Ambrosia, primo hurrà: i nerazzurri piegano Mola

Ambrosia Bisceglie- Geofarma Mola 94-80

Ambrosia Bisceglie: Torresi 26 (3-9, 6-9), Gambarota 13 (5-7, 1-7), Zanotti 14 (2-5, 2-5), Listwon 11 (2-4, 2-3), Cecchetti 20 (10-16, 0-1), Buono 8 (3-4, 0-1), Falcone 2 (1-1), Totagiancaspro, Ricchiuti N.e.: Drigo. Allenatore: Valerio Corvino.

Geofarma Mola: Calò 13 (0-2, 3-7), Didonna 13 (2-8, 2-5), Pavone 20 (4-5, 4-8), Bastone 16 (7-16, 0-3), Musci 15 (5-11), De Leone 3 (1-3), Angelini (0-2 da tre), Biasich (0-1), Mazzarano. N.e.: Fiume. Allenatore: Massimo Cazzorla.

Arbitri: Guarino di Campobasso, Esposito di Nola.

Parziali: 27-18; 44-44; 74-57.

Note: spettatori 600. Nessun uscito per cinque falli. Tiri da due: Bisceglie 26-46, Mola 19-46. Tiri da tre punti: Bisceglie 11-26, Mola 9-25. Tiri liberi: Bisceglie 9-14, Mola 15-22. Rimbalzi: Bisceglie 43 (32+11, Zanotti e Cecchetti 10), Mola 39 (26+13, Musci 13). Assist: Bisceglie 17 (Buono, Gambarota 4), Mola 11 (Bastone 3).

Tanta corsa e generosità, nonostante qualche comprensibile sbavatura di troppo. Il nuovo corso dell’Ambrosia Bisceglie ha debuttato al PalaDolmen con un successo tutt’altro che scontato, considerando le assenze di Andrea Chiriatti e Mathias Drigo, che si è rivisto fra i dieci a referto e promette di rientrare molto presto.

I nerazzurri di coach Valerio Corvino hanno superato Mola nell’unico derby interprovinciale Bat-Bari del campionato di Serie B di pallacanestro con un guizzo decisivo nella terza frazione, chiusa 30-13. In una sfida tra collettivi dall’età media molto bassa (23-20) l’hanno spuntata i padroni di casa, sospinti dalla lodevole prova del capitano Mauro Torresi, top scorer del match con sei canestri dalla lunga distanza.

Partenza bruciante degli ospiti: due triple di Antonello Pavone e in un battibaleno Mola è avanti 9-2, costringendo la panchina Ambrosia al timeout. Perentoria la replica della compagine biscegliese, capace di assestare un 27-9 e conseguire, a inizio seconda frazione, il primo vantaggio significativo dell’incontro sul 29-18.

Il team di Massimo Cazzorla ha ribattuto colpo su colpo, rifugiandosi nella zona 2-3 per proteggere i componenti del quintetto base dai falli e cercare una soluzione (raddoppi) al gioco di Alessandro Cecchetti fronte e spalle a canestro. La mossa ha pagato e i biancazzurri ospiti hanno sfoderato il meglio in campo aperto, rimanendo a contatto fino all’intervallo lungo e segnando anche qualche vantaggio.

La svolta in un terzo periodo tutto di marca Ambrosia, marchiato a fuoco dalla giusta intensità difensiva della compagine locale e dalla ricerca di tiri aperti spesso premiata da percentuali eccellenti. Mola ha accusato il colpo (78-60 al 33°) e non ha più avuto la forza di risalire se non nel finale, sul -10 (80-70 con un canestro da tre punti di Emanuele Calò).

Bisceglie ha mantenuto la concentrazione necessaria a condurre la sfida fino al termine, sorretta, oltre che dalle triple di Torresi, dalle doppie doppie di Simone Zanotti e Alessandro Cecchetti (protagonisti a rimbalzo), dalla praticità di Sandro Listwon, dall’energico apporto di Antonio Falcone e dai cambi di ritmo del play Renato Buono. Vittoria corale per i nerazzurri, rinfrancanti nella tempra benché consapevoli che la strada da percorrere sarà molto lunga e tortuosa.

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author