Anna Cruz: dall'Europa al tetto del mondo con le Minesota Lynx

Una delle giocatrici europee più complete, anche se forse la meno ‘pubblicizzata’, con meno clamori attorno.

Sicuramente una delle spagnole più forti in circolazione, dopo un fenomeno come Alba Torrens, FIBA Europe Women’s Player of the Yearnel 2014, giocatrice di quasi due metri, che gioca come una guardia.

Nata il 27 ottobre 1986 a Barcellona, quindi oggi, Anna Cruz rappresenta da anni un perno della nazionale iberica di basket. Bronzo agli Europei 2009 e 2015, nonché argento ai Mondiali 2014 e bronzo a quelli del 2010, ha vinto il 15 ottobre, pochi giorni orsono, l’anello WNBA 2015 con le Minnesota Lynx di Seimone Augustus, Maya Moore, Rebekkah Brunson e delle MVP delle Finals, Sylvia Fowles.

Giocare con le migliori aiuta a migliorarsi, e dopo la parentesi americana, la giocatrice catalana, ex Rivas Ecópolis, giocherà con le russe del Nadežda Orenburg, la squadra di Dewanna Bonner, compagna di squadra a Phoenix di un altro fenomeno chiamato Diana Taurasi, 2 volte campionessa WNBA nel 2009 e 2014 e ben tre volte WNBA Sixth Woman of the Year (2009, 2010, 2011).

Cruz è la seconda spagnola ad aver vinto l’anello WNBA, la lega più importante del mondo, dopo un’icona come Amaya Valdemoro, che conquisto tre titoli tra il 1998 e il 2000 con la dinastia delle Houston Comets, anche se all’epoca il suo contributo fu decisamente limitato, visto l’abbondanza di stelle che in quell’epoca dettavano legge, da Cinthya Cooper a Sheryl Swoopes fino a Tina Thompson.

Benvenuta Anna nell’olimpo delle grandi europee che hanno lasciato un segno oltreoceano.

Chiara Crispino

Commenta
(Visited 7 times, 1 visits today)

About The Author