Ambrosia, non bastano i nuovi innesti

Ambrosia Bisceglie-Pescara 76-81

Ambrosia Bisceglie: Stella 6 (2-3, 0-3), Torresi 17 (5-11, 2-4), Gambarota 4 (2-3, 0-1), Drigo 17 (6-7, 1-4), Cecchetti 11 (4-4), Leggio 11 (2-3, 1-3), Chiriatti 4 (2-2, 0-3), Cercolani 3 (1-2 da tre), Zanotti 3 (1-3, 0-1). N.e.: Totagiancaspro. Allenatore: Alessandro Fantozzi.


Pescara: Rajola 11 (1-4, 3-6), Pepe 35 (7-9, 6-11), Marco Timperi 10 (3-4), Di Donato 4 (2-6, 0-3), Tabbi 2 (1-1), Polonara 8 (1-2, 2-3), Bini 8 (1-2, 2-4), De Vincenzo 3 (0-2, 1-2), Di Fonzo (0-1). N.e.: Matteo Timperi. Allenatore: Giorgio Salvemini.


Arbitri:
Puccini di Genova, Capponi de La Spezia.

Parziali: 18-19; 32-37; 57-65.

Note: spettatori 600. Nessun uscito per cinque falli. Tiri da due: Ambrosia Bisceglie 24-36, Pescara 16-31. Tiri da tre: Ambrosia Bisceglie 5-21, Pescara 14-29. Tiri liberi: Ambrosia Bisceglie 13-15, Pescara 7-8. Rimbalzi: Ambrosia Bisceglie 29 (23+6, Cecchetti e Torresi 5), Pescara 27 (22+5, Di Donato 9). Assists: Ambrosia Bisceglie 14 (Stella 6), Pescara 7 (Pepe 3).

Quinta sconfitta casalinga e undicesimo stop complessivo in stagione per l’Ambrosia Bisceglie, superata sul parquet del PalaDolmen da Pescara. Debutto infelice per i nuovi arrivati Mauro Stella (subito nello starting five) e Gianmarco Leggio, il cui impatto, benché buono, non è stato sufficiente a invertire la rotta e prevalere sul team abruzzese.

Gli ospiti hanno subito provato a prendere le redini della contesa (6-12 dopo quattro minuti con Pepe già caldissimo). Pronto il rientro della formazione di casa (14 pari con Torresi), che però non riuscirà mai a sopravanzare gli avversari nel corso dell’incontro.

Strappo pescarese in apertura di seconda frazione con le triple di De Vincenzo e Bini per il 24-32, cui hanno replicato il capitano biscegliese Mauro Torresi dal perimetro e Andrea Chiriatti con due canestri consecutivi (31-32). Il terzo fallo di Mauro Stella (12°) ha privato l’Ambrosia del suo regista fino a metà gara. Pepe con un gioco da tre punti e Polonara da sotto hanno ristabilito un margine leggermente più largo fra le due contendenti all’intervallo (32-37).

Terzo periodo ricco di episodi rilevanti. I viaggianti hanno rintuzzato uno strattone nerazzurro (39-40 con Drigo) piazzando un 7-0 con cinque punti di Pepe e due personali di Marco Timperi (39-47). Cecchetti da sotto ha ridato il -4 al collettivo locale (43-47), che però non è riuscito mai a mettere un freno alle disattenzioni difensive, lasciando troppi tiri aperti a Pescara. Uno scatenato Simone Pepe (35 punti e sei canestri pesanti per lui) ha trascinato i biancorossi al massimo vantaggio (53-65), ricucito parzialmente sul finire del parziale da Mauro Stella (57-65).

L’ultima frazione è stata aperta da un 5-0 con cui il team di coach Salvemini ha segnato il maggiore divario di tutto il confronto (57-70). Bisceglie ha reagito con un 6-0 (63-70), risalendo fino al -5 con Leggio dalla lunetta (69-74) ma fallendo ben quattro opportunità offensive prima di riuscire ad accorciare ulteriormente (71-74 a due minuti e mezzo dalla sirena conclusiva). Gli ospiti hanno mantenuto i nervi saldi e chiuso i conti con una tripla dell’mvp Pepe a 50” dalla fine.

Vito Troilo

Commenta
(Visited 7 times, 1 visits today)

About The Author