Aquila Trento, Fabio Mian: "Pronto alla sfida"

Da avversario Trento è sempre stata una delle sue “vittime” preferite, spesso a suon di triple: Fabio Mian in bianconero però è pronto a dimostrarsi letale non solo con il suo mortifero tiro da fuori, ma anche con le qualità fisiche e tecniche che unite alla sua pericolosità offensiva lo possono rendere una pedina importante sullo scacchiere di coach Maurizio Buscaglia. Fisico, voglia di fare e ambizione non mancano certo all’esterno classe ‘92, che per la prima volta in carriera affronterà una stagione con il doppio impegno, debuttando in EuroCup.
«Le impressioni di questi primi giorni – afferma – .sono davvero super, ma non avevo grossi dubbi a riguardo. Per me questo sarà il primo anno con il doppio impegno con campionato e coppa europea, mi aspetta quindi una grande sfida da affrontare e sono molto carico e determinato: so che il mio ruolo qui sarà diverso rispetto al passato, mi si chiederà di avere un impatto sulla partita su entrambi i lati del campo e mantenendo sempre al massimo il livello di intensità ed energie. Nei minuti che avrò a disposizione non mi potrò permettere pause o attese, dovrò entrare in ritmo e aggredire la partita facendo tutto quello di cui ha bisogno la squadra. So che suona retorico ma sono sincero, Trento è uno di quei posti dove mi sarebbe piaciuto crescere e penso sia il contesto giusto in cui provare a consolidarmi come giocatore affacciandomi anche al prestigioso panorama dell’EuroCup. Sono un giocatore che esige molto da se stesso, quindi da oggi testa bassa e lavorare: voglio farmi trovare pronto per questa grande opportunità e per le grandi competizioni che aspettano me e tutto questo gruppo fatti di atleti e allenatori trascinanti».
Così Alessandro Giuliani, Responsabile Scouting: «Fabio è stato il primo volto nuovo dell’estate della Dolomiti Energia, siamo partiti proprio con lui perché siamo convinti che un giocatore con le sue caratteristiche tecniche e di fisicità ci possa essere davvero molto utile. Fabio è versatile, gioca due ruoli, ma da guardia può dare all’intera squadra ancora più fisicità e solidità: è un esterno che si scalda in fretta, può fare canestro in brevissimo tempo, e in più porta una buona dote di esperienza nel campionato italiano, in cui ha già disputato minuti importanti. I nostri tifosi, che pure già lo conoscono bene avendolo avuto tante volte da avversario, possono aspettarsi uno che dà il massimo in linea con le qualità tecniche e umane di tutti i ragazzi a roster».

Commenta
(Visited 23 times, 1 visits today)

About The Author