Arriva la vittoria per la Novipiù

Al PalaFerraris i rossoblu superano Scafati 63-61

E’ una partita pienamente equilibrata quella tra Novipiù Casale e Givova Scafati. Il primo ed il secondo quarto sono ad appannaggio di Casale, ma nel terzo quarto e all’inizio dell’ultimo periodo è la Givova a rifarsi sotto, ma i minuti finali regalano la vittoria a Casale complice un Tomassini da 18 punti. 

Martinoni apre la partita, mentre Scafati fa fatica ad attaccare il ferro e il canestro di Tolbert firma il 4-0 dopo 3’. E’ Crow il primo ad andare a segno tra le fila di Scafati, mentre Fantoni non è preciso dalla lunetta; ancora Tolbert e Martinoni per i rossoblu. Casale difende con aggressività e si porta sull’11-5 a 4’ dal termine: va a segno anche Severini e coach Perdichizzi è obbligato al time out. Fischer prova a scuotere i suoi con una tripla, ma Blizzard e Tolbert chiudono il quarto sul 18-8.

Secondo quarto che inizia con il canestro di Johnson, ma è pronta la risposta di Di Bella: anche Scafati ora si fa aggressiva e si mantiene in scia (20-14). Tolbert e Di Bella continuano a far muovere la retina rossoblu e con il canestro di Severini, la Novipiù vola sul 29-16, mentre Scafati riesce ad andare a segno solo con Fantoni dalla lunetta. Santiangeli cerca una reazione degli ospiti con una tripla e il quarto si chiude 33-27.

Il terzo quarto vede una Scafati rimanere in scia della Novipiù con la tripla di Crow e con una difesa più aggressiva: Tomassini va a segno e dopo 4’ il punteggio è 40-34. La Novipiù non riesce più a trovare continuità obbligando coach Ramondino al time out: ancora Tomassini per Casale, ma Johnson dalla lunetta impatta sul 42-42 a 3’ dal termine; la tripla di Natali infiamma il PalaFerraris, ma arriva la risposta di Santiangeli che seguito da Johnson firma il 46-50.

La tripla di Blizzard apre l’ultimo quarto, Baldassarre risponde con la stessa moneta: Casale alza la difesa, ma arriva ancora la tripla di Scafati che allunga sul 48-56 a 4’ dall’inizio. La Novipiù non trova più la via del canestro e Panzini ne approfitta realizzando dall’arco: Tolbert prova a scuotere i rossoblu, e con Severini riporta Casale sul 54-59 a 3’ dal termine. Scafati pasticcia ed è ancora Tomassini ad andare a canestro e poi a impattare: è Natali a inchiodare il punteggio 63-61.

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO – GIVOVA SCAFATI: 63-61 (18-8; 33-27; 46-50)

NOVIPIU’ CASALE MONFERRATO: Tolbert 14, Denegri, Tomassini 18, Natali 6, Blizzard 6, Di Bella 4, Martinoni 7, Severini 8, Ruiu, De Ros ne, Valentini ne, Bellan. All. Ramondino

GIVOVA SCAFATI: Fischer 7, Crow 9, Fantoni 10, Baldassarre 3, Ammannato, Panzini 9, Perez ne, Matrone ne, Santiangeli 8, Johnson 15. All. Perdichizzi

LE DICHIARAZIONI – Coach Marco Ramondino: E’ stata una grande e pazzesca vittoria perchè è stata una partita strategicamente dominata, con l’idea del pressing e dei raddoppi, e perchè ci siamo presi dei rischi. Abbiamo giocato bene e siamo andati avanti, abbiamo giocato male ma abbiamo resistito; loro hanno messo tiri libri importanti, ma noi siamo tornati dopo un time out, dove avevo chiesto di fare le cose che ci appartengono, creando un buon canestro di Severini e le penetrazioni di Tomassini, dove loro erano indecisi se difendere su Tolbert o meno. C’è quindi grande soddisfazione per la vittoria perchè oggi non vedo nessuno che ha giocato malissimo o fuori dal gioco: tutti hanno dato il loro contributo.

Domenica ci aspetta il derby con Tortona e giocarlo qui è strano. Dobbiamo quindi resettare e prepararci a una partita diversa da questa. Per farlo bisogna reclutare energie e fare adeguati aggiustamenti tecnici che la squadra possa recepire in due giorni”.

Coach Giovanni Perdichizzi:E’ difficile commentare questa partita soprattutto per i minuti finali: la nostra paura e la nostra mancanza di lucidità ci hanno costretti a perdere una partita direi rocambolesca per come si era messa e per come avevamo giocato nel secondo tempo. Abbiamo staccato l’interruttore presi dalla paura della foga di giocare questi finali. La squadra ha cercato con voglia la vittoria, ma dobbiamo crescere nelle difficoltà, nelle limitatezze e migliorarci aspettando Naimy, senza però perdere fiducia. Abbiamo avuto difficoltà a superare la metà campo, per la grande pressione difensiva casalese; quando siamo riusciti a controbatterla, ne abbiamo tratto vantaggio andando dove volevamo“. 

Nicola Natali:La sensazione adesso è super perchè abbiamo vinto una partita che volevamo assolutamente vincere. Siamo consapevoli di dove siamo e di cosa dobbiamo fare: Ramondino ci ha chiesto di essere aggressivi ed è quello che ci ha fatto vincere. Abbiamo attraversato difficoltà, dobbiamo ancora fare tanto: oggi ho messo tutto: foga, cattiveria e fama, soprattutto sul contropiede contro Johnson”. 

Commenta
(Visited 18 times, 1 visits today)

About The Author