Amatori Pescara-Sicoma Valdiceppo 88-77, non basta Panzieri. Valdiceppo ko a Pescara

Amatori Pescara 88 – Val di Ceppo Basket 77

PARZIALI: 14-18, 24-20, 28-24, 22-15
SQUADRA A: Amatori Pescara: Simone Pepe 30 (3/8, 5/13), Emidio Di donato 17 (3/7, 2/3), Pasquale Battaglia 16 (3/4, 3/6), Andrea Capitanelli 16 (8/13, 0/0), Matteo Bini 4 (2/3, 0/3), Andrea Grosso 3 (1/4, 0/2), Paolo Pelliccione 2 (0/3, 0/1), Luca Guerra 0 (0/1, 0/0), Stefano Tagliamonte 0 (0/0, 0/0), Stefano Rajola 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 18 / 28 – Rimbalzi: 46 16 + 30 (Emidio Di donato 22) – Assist: 13 (Andrea Grosso 4)
SQUADRA B: Val di Ceppo Basket: Alessandro Panzieri 24 (6/7, 4/7), Umberto Meschini 22 (4/9, 4/6), Alessio Giovagnoli 8 (3/5, 0/0), Matteo Orlandi 7 (2/3, 1/2), Edoardo Casuscelli 6 (1/1, 1/2), Lorenzo Negrotti 4 (2/5, 0/1), Federico Burini 2 (1/3, 0/5), Filippo Meccoli 2 (0/0, 0/3), Jonas Bracci 2 (1/1, 0/0), Jacopo Anastasi 0 (0/0, 0/1) Tiri liberi: 7 / 12 – Rimbalzi: 28 2 + 26 (Alessandro Panzieri 6) – Assist: 14 (Filippo Meccoli 4)

 

La folata di inizio secondo tempo dei padroni di casa, trascinati dall’uno contro uno di Simone Pepe e dalle triple di Battaglia sembrava quella decisiva. In fiducia l’Amatori reduce da 4 successi di fila, davanti al proprio pubblico pareva aver chiuso definitivamente i conti dopo aver sofferto un bel po’ fino a quel momento. Passeggiando un po’ troppo nel primo quarto, i ragazzi di Salvemini avevano già sentito suonare qualche campanello d’allarme finendo sotto alla prima sirena nonostante tra le fila avversarie Meschini fosse in precarie condizioni per via della caviglia distorta nel turno infrasettimanale ad Isernia, Orlandi accusasse dolori allo sterno per un contatto duro nello stesso match. Burini, anche lui non al meglio, cercava le solite accelerazioni dal palleggio ma erano soprattutto Meschini e Negrotti ad attaccare sistematicamente il ferro, riaprendo poi efficacemente sul perimetro e pescando sotto canestro un Giovagnoli ancora una volta molto efficace. Ad alimentare le speranze ponteggiane il rientro in campo per qualche minuto di capitan Casuscelli, protagonista subito di un recupero e di una tripla: Pierotti poi ne ha dovuto dosare le energie e amministrare i problemi di falli, ma il contributo di Edo è stato subito importante per sé e per i compagni.
Pari a metà partita, ma come dicevamo al rientro dagli spogliatoi Pescara sale evidentemente di colpi, è più pericolosa nell’area quando riesce a coinvolgere Di Donato e Capitanelli, recupera un paio di palloni importanti che convertiti in campo aperto accendono il pubblico locale. Lo sbandamento della Valdiceppo è evidente, il gap sale a 10 punti ma il carattere dei ragazzi di Pierotti non tarda ad emergere. Orlandi si mette in partita, le penetrazioni di Meccoli costringono ad aiuti pericolosi a centro area, Meschini non molla un centimetro. Al resto ci pensa Panzieri, che colpisce da tutte le posizioni con precisione incredibile, e di fatto riapre il match. Pari a quota 66, ci vorrebbe adesso di stringere le maglie in difesa ma gli abruzzesi sono squadra esperta, vanno nell’area sia in penetrazione che con il post basso, costringendo spesso al fallo gli avversari che perdono nel finale anche Meschini per una inspiegabile interpretazione degli arbitri. La Valdiceppo non molla ma non ha più le energia per riavvicinarsi ancora, pur alla fine dell’ennesima buona prova torna senza punti dalla doppia trasferta di questa settimana e dovrà prepararsi al meglio per giocarsi le sue carte nelle due partite casalinghe che l’aspettano prima di Natale, San Severo prima e poi il recupero con Matera.

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Valdiceppo Basket

Commenta
(Visited 41 times, 1 visits today)

About The Author