Angels Santarcangelo, presentato Luca Bedetti

Ci si poteva aspettare di tutto, ma la sorpresa di rivedere in maglia gialloblù Luca Bedetti non era davvero pronosticabile. E invece qui a Santarcangelo i sogni molto spesso diventano realtà, il passato insegna.
Questa mattina al Caffè Clementino tutti si aspettavano solo la presentazione dei rinnovati Pesaresi, Saponi e Bianchi… E invece con la sua moto, subito dopo la firma è arrivato anche Luca Bedetti.

“Sono molto contento di tornare a Santarcangelo, squadra in cui sono cresciuto. La trattativa con gli Angels è stata lunga e dura. Avevo anche un’offerta da Rimini in zona, ma ho preferito accettare quella nell’ambiente a me congeniale. Conosco tutti, non ho bisogno di particolari ambientamenti. Giocare con i propri amici dentro e fuori dal campo ha influito e non poco sulla mia scelta. Ringrazio il Presidente e Paolo che ci hanno tenuto molto a me e a quello che potevo dare a Santarcangelo, sono felice!”

Paolo Carasso ovviamente entusiasta del colpo: “Luca è un ragazzo che si è sempre allenato con noi e che sposa in pieno il nostro progetto basato in primis sui giovani locali e in campo su velocità e grinta. Abbiamo pensato a lui sia per noi, ma anche per lui, che ha bisogno di un altro anno di esperienza per poi fare il grande salto di qualità e di categoria, dove merita di giocare.”

Anche il Presidente e Palmiro non nascondono la felicità: “Rivedere Luca con noi è incredibile. Un’altro ragazzo che proviene dal nostro settore giovanile che torna a sposare il nostro progetto. Siamo orgogliosi di lui e di noi stessi che abbiamo dimostrato di giocare ad alti livelli con i nostri giocatori. Luca non è mai andato via forse, molto spesso si allenava col gruppo e l’amalgama che c’è è già importante per la prima partita a Cento.”

Ma non c’era solo Luca Bedetti alla conferenza. Presenti anche Capitan Saponi, Picio Bianchi e Bomba Pesaresi.

“Siamo pronti per affrontare questo campionato sempre con la solita voglia, di correre e di menare, ma soprattutto di divertirsi. Siamo una famiglia ed è questo il nostro punto di forza. Ci sono squadre fortissime quest’anno a partire da Cento, dove esordiremo. Ci sarà da vederne delle belle.”
Così Capitan Saponi carica l’ambiente.

La parola poi passa a Nicola Picio Bianchi, che dopo una stagione partita senza preparazione causa rottura della mandibola, ha dimostrato di potersi giocare tutte le sue carte a suon di recuperi e contropiedi.
“Sono molto felice di essere ancora qui a Santarcangelo a giocarmi una Serie B. So che probabilmente non sarò titolare all’inizio, ma cercherò col sudore e con tutte le armi a mia disposizione di far valere quanto valgo per guadagnare sempre più minuti. Il 17 riprendiamo il lavoro e cercherò già da quella data di farmi trovare pronto.”

Per ultimo si ripresenta Luca Pesaresi, così: “Quest’anno li trasciniamo in serie A! No a parte gli scherzi, sappiamo quanto valiamo e sappiamo soprattutto quanto valgono gli altri e sappiamo che possiamo dar fastidio a tutti. Per l’arrivo di Luca sono forse uno dei più contenti. Sono cresciuto con lui dentro e fuori dal campo, abbiamo giocato insieme dalla C2 alla B1 qui un paio d’anni fa ed ora ci ritroviamo ancora qui insieme. È fantastico, so già che ci divertiremo!”

Carasso poi sui tre afferma: “Nicola è un giocatore unico, che solo noi abbiamo. Ha una visione della motricità della palla pazzesca. Lo chiamano l’Arsenio Lupin di Santarcangelo mica per niente. Mi piace molto quando dice che suderà per giocarsi le sue carte. Incarna a pieno lo spirito Angels! Alberto e Luca due anni fa hanno firmato un contratto pluriennale sposando in pieno la causa Angels e tutto il progetto che li vedeva al centro e come guida di un gruppo di giovani che si affacciavano al basket professionistico. Un grazie particolare va a loro se siamo qui oggi.”

E sul progetto tecnico-tattico aggiunge: “Abbiamo molti esterni in squadra perché abbiamo deciso, in accordo col Presidente, di provare la follia di giocare anche con 4 piccoli per contrastare le armate delle altre squadre. I baluardi fondamentali saranno Saponi e Botteghi. È un progetto rivoluzionario rispetto al basket attuale, se fallirà mi prenderò tutte le colpe, staremo a vedere.”

Il roster è completo, la squadra è pronta a tornare ad allenarsi il 17, tutti insieme, con la bava alla bocca e i chilometri orari nelle gambe. Un colpo importantissimo quello del ritorno di Luca Bedetti, dopo il rinnovo del fratello Francesco: “Adesso sarà dura convivere, soprattutto a casa!”

Loro avranno da discutere parecchio conoscendo i due caratterini, noi avremo da divertirci e non poco.
Oggi erano in 4, mancavano all’appello della presentazione Gioele Moretti e proprio il fratello piccolo Bedetti. Ma quando li vedremo tutti e 10 in campo per sudare, lottare , correre, menare, divertirsi per quella maglia con quella grinta, allora tutti i pronostici e i sogni li metteremo nel cassetto, apriremo gli occhi e… Signore e signori… Let’s start with the show!

Commenta
(Visited 1 times, 1 visits today)

About The Author