Andrea Costa Imola-OraSì Ravenna 96-91, supplementare amaro per la squadra di Martino

Imola: Tassinari 9, Cohn 17, Cai ne, Maggioli 14, Borra 8, Ranuzzi 9, Prato 8, Preti 3, Hassan 8, Hubalek 20. All. Ticchi.

Ravenna: Smith 15, Sgorbati 9, Chiumenti 12, Marks 17, Raschi 4, Masciadri 4, Tambone 16, Crusca, Seck ne, Sabatini 14. All. Martino.

Al termine di una partita bella e combattuta, Ravenna cede a Imola per 96-91 dopo un tempo supplementare. In un match caratterizzato dall’andamento altalenante e dai numerosi parziali per entrambe le squadre, l’Andrea Costa ha il merito di essere più lucida e più pronta negli episodi che decidono la partita. I giallorossi pagano il gap di 50 rimbalzi a 30 e forse un po’ di stanchezza nell’overtime, quando l’energia di Ranuzzi (12 rimbalzi e 9 punti di cui 5 nel tempo supplementare) e la presenza di Maggioli (doppia doppia da 14 punti e 12 rimbalzi) decidono la partita. Tra i ragazzi di Coach Antimo Martino sono 5 i a raggiungere la doppia cifra: Marks (17), Smith (15), Tambone (16) e Sabatini (14 con 8 nel quarto quarto), ma qualche disattenzione di troppo alla fine costa il possibile successo. Per i padroni di casa grande match di Jiri Hubalek, che segna 20 punti importantissimi, e doppia cifra anche per Travis Cohn (17 e 7 rimbalzi).

LA PARTITA

Il primo quarto scorre all’insegna dell’equlibrio, Imola prova a scappare sul 22-15 grazie a 8 punti di Cohn e 7 di Hubalek, ma l’OraSì trova tanti buoni tiri e il parziale di 0-9 che impatta la partita sul 24 pari. L’Andrea Costa è in una grande serata balistica e, dopo le 3 triple del primo quarto, ne segna 4 nel secondo (3 delle quali di Tassinari) e prova di nuovo la fuga sul 40-33, ma Ravenna risponde con un 2-11, chiuso dalla rubata e schiacciata allo scadere di Taylor Smith, che vale il 42-44 con cui le squadre tornano negli spogliatoi.

All’inizio del secondo tempo prosegue l’equilibrio, ma dopo 5’ i padroni di casa piazzano un 10-0 fissando il massimo vantaggio sul +13 (63-50). L’OraSì prova a scuotersi con Marks e prima dell’ultimo intervallo torna a -6 sul 65-59, ma il canestro di Hassan allo scadere fissa il parziale sul 67-59 e lancia ancora Imola, che in apertura di quarto quarto torna a +12 sul 71-59. I giallorossi però non mollano ancora e guidati da 8 punti di un grande Sabatini, tornano prima sul 73-71, poi trovano addirittura il sorpasso sul 74-76 con un canestro di Marks. Il finale è thriller, Imola torna avanti, Smith e Cohn sbagliano un libero a testa e un altro canestro di Derrick Marks vale la parità a quota 83 con 5’’ da giocare. Imola non riesce a costruire un buon tiro con Prato e per trovare un vincitore la partita ha bisogno dei 5’ supplementari.

Nell’overtime Ravenna fatica a trovare buoni tiri, a due liberi di Maggioli risponde Tambone, ma Ranuzzi e ancora Maggioli portano a +4 i padroni di casa. Marks accorcia, Ranuzzi segna un libero, sbaglia il secondo, ma il rimbalzo lo premia e l’Or’Sì non trova più il guizzo per riagganciare il match che termina sul 96-91.

Comunicato a cura di Ufficio Stampa OraSì Basket Ravenna

Commenta
(Visited 48 times, 1 visits today)

About The Author