Aquila Palermo: ceduti Stella e Rizzitiello. Rappa: "La stagione è compromessa"

L’Aquila Palermo comunica di aver chiuso consensualmente il rapporto professionale con i giocatori Mauro Stella e Nelson Rizzitiello.

Il playmaker, arrivato in estate da Bisceglie, chiude la sua esperienza in biancorosso con 10.6 punti e 4 assist di media nelle 15 gare giocate sin qui.

Rizzitiello, che quest’anno ha ricoperto il ruolo di capitano nella squadra allenata da coach Tucci, saluta i biancorosso dopo un anno e mezzo, e con la stagione attuale contraddistinta da 11.3 punti di media nelle nove gare giocate.

A Mauro e Nelson i più sinceri ringraziamenti da parte dell’intera famiglia biancorossa e i migliori auguri per il proprio futuro.

Nota del presidente biancorosso Salvo Rappa sulle cessioni di Stella e Rizzitiello e sui nuovi obiettivi stagionali

Nella giornata di ieri è stato concesso il nulla osta all’atleta Mauro Stella che, probabilmente dal 18 gennaio, assicurerà le proprie prestazioni sportive alla società di Bisceglie. Ciò per accontentare le esigenze personali esplicitate dal giocatore direttamente al sottoscritto. Precisiamo che la cessione è avvenuta a totale carico di Aquila Palermo e che nulla ci è stato dovuto da parte della società acquirente.

Ci sono annate che iniziano con il vento in poppa, noi ricorderemo l’anno della promozione in serie B, altre iniziano male e sulla stessa falsa riga non possono che proseguire.

Dopo avere consultato e condiviso con il mio ristretto staff (Lima, Tucci e Gullo), ho deciso di abbandonare ogni velleità di promozione per questo anno.

Il divario che ci separa dalle prime è troppo marcato, anche volendo ipotizzare un ribaltamento di risultato negli scontri diretti (ancora tutti da giocare…), lo stesso non basterebbe a conquistare la vetta della classifica. Dovremmo sperare in passi falsi di chi ci precede, senza commetterne neanche uno.

Ci vuole ottimismo e l’ottimismo ha un prezzo troppo caro per Aquila quest’anno.

Purtroppo la cessione di Mauro non è indolore, su di lui si concentrava il gioco voluto dal nostro allenatore. Quindi a rigor di logica, si dovrebbe fare ricorso al mercato che, peraltro, al momento ci è precluso per via di un lodo che ci vede soccombenti.

Non ci sono risorse fresche da potere impiegare in questo senso e, a questo punto, occorre avere la forza e la responsabilità di sapere compiere un passo indietro.

Bisogna prendere atto che la stagione è compromessa.

Bisogna avere l’umiltà di proseguire con le cessioni che le disposizioni organizzative ci consentono, al fine di riequilibrare il budget verso un più ampio livello di sostenibilità del business.

Pertanto, per le ragioni sopra esposte, nella giornata odierna è stata concretizzata anche la cessione di Nelson Rizzitiello e nel corso della prossima settimana ancora un altro “pezzo pregiato” dovrà lasciare Palermo.

A tal proposito, mi preme sottolineare che le ulteriori cessioni soddisfano esclusivamente il requisito economico e che, per nulla al mondo, le stesse traggono origine da mancate aspettative di rendimento in campo.

Infine, mi preme sottolineare che, in conseguenza di queste cessioni, cambiano completamente i piani societari per la corrente stagione.

A Gianluca avevamo chiesto, ad inizio stagione, di guidare il gruppo fino alla fine per giocarci qualcosa di grande.

Adesso abbiamo chiesto a Gianluca di concludere il campionato nel migliore dei modi, pur sapendo quale sacrificio comporta per la sua figura e per la sua caratura.

Senza un fair play finanziario viene meno la continuità aziendale e noi vogliamo continuare a scrivere pagine di sport a Palermo.

Resta in capo al sottoscritto la responsabilità di avere smembrato pezzi di un gruppo che, fino a ieri, costituiva la miglior difesa del campionato. Non una scelta facile da prendere…

A margine di una pagina che nessun Presidente vorrebbe scrivere durante il proprio mandato, mi preme ringraziare Nelson per le parole, i gesti e le emozioni di un faccia a faccia avvenuto nel post partita.

Tante volte si finisce con il ridurre la propria funzione a quella di un Bancomat. Ieri, grazie a Nelson, ho ritrovato la voglia di continuare a credere che nello sport esistono ancora valori veri. A lui e alla sua bella famiglia, auguriamo tanti successi sportivi e personali.

 

Lorenzo Anfuso

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author