Amichevole, Pasta Reggia Caserta - Upea Capo d’Orlando 65-63

Upea, buona l’ultima uscita in precampionato

Pasta Reggia Caserta – Upea Capo d’Orlando 65-63 (24-19)(37-26)(49-41)

Pasta Reggia Caserta: Gaines 13, Young ne, Mordente 8, Howell 7, Vitali ne, Tommasini 2, Michelori 12, Sergio ne, Moore 12, Scott 11. All. Emanuele Molin.

Upea Capo d’Orlando: Archie 7, Freeman 9, Hunt 2, Basile 4, Soragna, Flynn 19, Nicevic 3, Pecile 5, Burgess 14, Bianconi ne. All. Giulio Griccioli

Termina con la vittoria di misura (65-63) dei padroni di casa della Pasta Reggia Caserta l’ultimo scrimmage dell’Upea Capo d’Orlando prima dell’esordio in Serie A il 12 ottobre al PalaFantozzi con Pistoia. I ragazzi di coach Griccioli hanno dimostrato un’ottima tenuta fisica, tentando l’aggancio fino al quarantesimo e riportando la situazione in equilibrio nel finale dopo che i campani nel primo tempo avevano portato a due cifre le lunghezze di vantaggio. 

Il primo quarto, in cui come poi nel resto dell’incontro il ritmo è altalenante, si chiude 24-19 per i casertani. Nei primi 10’ di gioco si mette in luce per l’Orlandina Bradford Burgess (6 punti nei primi 10’) con un paio di azioni importanti per non perdere troppo il contatto con Caserta. Il secondo periodo di gioco non produce tanto spettacolo con le due squadre appesantite dal lavoro settimanale e con la testa alla prima di campionato. Si va all’intervallo sul 37-26 e dopo 20’ il miglior realizzatore dell’Orlandina è Austin Freeman con 9 punti. Al rientro sul parquet l’Orlandina alza il ritmo e l’intensità di gioco, il parziale infatti alla chiusura della terza frazione è 49-41 (12-15). Nell’ultimo quarto sale sugli scudi Jonny Flynn che realizza negli ultimi 10’ minuti ben 11 punti e chiude la gara con 16 totali. All’Orlandina trascinata dal play nato a Niagara Falls non riesce però la rimonta, i paladini hanno per due volte la possibilità di realizzare dall’arco il canestro che darebbe la vittoria, ma i tentativi non vanno a buon fine e la gara termina 65-63 per il team allenato da coach Molin.

Soddisfatto il coach dell’Upea Capo d’Orlando Giulio Griccioli: «È stata una buona partita, un buon test che ci ha dato la possibilità di dare minuti e reintegrare in gruppo un giocatore importante come Matteo Soragna. Ho visto tante buone cose, tra cui dei miglioramenti nei movimenti difensivi. Rispetto all’altra gara in questo precampionato a Trapani in cui abbiamo affrontato Caserta, ad esempio, abbiamo difeso meglio anche in transizione. È stata ovviamente un’amichevole e dobbiamo lavorare sempre per migliorarci, ma posso ritenermi soddisfatto per il gioco e l’atteggiamento dei ragazzi». Si chiude così il precampionato dell’Upea, domenica 12 ottobre al PalaFantozzi inizierà la quarta stagione in Serie A per la Società di via Beppe Alfano. «Aspettiamo questa settimana con grande trepidazione – continua Griccioli – domenica avremo la prima gara di campionato, ma già venerdì sarà un giorno molto importante perché incontreremo i nostri tifosi. Abbiamo giocato tante gare in precampionato fuori Capo d’Orlando e adesso spero che i tifosi accorrano numerosi all’Orlandina Day (venerdì 10 ottobre ore 19.30 al PalaFantozzi, ndr). La squadra ha bisogno della gente, i ragazzi adesso hanno bisogno di sapere per chi devono lottare e sbattersi la domenica. Mi piacerebbe davvero ci fosse tanta gente sia venerdì che domenica con Pistoia».

Ufficio Stampa Orlandina Basket

 

da sito ufficiale Juvecaserta:

65-63 rappresenta la sommatoria dei rsultati dei quattro periodi di gioco che hanno disputato al Palamaggiò la Pasta Reggia Caserta e l’Orlandina. Iln quintetto di coach Molin si è aggiudicato i primi due tempi (24-19, 13-7), mentre i siciliani si sono imposti nella seconda parte del confronto per 15-12 e 22-16. Bianconeri privi di Sam Young e Michele Vitali, ma con il rientrante Claudio Tommasini; Orlandina, invece, al gran completo. Il confronto ha fornito indicazioni precise ai due tecnici in previsione dell’esordio in campionato previsto per domenica prossima con i casertani impegnati sul campo dell’Acea Roma e la neo promossa Orlandina sul proprio parquet contro la Tesi Group Pistoia. “Nonostante un roster rimaneggiato – osserva coach Molin a fine gara – abbiamo avuto modo di sostenere nei primi tre quarti un buon allenamento. Importante soprattutto il reinserimento in squadra di Mordente e Tommasini”.
Questo il tabellino del confronto:
PastaReggia: Howell 7, Scott 11, Gaynes 13, Moore 12, Michelori 14, Mordente 6, Tommasini 2, Vadi ne, Palladino ne
Orlandina: Basile 4, Soragna, Nicevic 3, Flynn 19, Burgess 14, Archie 7, Freeman 9, Hunt 2, Pecile 5, Bianconi ne

Commenta
(Visited 84 times, 1 visits today)

About The Author