Avellino, coach Sacripanti: "Vogliamo arrivare in finale"

Queste le dichiarazioni di coach Sacripanti sulla sfida tra Avellino e Venezia: 

“Andiamo a Venezia con tanto orgoglio. Lo facciamo contro una squadra che durante l’anno si è dimostrata migliore di noi sia per aver chiuso al secondo posto sia per averci battuto 4 volte. Per andare avanti dobbiamo fare qualcosa di più, farla meglio e farla con grande spirito. Ci ha battuto già 4 volte e ha il fattore campo a suo favore. Partiremo da questa realtà per invertire il trend. Vogliamo realizzare qualcosa di sensazionale per arrivare alla finale scudetto.

Venezia è una squadra forte e molto profonda. In ogni ruolo ha più giocatori e ha possibilità infinite per giocare una partita. Hanno tantissime soluzioni da poter proporre. Hanno anche migliorato il roster durante la stagione e hanno uno spirito di gruppo incredibile. Tra chi resta in tribuna e chi scende in campo non c’è differenza. Quello che più mi interessa è che la nostra partita sia migliore».

Tranne Gara 1 di Champions, partita che non voglio considerare, credo che ce la siamo sempre giocata alla pari. Ci stiamo preparando al meglio per la serie e sappiamo che contro una squadra con tanta esperienza contro la Reyer, ci serve una partita perfetta sotto ogni aspetto. Dobbiamo fare tutte le cose che sappiamo fare e le dobbiamo fare al meglio delle nostre possibilità.

Ragland viene da un po’ di giorni di non lavoro ma solo di partite, Fesenko non è ancora al 100% ma tutti stanno avendo un buon approccio. Sappiamo che per arrivare in finale dobbiamo fare un’impresa. E per fare l’impresa ognuno dei ragazzi deve fare qualcosa in più. Sotto l’aspetto mentale non ci basta andare là e giocare, dobbiamo farlo al meglio delle proprie possibilità e fare il possibile per prendersi Gara 1.

Sulle sette gare, l’aspetto mentale, la resilienza e la capacità di resettare alla fine di ogni gara è fondamentale. Contro Venezia abbiamo sempre perso per episodi e sotto questo aspetto significa che è stata più brava di noi. Sono convinto che per la prima volta giochiamo con la squadra al gran completo, senza infortunio e senza acciacchi.”

 

Commenta
(Visited 23 times, 1 visits today)

About The Author