Ariano scivola ancora: ora la classifica si fa preoccupante

Da Civitanova non arriva la scossa cercata. Nonostante il promettente avvio di partita, le rossoblù sono costrette ad incassare la quinta sconfitta di questo girone di ritorno da brividi. Ariano ha dovuto arrendersi alla prestazioni di caratura superiore di Perini (18 punti e 3/6 dall’arco), ma soprattutto dell’ultima arrivata in casa marchigiana: Tereza Vorlova. Per lei 29 punti da assoluta padrona del pitturato. Ariano ha perso il match a rimbalzo ed ha palesato un approccio offensivo troppo prevedibile, privo di terminali affidabili da oltre l’arco. Senza Cupido influenzata, segnali di risveglio soprattutto in chiave offensiva sono arrivati da Celmina ma non è bastato. Le marchigiane hanno saputo reagire la gap iniziale 2-15 per poi far proprio la gara nella secondo tempo. Nel testa a testa finale Civitanova ha controllato senza particolari patemi riuscendo anche a ribaltare il -5 dell’andata.

LA GARA – Il parziale di 2-15 al 7’ ha quasi dell’incredibile considerando che Civitanova resta all’asciutto dal campo con appena sei tiri tentati. Le marchigiane si rifugiano dalla lunetta dove cominciano a costruire la rimonta. E’ di Gomes il primo canestro dal campo. I liberi di Perini riaprono il match già al primo mini intervallo (11-15 al 10’). Ci pensa la tripla di Gomes a lanciare definitivamente le ragazze di coach Melappioni. Il black-out delle Farine si protrae. Ne nasce un parziale complessivo di 18-0 in 5’ a cavallo dei primi due quarti (20-15 al 12’). Albanese e Maggi ridanno fiato allo sterile attacco ospite, mentre una tripla di Perini fa registrare il massimo vantaggio interno (25-19 al 14’). Ferazzoli tiene in panca sia Guerri che Paparo e si affida a Maggi in cabina di regia per larghi tratti. Cemina si ricorda di essere una straniera e piazza sette punti consecutivi che sono ossigeno puro. E’ Zanetti a ridurre al minimo le distanze all’intervallo lungo (31-30). Il terzo quarto è scintillante. Vorlova inizia il suo show (38-30 al 22’), ma Ariano ripete il buon terzo quarto di Viterbo. Sono Maggi e Celmina a confezionare un parziale di 10-0 (38-40 al 26’) che illude. Vorlova è semplicemente immarcabile per le varie Zanetti, Albanese e Celmina (49-40). L’unica tripla di Valerio tiene a galla le ospiti (49-45 al 30’). L’ala bolzanina è l’ultima ad arrendersi. Si resta in scia fino all’ultimo giro di lancetta con Vorlova e Perini protagonista da un lato e Valerio e Celmina dall’altro (60-56 al 38’). Ariano si ferma qui e Civitanova dalla lunetta riesce a ribaltare anche il -5 dell’andata.

LE FARINE MAGICHE ARIANO IRP. – INFA FEBA CIVITANOVA M.: 66-60

Infa Feba Civitanova Marche: Gomes 8, Perini 18, Bocola n.e., Trobbiani 2, Romano, Di Costanzo 6, Marinelli 1, Stronati n.e., Vorlova 29, Manzini 2. Coach: Melappioni.

Le Farine Magiche Ariano Irpino: Paparo, Valerio 17, Falanga M. n.e., Santabarbara, Falanga A. n.e., Guerri 4, Albanese 2, Maggi 15, Celmina 18, Zanetti 4, De Michele n.e. Coach: Ferazzoli.

Parziali: (11-15); (20-15); (18-15); (17-15)

Arbitri: Lorenzo Grazia di San Pietro in Casale (BO), Federica Servillo di Perugia.

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author