Aquila Trento, parla coach Buscaglia: "Solo rimanendo noi stessi possiamo provare a battere l'EA7"

Prima di serie A Beko per la Dolomiti Energia Trentino che esordirà giovedì sera contro l’EA7 Emporio Armani Milano. Davanti a un PalaTrento quasi esaurito (già 3200 i ticket venduti, biglietti disponibili al link http://bit.ly/ticket_giornata1), la formazione guidata da Maurizio Buscaglia sfiderà alle 20:45 la compagine milanese, sconfitta martedì sera dai Boston Celtics nella prima gara degli NBA Global Games.

MAURIZIO BUSCAGLIA (Coach DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): “Finalmente si comincia. È una partita di cartello contro una squadra di livello, il campionato è tosto, per cui partire con una gara così dura è utile perché aiuta a tenere la concentrazione della pre-season molto alta. La forza dell’avversario ci costringe ad essere concentrati ad ogni azione. Da domani si comincia un tour de force incredibile e per continuare con la nostra mentalità ogni partita, abbiamo bisogno di solidità fisica e mentale. Iniziare contro una squadra di tale prestigio può solo aiutarci”.

Milano ha possibilità tattiche di vario tipo, con giocatori dalle qualità complete, questo non ci snaturerà perché la nostra squadra cercherà di mettere in campo la propria identità come sempre. L’EA7 è una squadra che ha continuato a costruire un gioco e un percorso a prescindere dai risultati. Resta una squadra molto talentuosa, nonostante i recenti cambiamenti. Ciò ci porta a dover lavorare bene in fase difensiva, visto che loro sanno fare molte cose in maniera fluida. Anche noi abbiamo la possibilità di cambiare pelle e stiamo crescendo nel sentire le partite come squadra e nel cercare di coinvolgerci sempre con le famose regole “difendiamo insieme e passiamoci la palla”. Chi temiamo in particolare? Sappiamo bene che c’è un’anima italiana importante rappresentata da Gentile e Cinciarini, poi ci sono giocatori dalla forte mentalità europea, che in questo campionato può risultare determinante. Coach Repesa ha lavorato molto sul suo gioco in questa pre-season, credo che l’Olimpia possa davvero fare della solidità il suo punto forte quest’anno. La loro partita con Boston? E’ stata una partita impegnativa, un test di altissimo livello e, certo, anche un modo di mettere in campo le cose che stanno preparando. Lockett? Ha ripreso a lavorare con il gruppo con regolarità, grazie all’eccezionale lavoro dello staff medico. Sta bene, è pronto: può giocare. Turnover? Giocare una volta ogni tre giorni non influenza il minutaggio, punteremo ad allungare le rotazioni coinvolgendo 11 giocatori. E’ innegabile che questo fa cambiare il modo di stare in campo e richiede ai ragazzi di essere efficaci più volte in meno minuti”.

TOTO FORRAY (Capitano DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): “La Milano vista qui al PalaTrento nel Memorial Brusinelli è un po’ diversa da quella che troveremo domani. Con Gentile, Cinciarini e Simon la squadra è più adatta all’allenatore e al suo modo di giocare. Forse l’EA7 dell’anno scorso viveva più di iniziative individuali, ma quella di quest’anno resta comunque una squadra da Eurolega, con giocatori fortissimi. I nuovi necessitano di un po’ di chimica, ma il team sta migliorando di partita in partita. Cercheremo di affrontarla nel modo migliore: quando siamo stati al completo, al di là delle vittorie, abbiamo fatto vedere un bel gioco di squadra, valorizzando le doti dei nuovi arrivati”.

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author