Aurora Jesi, conferme importanti tra i giovani: il comunicato

Una linea verde che si colora sempre di più con i talenti di casa propria che completeranno il roster arancioblù per la prossima stagione. Scelte e soprattutto investimenti che ripagano sforzi e decisioni degli ultimi anni ed esprimono ancor più quella jesinità, di nascita o acquisita che sia, che contraddistingue l’Aurora Basket 2020/2021. Innanzitutto, non poteva mancare, nell’organico a disposizione di coach Ghizzinardi ,Yusupha Konteh. Ala/centro nato in Gambia nel 2002, ma in corso di formazione italiana (il prossimo sarà il quarto e ultimo anno), alto 202 centimetri, Konteh è alla seconda esperienza in Serie B con la maglia dell’Aurora Basket. Dotato di buone doti atletiche, braccia lunghe e di mani morbide, “Yus” si è già messo in mostra nella scorsa stagione in Serie B, mettendo a segno i primi punti contro Chieti ma, più in generale, dando sempre il suo prezioso contributo quando è stato chiamato in causa da coach Ghizzinardi: dal match con gli abruzzesi alla trasferta a Civitanova, passando per Ozzano, Senigallia e il derbissimo con Fabriano, tutte occasioni in cui il centro gambiano ha messo in evidenza le sue qualità. . Alla quarta stagione in riva all’Esino, Konteh, nel corso dell’esperienza aurorina, ha sempre disputato il campionato Under 18 di Eccellenza (quest’anno collezionando 13,1 punti e 9,6 rimbalzi con il 58% da 2 punti e quasi il 30% da 3, 21 l’high personale contro Ancona), ha fatto esperienza prima in Serie D con la Virtus 88 poi in C Silver con l’Aesis ’98 e, nella scorsa stagione, è stato protagonista della Next Gen Cup, la Coppa Italia Under 18, con la maglia della Vuelle Pesaro.Insieme a lui, a completare il pacchetto esterni, ci saranno, invece, tre 2003 di belle speranze come il nazionale U16 nord-macedone Rezart Memed, guardia/ala tiratrice classe 2003 che farà il suo esordio a referto in Serie B dopo aver accumulato i primi due anni di formazione necessari per giocare in campionati nazionali, il playmaker Gabriele Mentonelli, altro talentino messosi in luce nell’Under 18 di coach Francioni, e la guardia Alex Ginesi, ragazzo in crescita e dalla grande voglia e applicazione. Una linea che, quindi, diventa verdissima con il settore giovanile dell’Aurora sempre più protagonista ed altri prospetti jesini che, a rotazione, andranno ad aiutare il grande gruppo della Prima Squadra, oltre a giocarsi, settimanalmente, spazi in allenamento e convocazioni a referto con i più grandi. Senza dimenticare, poi, i propri campionati giovanili in cui i giovani rampolli arancioblù sicuramente diranno la loro.“Questo per noi è un grande traguardo oltre che un’immensa soddisfazione – commenta l’Amministratore Unico Altero Lardinelli –. I tanti sforzi con altrettanti investimenti iniziano a pagare e a dare i loro frutti: ormai il nostro Settore Giovanile è protagonista, a Jesi, nelle Marche e in giro per l’Italia. Senza dimenticare che, anche a livello di pari età, l’Under 18 può crescere ancora, mentre l’Under 20 potrà essere protagonista anche a livello nazionale. Insomma – chiosa Lardinelli – un grande orgoglio e una soddisfazione ancora maggiore”.

FONTE: Ufficio Stampa Aurora Jesi

Commenta
(Visited 26 times, 1 visits today)

About The Author

Martino Ruggiero Nato a Taranto, trasferito a Roma tre anni fa per inseguire il mio sogno e per studiare Giurisprudenza, 21 anni. Seguo qualsiasi sport da quando sono nato. Per la pallacanestro ho fatto il giocatore, l'allenatore e il telecronista ma i tasti più consumati del mio telecomando sono quelli che mi portano al calcio. Amante delle storie sportive, da raccontare, da leggere e da ascoltare. Appassionato di viaggi, non conosco un stato d'animo diverso dall'ottimismo.