Auxilium Cus Torino, contro Santarcangelo è codice rosso

Più che la presentazione di una partita, un bollettino di guerra. L’Auxilium CUS che si appresta a mettere i bastoni tra le ruote al lanciato Santarcangelo di Romagna nell’infrasettimanale in programma mercoledì 17 febbraio alla Panetti (ore 20,30) è un vero e proprio ospedale da campo, tanti sono i giocatori al momento infortunati.
Calabrese e Bianchelli riprendono oggi dopo mesi di inattività e non saranno eleggibili, ai box per ragioni varie, tutte non di poco conto purtroppo, ci sono Bianco, Murgia, Bottiglieri, Dello Iacovo, Maino e Chiotti, che, come domenica scorsa a Piombino dovrebbe essere a referto ma di fatto inutilizzabile. 
E a rincarare la dose – il totale degli infortuni medio-gravi in stagione è già oltre quota 20 -, la sfortunata trasferta in Toscana, dove i gialloblu sono andati vicinissimi al colpaccio sul parquet della quarta forza del girone, ha portato in dote anche lo stop di Russano, il migliori nell’ottima prestazione offerta dai cussini. Una lesione di secondo grado al retto femorale della coscia destra lo terrà lontano dal parquet per almeno 45 giorni. 
Con Dello Iacovo fuori per oltre un mese (lussazione della spalla) e Maino alle prese con il riacutizzarsi del problema al tallone che lo aveva già fermato tra novembre e dicembre scorsi e ancora out, una vera iattura per l’Auxilium CUS. Che nell’impegno interno con gli Angels dovrà inventarsi per l’ennesima volta la formazione, abbassando ancor più (se possibile) l’asticella anagrafica: coach Arioli darà con ogni probabilità  fiducia in cabina di regia a Orsini e al classe ’98 Andrea Fantolino, pure lui reduce da un problema muscolare non ancora del tutto risolto, che, quando chiamato in causa, ha fatto vedere buone cose. Stavolta sarà davvero dura fare dieci, anche se il divieto di piangersi addosso è tassativo e la prova di Piombino è lì a dimostrare che crederci sempre e comunque da qualche parte prima o poi porta. 
L’ingresso all’incontro sarà ancora una volta a titolo gratuito. 



Beppe Naimo
Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author