Ambrosia Bisceglie sconfitta sul parquet della capolista Montegranaro

Montegranaro-Ambrosia Bisceglie 81-68

Montegranaro: Fabi 5 (1-1, 1-3), Broglia 12 (3-5, 1-1), Di Trani 14 (4-10, 1-7), Sanna 24 (10-13, 0-2), Rosignoli 4 (1-2), Gatti 20 (4-8, 2-8), Trionfo 2 (0-1, 0-1), Piccone, Catakovic. N.e.: Marzullo. Allenatore: Furio Steffé.

Ambrosia Bisceglie: Cercolani 3 (1-5, 0-2), Torresi 8 (2-4, 0-4), Gambarota 9 (4-4, 0-2), Drigo 21 (6-9, 3-4), Cecchetti 6 (2-5, 0-1), Zanotti 15 (5-9, 1-3), Buono 4 (2-2, 0-2), Chiriatti 2 (1-3, 0-1). N.e.: Listwon, Ricchiuti. Allenatore: Alessandro Fantozzi.

Arbitri: Spinelli di Roma, Bernassola di Palestrina.

Parziali: 24-14; 35-35; 54-56.

Note: uscito per cinque falli Torresi. Tiri da due: Montegranaro 23-40, Ambrosia Bisceglie 23-41. Tiri da tre: Montegranaro 5-22, Ambrosia Bisceglie 4-19. Tiri liberi: Montegranaro 20-24, Ambrosia Bisceglie 10-12. Rimbalzi: Montegranaro 36 (25+11, Gatti 7), Ambrosia Bisceglie 31 (23+8, Drigo 9). Assists: Montegranaro 20 (Broglia, Di Trani 5), Ambrosia Bisceglie 13 (Cercolani, Gambarota 3).

Primo stop per l’Ambrosia Bisceglie sotto la guida del tecnico Alessandro Fantozzi. I nerazzurri, a stretto contatto per oltre 30 minuti con la capolista Montegranaro, hanno ceduto nello scorcio conclusivo del match. Le dimensioni del punteggio finale lascerebbero intendere tutt’altro tipo di svolgimento del confronto; al contrario, il collettivo del direttore sportivo Sergio Di Nardo ha venduto cara la pelle, controbattendo colpo su colpo ai marchigiani di coach Furio Steffé per gran parte della gara.

La formazione pugliese ha presentato già nello starting five la novità Matteo Cercolani: col playmaker pesarese sono scesi in campo Mauro Torresi, Giovanni Gambarota, Mathias Drigo e Alessandro Cecchetti. Fabi, Broglia, Di Trani, Sanna e l’ex di turno Davide Rosignoli i cinque atleti schierati sul parquet da Montegranaro per l’inizio del confronto. Il primo, forte strattone della battistrada del girone D (16-4 al 5°) non ha sorpreso gli ospiti, che pur faticando fino al termine della prima frazione (24-9 il massimo vantaggio sancito da due tiri liberi di Simone Gatti) sono rimasti mentalmente in partita, risalendo la china nel secondo quarto, con un perentorio recupero propiziato da un’alta aggressività difensiva e dai canestri di Buono, Chiriatti, Drigo, Torresi e Gambarota: 15-0 di parziale e di nuovo parità (24-24).

Poco dopo Alessandro Cecchetti ha siglato dalla lunetta il primo vantaggio nerazzurro (24-26) mentee il capitano Mauro Torresi ha sfruttato un fallo tecnico fischiato alla panchina di casa per dare il +4 all’Ambrosia (29-33 al 18°).

Terza frazione molto equilibrata, con continui cambi di vantaggi e un altro scossone di Montegranaro (schiacciata di Sanna per il 48-42, tripla di Fabi del 51-44) rintuzzato da Drigo, Torresi e Cecchetti: break di 12-3 e biscegliesi avanti a dieci minuti dal termine.

I primi quattro minuti dell’ultimo periodo hanno segnato la sfida: 11-0 Montegranaro, nerazzurri a secco e incapaci, questa volta, di replicare. Un canestro pesante di Mathias Drigo ha tracciato il massimo sforzo per riavvicinarsi (69-61 al 37°) ma Di Trani, Sanna e il capitano Gatti hanno chiuso i giochi arrotondando il punteggio.

Chiusa a tre la striscia di vittorie consecutive con la battuta d’arresto sul terreno della prima in classifica, l’Ambrosia dovrà ripartire facendo tesoro delle situazioni che hanno deciso il faccia a faccia di Montegranaro per ripartire senza indugio e lavorare sodo in vista del confronto interno di domenica 6 dicembre con Monteroni.

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author