Aquila Palermo avanti senza sosta, oggi anticipo sul parquet di Fondi

Seconda trasferta in tre giorni per l’Aquila Palermo, rimasta lontano da casa dopo la vittoriosa uscita di domenica a Isernia. La carovana biancorossa sarà impegnata questo pomeriggio nel Lazio, a Fondi, sul parquet della Oasi di Kufra.

Un altro match complicato, sul campo di un’altra squadra alla disperata ricerca di punti salvezza. I 40 minuti di Isernia hanno lasciato parecchie scorie, ma anche certezze in più nel gruppo palermitano, tornato a vincere anche soffrendo un pomeriggio non felicissimo al tiro, dopo una serie di gare chiuse di fatto già nella prima metà.

Quello che non è successo ad inizio campionato succede ora – spiega l’allenatore dell’Aquila Palermo Gianluca Tucci -, incontriamo solo squadre disposte a vendere cara la pelle in casa per evitare il playout. Sappiamo che anche per Fondi la salvezza passa dalle gare casalinghe, sarà sicuramente una partita complicata”.

Squadra molto meno fisica di Isernia, ma di grande esperienza, l’Oasi di Kufra Fondi allenata da coach Umberto Fanciullo. Una formazione che viaggia sui 68 punti di media a partita, brava anche a cambiare volto tattico a gara in corso, che può disporre del quarto miglior realizzatore del girone (Lilliu, 17.6 punti di media) e di un buon mix tra esperienza e tecnica. Solo la tenuta fisica non eccellente rispetto alle avversarie non le ha permesso di mettere in cascina più dei 4 punti totalizzati finora.

L’obiettivo per noi dovrà essere tenere basse le loro percentuali realizzative – conclude Tucci -. Al di là della nostra resa offensiva, le vittorie passano dalla difesa. Fisicamente non stiamo affatto male, la squadra è viva ed è quello che volevamo”.

La gara di Isernia ha riconsegnato fiducia e confermato il gran carattere dell’Aquila Palermo, emerso ancora una volta nonostante le difficoltà: “Siamo rimasti uniti fino alla fine, così siamo riusciti a portarla a casa – spiega il capitano biancorosso Nelson Rizzitiello -. Tornare in campo con una buona prova (18 punti, ndr) era importante per riacquistare quella fiducia che avevo un po’ perso dopo gli infortuni, fa piacere che i compagni mi abbiano coinvolto e sapere che li ho ripagati”.

Dobbiamo senza dubbio partire più duri e più concentrati su alcune cose – chiosa Rizzitiello -, attaccare diverse situazioni, siamo una squadra lunga e con diverse soluzioni. Non parliamo di classifica, dobbiamo guardare partita dopo partita, trovare certezze in campo per arrivare pronti a quelle partite che decideranno la stagione. Vincerà la squadra che avrà lavorato meglio”.

Commenta
(Visited 2 times, 1 visits today)

About The Author