Ambrosia Bisceglie, coach Fantozzi dopo la gara con Pescara: «L’atteggiamento non mi è dispiaciuto ma dobbiamo migliorare in difesa»

La delusione è tangibile, sul volto dei cestisti nerazzurri e di tutto lo staff, al termine del confronto perso dall’Ambrosia Bisceglie con l’Amatori Pescara sul rettangolo di casa del PalaDolmen.

«Non era certo una partita facile. Abbiamo tirato meglio e preso più rimbalzi ma la vittoria è andata ai nostri avversari, che hanno trovato un giocatore come Pepe che ha tolto loro le castagne dal fuoco» afferma coach Alessandro Fantozzi. «Abbiamo provato a cambiare, anche a raddoppiarlo ma è riuscito quasi sempre a trovare una soluzione vantaggiosa e quando l’abbiamo limitato ci siamo esposti alle capacità dei suoi compagni» analizza il trainer livornese.

Il match con la formazione abruzzese, sesta in classifica nel girone D del campionato di Serie B, ha segnato il debutto dei due nuovi innesti nel roster biscegliese: «Stella e Leggio hanno la possibilità di darci tanto ma è anche vero che non possiamo pensare siano risolutivi subito. Soprattutto Gianmarco ha bisogno di inserirsi perché ha fatto solo due allenamenti e lo stesso discorso vale per Mauro che conosce di più i compagni ma questa è una realtà diversa» è l’opinione del tecnico dell’Ambrosia.

Gli 81 punti incassati non costituiscono un dato confortante: «Obiettivamente l’atteggiamento della squadra non mi è dispiaciuto. Ci succede spesso di subire tanto: dobbiamo capire se è un problema nostro di mancanza d’aggressività e precisione nei movimenti difensivi. Sono aspetti da migliorare col lavoro, unica medicina che conosco per trovare le condizioni giuste perché il gruppo si esprima al massimo anche in difesa».

Due durissime trasferte abruzzesi consecutive (a Campli e Ortona) all’orizzonte dell’Ambrosia Bisceglie: «Giocheremo a viso aperto cercando di cogliere il risultato e senza timori verso nessuno. Non dobbiamo soprattutto avere paura di noi stessi» commenta l’allenatore.

Malgrado l’undicesima battuta d’arresto la squadra è uscita dal campo fra gli applausi: «Mi auguro che il pubblico abbia apprezzato il nostro impegno. Non abbiamo giocato una cattiva partita ma trovato un’avversaria che ha saputo sfruttare tutte le occasioni» conclude coach Alessandro Fantozzi.

Vito Troilo

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author