notevole atletismo. La partenza è molto equilibrata, con San Severo che esce meglio dai blocchi iniziali (1-7 dopo tre minuti e mezzo) ma i padroni di casa a reagire con le triple di Pepe e Di Donato: tra gli ospiti il più ispirato è Ciribeni (7 punti nel parziale di apertura), ma Pescara risponde pescando dalla panchina uno scatenato De Vincenzo: due triple ed un canestro in penetrazione per il +4, rintuzzato dai tre liberi che Di Marco manda a bersaglio sul finire del primo quarto, terminato sul 20-19.
I ritmi sono particolarmente elevati, con grande intensità di entrambe le squadre e pochissime interruzioni per falli. L’avvio di secondo quarto vede l’Amatori partire a razzo, con l’ottimo impatto di Bini che sigla cinque punti di fila per il +7. Entrambi gli allenatori, come in una partita a scacchi alternano vertiginosamente difese a uomo ed a zona, ed anche in campo l’andamento della partita prosegue ad elastico: Ricci e Di Marco colpiscono dai 6.75, Pescara prova a riallontanarsi con Di Donato e Polonara, ma il finale di primo tempo è tutto targato Ikangi: l’ala ventenne di origini congolese è un fattore non solo in difesa ma anche nella metà campo offensiva, firmando sei punti consecutivi per il -1 (38-37) di metà partita.
Al rientro dagli spogliatoi l’Allianz sfrutta i numerosi rimbalzi offensivi (la lotta sotto le plance, con gli ospiti vittoriosi 45-31 nel computo totale, ha avuto un peso importante sulla sfida) e la buona vena di Ciribeni per riportarsi avanti (41-44). I biancorossi reagiscono però con una tripla di Polonara, e quattro punti di fila firmati da un Timperi scatenato su entrambe le metà campo, che infiamma il pubblico del PalaElettra con un paio di recuperi concretizzati in solitaria. Di Donato grazie all’ennesima bomba completa il parziale di 10-0, la Cestistica si affida alle conclusioni dall’arco di Scarponi con alterne fortune mentre capitan Rajola sale in cattedra con un paio di canestri strepitosi, e Bini regala il massimo vantaggio ai suoi sul 57-47. Nel momento più difficile, Di Marco e Ciribeni danno respiro alla propria squadra con i canestri del -5, ed alla terza sirena il tabellone recita 59-54.
Il quarto periodo vede subito protagonista Polonara, efficace a rimbalzo ed autore della tripla che porta Pescara sul +9, con otto minuti da giocare. La partita vive una fase molto confusa, con difese nettamente più ispirate degli attacchi: le due squadre collezionano errori al tiro e palle perse, l’Amatori sbaglia per tre volte la potenziale tripla del +11, e sfruttando la buona mano dalla media di Quarisa gli ospiti tornano a rifarsi sotto sul 66-62. Approfittando di un attacco pescarese spuntato (3/15 al tiro nell’ultimo periodo), l’Allianz ritrova i canestri dalla lunga distanza con Ciribeni e Scarponi, confezionando il sorpasso con uno 0-10 di parziale in cinque minuti. Nonostante il duro colpo la formazione pescarese non molla, forzando due recuperi difensivi: uno con De Vincenzo, rimontato da Ikangi, l’altro con Pepe che firma il pareggio a quota 68, con 57 secondi sul cronometro.
Nel finale-thrilling a pescare il coniglio dal cilindro è Matias Dimarco, che infila la tripla decisiva a 3″ dalla fine, ma entrambe le squadre escono a testa altissima dal palasport di Via Elettra. La maggiore esperienza degli ospiti è probabilmente risultata un fattore decisivo, soprattutto negli ultimi decisivi istanti: resta ovviamente un pizzico di rammarico per non aver concretizzato il vantaggio preso nel secondo tempo, ma sono tanti i segnali che inducono a guardare il futuro con ottimismo, a cominciare dalla prossima sfida in programma domenica sul parquet della matricola Valmontone.
AMATORI PESCARA-ALLIANZ SAN SEVERO 68-71 (20-19; 38-37; 59-52)
PESCARA: Pepe 8, Rajola 11, De Vincenzo 10, Di Fonzo, Di Donato 17, Bini 7, Tabbi, Polonara 8, Mar.Timperi 7, Mat.Timperi ne. Coach: Salvemini.
Tiri da 2 11/24 (46%), Tiri da 3 14/40 (35%), Tiri liberi 4/6 (67%). Rimbalzi 31 (Polonara e Di Donato 7), Assist 16 (Rajola, Pepe e Mar.Timperi 4).
SAN SEVERO: Marmugi, Vitanostra ne, Cagnetta ne, Ricci 5, Cena 2, Quarisa 12, Scarponi 9, Ciribeni 22, Dimarco 13, Ikangi 8. Coach: Coen.
Tiri da 2 17/32 (53%), Tiri da 3 10/32 (31%), Tiri liberi 7/7 (100%). Rimbalzi 45 (Quarisa 12), Assist 17 (Dimarco 9).
LE DICHIARAZIONI DEL DOPO-GARA
Giorgio Salvemini, coach Amatori Pescara: “Per 35 minuti abbiamo fatto una gran partita su entrambe le metà campo, pur se non sempre siamo stati continui. Nel finale abbiamo fermato troppo la palla, intestardendoci nel tiro da fuori senza ritmo. Loro sono stati molto bravi, trovando anche canestri inattesi per le caratteristiche di alcuni giocatori. Faccio i complimenti a San Severo, però mi tengo quanto di buono abbiamo fatto per lunga parte della gara: siamo alla prima giornata di campionato, i nostri obiettivi sono a lungo termine ed oggi abbiamo dimostrato di esserci. Dobbiamo essere più duri mentalmente, ma se avessimo vinto non avremmo rubato nulla: in questo momento, giudicare una partita da un tiro che entra o esce è decisamente prematuro”.
Piero Coen, coach Allianz San Severo: “Credo sia stata una gara bella, avvincente e ben giocata da entrambe le squadre: è chiaro che quando una partita si decide all’ultimo tiro, entrambe le squadre avrebbero potuto vincere. Siamo stati bravi nell’ultimo quarto ad adeguarci bene in difesa, concedendo solo 9 punti e con la difesa a zona che è risultata decisiva. Sapevamo che Pescara fosse squadra già pronta, avendo una base già consolidata dallo scorso anno, e per questo la nostra vittoria è molto importante. Il pubblico presente al PalaElettra ci ha dato un sostegno fondamentale: li ringrazio, ed avere così tanta gente all’esordio in Serie B testimonia che San Severo è davvero una piazza speciale”.
Stefano Blois-Ufficio Stampa Amatori Pescara

Stefano Blois

Commenta
(Visited 24 times, 1 visits today)

About The Author