Aquila Palermo forza sette, "murata" Cassino

Una prova di forza e compattezza, carattere e unità: la risposta di un PalaMangano tornato finalmente ad ammirare la propria squadra, in aperta corsa per le zone altissime della classifica in Serie B. L’Aquila Palermo regola il miglior attacco del girone, la Virtus Cassino, con la miglior prova difensiva del suo campionato, chiudendo il girone d’andata con un 89-70.

Pesante l’assenza di capitan Carrizo per i laziali di coach Vettese, ma sin dalle prime battute è apparso evidente che i palermitani, questa gara, l’avevano preparata fin troppo bene e per giunta con poco tempo a disposizione, causa festività natalizie. Equilibrio che dura giusto un quarto, merito degli ospiti riusciti a rispondere al grande parziale iniziale dei biancorossi, pressochè perfetti nel limitare il gioco dal perimetro dei miglior tiratori da tre.

Dal 21-18 con il quale si è aperto il secondo periodo, le due squadre in campo viaggiano a braccetto fino al 27 pari, rispondendo colpo su colpo.Tante palle recuperate, 18 a fine gara, e un’impressionante media realizzativa, che si chiuderà con un invidiabile 50% dal campo, per l’Aquila Palermo di coach Tucci bravissima a serrare i ranghi in difesa, cancellando la gara dei lunghi di Cassino e limitando al minimo le soluzioni degli esterni.

Dall’intervallo, si rientra in campo con i siciliani avanti di 9 punti e proprio quando si attendeva la risposta d’orgoglio ospite, l’Aquila si abbatte sugli avversari concedendogli in tutto il terzo periodo appena un canestro dal campo e imperversando dalla media e lunga distanza. Si arriva ad un massimo vantaggio di 21 punti con il quale ci si avvia agli ultimi 10′ del match (66-45).

Cassino alza la difesa nel tentativo quantomeno di limitare il passivo, intanto salito a 25 punti, ma sono gli ingressi dalla panchina ad impreziosire una gara condotta dall’inizio alla fine da parte dei siciliani. Il finale recita 89-70 in favore di un’Aquila Palermo che centra la settima vittoria consecutiva, agganciando il terzo posto in solitaria dopo la sconfitta di Palestrina sull’impossibile campo di Empoli.

Era molto importante affrontare questo avversario con lo spirito di concentrazione e intensità difensiva – ha commentato a fine gara l’allenatore Aquila Palermo, Gianluca Tucci -, siamo stati bravi a togliere dei rifornimenti in post basso e dal perimetro, e poi abbiamo avuto una gran risposta dalla panchina. E’ stata una chiave importante che ci ha permesso di esprimere la giusta intensità per tutta la partita. Ci alleniamo sempre duramente, chiedendo tanto a noi stessi, non c’è neanche il tempo di rilassarsi visto che ercoledì arriverà Scafati. Mi ha fatto davvero piacere vedere il nostro palazzetto carico e pieno di tifo. Abbiamo negli occhi quella spinta che il nostro pubblico ci ha dato nei playoff dell’anno scorso. Bello vedere anche tanti piccoli dei centri minibasket”.

Direi che è stata la prima partita, contro una grande, giocata difensivamente bene, anche se da parte loro si è sentita la mancanza di Carrizo – ha replicato il centro biancorosso Riccardo Antonelli -. Una vittoria importante perchè l’abbiamo preparata così come poi l’abbiamo condotta. La serietà e l’alenamento sono le prime cose per fare un bel campionato, puntiamo avanti così. Scafati è una squadra difficile e in striscia positiva, per gli altri appuntamenti importanti ci sarà tempo”.

Aquila Palermo che tornerà in campo già per l’Epifania al PalaMangano (6 gennaio, ore 18), in quella che si prospetta come un’altra gara entusiasmante, contro la Cesarano Scafati. Due serie aperte di vittorie: 7 per i siciliani, 8 per i campani. Una delle due dovrà fermarsi qui.


SERIE B (Girone C) – 15° giornata

AQUILA PALERMO-VIRTUS CASSINO 89-70
Parziali: 21-18, 23-17, 22-10, 23-25

Aquila: Requena 12, Stella 5, Azzaro 1, Cozzoli 14, Antonelli 12, Merletto 15, Di Emidio 4, Rizzitiello 10, Urbani 2, Ondo Mengue 12. All. Tucci

Cassino: Grilli 24, Castelluccia 6, Ianes 10, Lovatti 4, Dri 18, Ausiello 3, Gonzalez 2, Carrizo, Cerniz 3. All. Vettese

Arbitri: Marco Liberali, Giuseppe Langella

 

 

Lorenzo Anfuso
Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author