Ariano torna a ruggire: Cupido e Celmina mandano al tappeto Castellammare

Ariano cercava conferme dopo l’exploit di Ferrara. Il derby contro Castellammare le ha portate in dote nel modo più convincente possibile. Le Farine si sono regalate una serata che ha ricordato i fasti della scorsa stagione, ritrovando il coinvolgimento ed il sostegno del pubblico. Prestazione di qualità in attacco dove Cupido ha illuminato e Celmina, mvp dell’incontro, ha sfoderato la migliore prestazione stagionale: 23 punti con tre triple a bersaglio. La lettone si è fatta apprezzare anche difensivamente dove Ariano ha limitato la front line avversaria concedendo solo le penetrazioni di Negri e gli acuti da oltre l’arco della solita Gallo. E’ un successo che riapre i giochi per la salvezza. Ora le ufitane sono a due sole lunghezze dal nono posto ed a quattro dalla zona play-off. Domenica il campionato osserverà un turno di riposo in concomitanza della final four di Coppa Italia di A2. Si riprenderà sabato 12 marzo con un altro derby: quello del Pala Silvestri di Salerno.

LA GARA – Ariano opta per il quintetto piccolo con Valerio da ala forte. L’avvio è già pirotecnico. Cupido e Celmina rispolverano le positive sensazioni di inizio stagione. Sul fronte opposto Gallo colpisce da oltre l’arco rievocando il 5/6 dell’andata. Coach Ferazzoli ci ripensa ed alza il proprio quintetto richiamando in panca Paparo in luogo di Zanetti (6-8 al 3’). Celmina fa buona guardia sotto le plance. I frutti in attacco arrivano di lì a poco. Cinque punti consecutivi di Valerio ed il gioco alto-basso Celmina-Cupido strappano applausi, così come il canestro di Maria Francesca Falanga, tra le protagoniste del prestigioso successo di venerdì sera nel match dell’under 18 contro la Dike Napoli (19-12 al 10’). Si viaggia sull’asse Cupido-Celmina, la transizione arianese è micidiale. La lettone è on fire e colpisce anche da tre (33-19 al 16’). Ariano vola con Maggi che quasi ribalta il -17 dell’andata (37-21 al 17’). Ferazzoli concede qualche minuto di respiro a Celmina. L’impatto di Albanese sul match non è dei migliori. Castellammare ne approfitta rifugiandosi dalla lunetta (39-30 al 20’). Nella ripresa coach Belfiore rinuncia alla lettone Vente. Due triple di Gallo cambiano l’inerzia al match. Non basta la seconda tripla di Celmina a tener distante Castellammare (47-38 al 25’). Le stabiesi alzano l’intensità in difesa e confezionano un parziale di 13-0 a cavallo degli ultimi due quarti (47-51 al 31’). Nel momento più difficile, Ariano pesca energie in difesa, ma soprattutto trova la migliore Celmina del campionato. Castellammare si blocca. Cupido firma il sorpasso: è la terza tripla di Celmina a spaccare il match. Il parziale delle Farine è quello decisivo 12-0 (61-53 al 37’). Il colpo di coda di Vente non basta. Le Farine escono tra gli applausi di un pubblico riconquistato dalle proprie beniamine.

LE FARINE MAGICHE ARIANO IRP. – C.M.O. CAST.MMARE DI STABIA: 66-61

Le Farine Magiche Ariano Irpino: Paparo, Valerio 9, Falanga M. 4, Santabarbara n.e., Falanga A. n.e., Guerri, Albanese, Maggi 9, Cupido 17, Celmina 23, Zanetti 4, De Michele n.e.. Coach: Ferazzoli.

Cmo Castellammare di Stabia: Ortolani 5, De Rosa n.e., D’Avolio 6, Carotenuto n.e., Potolicchio 8, Gallo 14, Negri 12, Minervino 4, Brunelli, Vente 12. Coach: Belfiore.

Parziali: (19-12); (39-30); (47-49)

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author