Anche Fonte Roma aderisce al Teddy Bear Toss

Un peluche per regalare un sorriso ad un bambino. È la filosofia del TEDDY BEAR TOSS, l’iniziativa che, dopo il grande successo riscosso negli anni passati, arriva per la prima volta sabato 14 dicembre anche al PalaFonte, in occasione del match tra Fonte Roma Basket e Vis Nova Basket.

Si tratta di una campagna benefica lanciata qualche anno fa negli Stati Uniti, per dare un sorriso ai bambini ricoverati in ospedale nel periodo di Natale ed è stata portata in Italia su iniziativa della piattaforma web La Giornata Tipo: gli spettatori presenti al palazzetto per assistere alla partita, potranno portare con sé un peluche e lanciarlo verso il campo dopo il primo canestro su azione. Per questa occasione, i pupazzi di peluche che arriveranno in campo saranno raccolti da Croce Rossa Italiana – Comitato Municipio 9 di Roma e distribuiti ai bambini della Casa Famiglia “La Tenda di Abramo”.

Le regole da seguire sono poche e semplicissime:

1. Metti a soqquadro tutta la casa e cerca un pupazzo di peluche. Se non lo trovi corri a comprarlo. L’importante è che sia morbido e senza nessuna parte dura né in plastica.

2. Una volta al palazzetto, attendi il primo canestro dell’incontro prima di lanciare il peluche in campo: il canestro deve essere da 2 o da 3 punti. Se il primo punto avviene da tiro libero non tirare i peluche ma attendi il primo canestro dal campo.

3. Appena viene realizzato il primo canestro (che sia della squadra di casa o della squadra ospite è indifferente), lancia il peluche in campo con tutta la forza possibile (per questo è importante che il peluche sia completamente morbido).

Il basket è uno sport meraviglioso e può regalare emozioni altrettanto meravigliose. Per una volta il gesto più bello può anche non essere un tiro sulla sirena o una grande schiacciata, ma un piccolo sforzo di ognuno di noi che stiamo sugli spalti. Uniamoci tutti quanti e regaliamo un Natale migliore a dei bambini che se lo meritano.

FONTE: Ufficio Stampa Fonte Roma Basket

Commenta
(Visited 39 times, 1 visits today)

About The Author

Martino Ruggiero Nato a Taranto, trasferito a Roma tre anni fa per inseguire il mio sogno e per studiare Giurisprudenza, 21 anni. Seguo qualsiasi sport da quando sono nato. Per la pallacanestro ho fatto il giocatore, l'allenatore e il telecronista ma i tasti più consumati del mio telecomando sono quelli che mi portano al calcio. Amante delle storie sportive, da raccontare, da leggere e da ascoltare. Appassionato di viaggi, non conosco un stato d'animo diverso dall'ottimismo.