Assigeco Piacenza, capitan Formenti scalpita: "Non vedo l'ora di tornare in campo"

Matteo Formenti non sta più nella pelle. Il capitano dell’Assigeco Piacenza ci racconta come sta vivendo queste ultime ore di attesa prima del raduno ufficiale di martedì 15 settembre.

 

Quali sono le tue sensazioni alla vigilia di questo raduno?
Le sensazioni sono buone. Sicuramente da parte mia come da parte di tutti c’è una grandissima voglia di riprendere gli allenamenti, tornare alla normalità e a tutte quelle abitudini che mancano ormai da tanti mesi. Quindi non vedo l’ora che arrivi il momento di tornare sul campo”.

 

Torni in Assigeco con un ruolo importante come quello di Capitano. Come vivi questa tua nuova avventura in biancorossoblu?
“Sono molto contento di essere tornato e di avere la possibilità di riprendere un discorso che si era interrotto. Sono orgoglioso che il Presidente e lo staff abbiano pensato a me come Capitano. So che è un ruolo estremamente importante per cercare di trasmettere agli altri ragazzi i valori della famiglia Assigeco e cercherò di interpretarlo al meglio”.

 

Quella che va ad iniziare è una stagione molto particolare, specie per un territorio come quello lodigiano e piacentino, duramente colpito dalla pandemia.
“Sarà per tutti una stagione particolare per tutto quello che è successo e sappiamo che dovremmo stare sempre attenti e fare tutto nella maniera corretta per garantire la sicurezza di tutti. Sappiamo benissimo che al Campus tutti i protocolli e le normative sono applicate e rispettate alla lettera e che la società farà di tutto per metterci nella situazione migliore per poterci concentrare solamente sul lavoro in palestra e prepararci ad una stagione che si preannuncia impegnativa e molto lunga”.

 

Che messaggio ti senti di mandare ai tifosi dell’Assigeco?
“Spero di poterli vedere al più presto al palazzo pronti e carichi per supportarci”.“.

Fonte: ufficio stampa UCC Assigeco Piacenza

Commenta
(Visited 27 times, 1 visits today)

About The Author

Enrico Pecci Classe ’96, proveniente da quel favoloso luogo chiamato Marche (provare per credere), studente di Scienze della Comunicazione ed appassionato di calcio quanto di basket. Collaboratore per nba24.it e tuttobasket.net, sognando un futuro in cui scrivere di sport, basket e calcio in particolare, sia un lavoro oltre che una passione. Appassionato di basket sin dai primi passi mossi nel parquet dal Re, King LeBron James. #IPromise.